Lotus, il DDRS migliora ma non sarà usato al Montmelò

9 maggio 2013 10:24 Scritto da: Davide Reinato

Lotus non userà il DDRS al Gran Premio di Spagna, ma non accantonano il progetto. Probabile lo rivedremo a Silverstone. La FIA, intanto, ha obbligato il team a tornare a sospensioni anteriori carenate con materiale composito e non più in gomma.

lotus-kimi-condotto

Il paddock di Barcellona si anima e iniziano a intravedersi parecchie novità tecniche. La nostra attenzione torna a concentrarsi in casa Lotus. Dopo l’anticipazione della partenza di James Allison verso altri lidi, siamo in grado di darvi qualche altro succoso dettaglio in anteprima su questioni prettamente tecniche.

Nell’ultimo aerotest, condotto da Davide Valsecchi, la squadra di Enstone ha provato gran parte degli aggiornamenti previsti per il GP di Spagna, dedicando ampio spazio alla valutazione del DDRS passivo. Nonostante un notevole miglioramento rispetto a prima, la squadra non è ancora sicura al 100% dell’affidabilità del sistema durante la durata di una corsa. Quindi, neanche per il GP di Spagna la Lotus utilizzerà il sistema, ma ci confermano che continueranno a lavorarci per portarlo a Silverstone.

Altro piccolo particolare che cambierà sulla E21 in Spagna riguarda le sospensioni anteriori carenate. Le vetture nero-oro, infatti, avevano una carenatura in gomma ed ha ingaggiato una diatriba tecnica con la Federazione che, invece, sosteneva che questa deve essere obbligatoriamente in materiale composito. Il tira e molla è durato parecchio, tanto che il team aveva ricevuto il via libera per utilizzare quella soluzione anche in Bahrain. Tuttavia, dopo svariati consulti, la FIA ha preso una decisione ufficiale e, con una nota, ha informato la Lotus di tornare obbligatoriamente ad usare materiale composito nella carenatura delle sospensioni e non più gomma.

Nessuna preoccupazione, comunque, arriva dai tecnici di Enstone. In un raffronto back-to-back nell’aerotest di Duxford, è emerso che la soluzione non farebbe perdere nulla – in termini di efficienza aerodinamica – alla E21.

6 Commenti

  • Joni
    Perché un aero test in rettilineo mi pare un po’ poco per valutare una soluzione del genere…

    Concordo, il problema del DDRS, direi che è proprio quello dell’affidabilità in curva, provarlo in rettilineo servirebbe solo ad una taratura intesa a farlo entrare in azione ad una determinata velocità ed a determinati valori di pressione, valori che in curva possono cambiare, visto che cambierebbero tantissimi parametri che porterebbero anche ad una diversa “portata” d’aria, quindi equivarrebe solo ad usare un alettone posteriore con meno carico aerodinamico, Silverstone è una pista diversa che forse più si adatta ad un dispositivo del genere, in ogni caso bisognerà anche vedere il reale guadagno che darà il dispositivo, che IMHO, comunque inciderà negativamente sul consumo degli pneumatici.

  • Non hanno i mezzi nè probabilmente le capacità tecniche di sviluppare la macchina durante la stagione al pari dei top team come ferrari e red bull…

    cercheranno di fare quello che possono e finora direi che possono essere piuttosto soddisfatti, sul resto della stagione vediamoli all’opera…

    io credo che da metà stagione in poi la lotus non sarà più in grado di lottare per il podio…

  • Ma quando lo hanno provato quest’anno? Durante le libere?

  • Non capisco si lamentano che hanno un modesto buget e sono 2 anni che cercano di sviluppare il DDRS, che a mio parere non vedo l’utilità, invece di portare affinamenti o altro; è normale che poi non posso lottare per il mondiale, hanno speso tutti i soldi per questo dispositivo. Voi cosa ne dite?

    • Bisogna anche vedere la cosa in prospettiva 2014, perchè non è detto che serva solo per quest’anno, tra l’altro credo che un po tutte le scuderie hanno un’area dedicata allo sviluppo, c’è chi lo fa senza dire assolutamente nulla come Newey e la RBR e chi invece delle cose le prova palesemente e direttamente in pista, proprio perchè non hanno un budget tanto elevato, basta pensare che anche l’utilizzo “a nolo” della galleria del vento è onerosissimo ed oltre tutto è vincolato dalla FIA, poi non tutto si può emulare al CFD, ma sta sicuro che un po tutti stanno sviluppando un dispositivo del genere.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!