Gp Spagna: la Red Bull limita i danni. Vettel 4°, Webber 5°

12 maggio 2013 18:23 Scritto da: Mario Puca

Sfumano i sogni di gloria per Vettel, che deve accontentarsi di un quarto posto dopo una gara in difesa. Il tedesco, comunque, mantiene la leadership in classifica generale. Webber chiude con una buona quinta posizione.

vettel-red-bull-2013-rb9Quando il gatto non c’è i topi ballano, ma quando il gatto c’è e si chiama Fernando Alonso e guida una Ferrari al top senza problemi di sorta, il topo è costretto a farsi da parte e lasciare la scena agli altri. E’ la storia di queste prime cinque gare del mondiale 2013: quando Alonso va “ko” Vettel riesce ad ottenere il massimo; ma quando Alonso e soprattutto la sua F138 sono in giornata, il tedeschino campione del mondo soffre, al pari della sua Red Bull con queste Pirelli.

E’ stato un weekend difficile quello della Red Bull. Nonostante le novità tecniche, la preoccupazione del team austriaco relativamente alle gomme ed ai consumi è rimasta alta e si è palesata con tutto il suo vigore in gara. Nelle qualifiche, per la seconda volta, abbiamo visto i meccanici della Red Bull lasciare le gomme più dure nelle termocoperte, in modo da dare ai piloti qualche giro in più la domenica. In realtà tale strategia è servita più a limitare i danni in gara, visto che, nonostante le gomme fresche, la RB9 ha accusato un consumo notevole, tanto che le prestazioni della monoposto di Newey, almeno per ora, sono indiscutibilmente inferiori a quelle della Ferrari e della Lotus.

Il quarto posto ottenuto da Sebastian Vettel, comunque, è ottimo e consente al tedesco di mantenere la prima posizione in classifica generale. Sebastian parte bene e prova a scavalcare subito le due Mercedes. Ci riesce con il solo Hamilton e si tira dietro Alonso, ma le velocità della Rb9 non gli consentono, neppure con il drs e la scia, di superare Rosberg. A metà gara sembra che la Red Bull voglia provare a fare un pit stop in meno rispetto alla Ferrari (che ne avrebbe fatti 4) ma tale strategia risulta impossibile, con le gomme di Vettel in crisi anzitempo.

Alla fine, come previsto, le Mercedes scompaiono dal mirino, ma sono Raikkonen e Massa a diventare avversari insormontabili. Non c’è altro da fare che accodarsi ed arrivare in fondo evitando guai imprevisti ed imprevedibili (vedi foratura di Alonso) in extremis. “Credo che possiamo essere contenti della quarta posizione – il commento di Seb. Le prime tre macchine erano un po’ più veloci di noi ed hanno fatto un lavoro migliore con le gomme rispetto a noi. Comunque credo che la nostra macchina sia sufficientemente veloce, ma dobbiamo fare qualcosa per migliorare il rendimento delle gomme e farle durare di più. Oggi tre piloti hanno fatto meglio di noi, quindi dobbiamo lavorare per raggiungerli. Dobbiamo lavorare non tanto sul passo della macchina, ma sul passo delle gomme“.

Gomme e consumi, quindi, sono i punti dolenti già individuati dal campione del mondo in carica nelle corse precedenti e non da ultimo al termine delle qualifiche di ieri. Però, pare che Sebastian abbia qualcosa da recriminare anche relativamente alla strategia scelta dal team: “Credo che abbiamo esitato troppo nel passare da una strategia a tre soste ad una a quattro – conclude il tedesco. Avremmo dovuto essere più risolutivi“.

Buona la gara di Mark Webber, che termina in quinta posizione dietro al compagno di squadra. La gara dell’australiano, in realtà, è più difficile di quella di Vettel; la sua partenza non è delle migliori e scivola in dodicesima posizione. Webber è il primo a cambiare le gomme (già al settimo giro), ma tale scelta gli vale parecchie posizioni. Naviga tra la sesta e la decima posizione fino a metà gara, ma nel finale la strategia, unitamente ad una condotta di gara cauta e un ritmo costante, gli consentono di terminare in quinta posizione.

22 Commenti

  • non voglio immaginare quante cagate sentiremo nelle prossime ore… Marko e Mateschitz ancora non hanno parlato, INCREDIBILE!

  • ma quanto è stato bello vedere la red bull di vettel incalzata da una marussia? ahahahahah

  • Se avesse vinto la redbull si sarebbe scritto campionato chiuso, perche’ chi vince a Barcellona dimostra di avere la migliore monoposto. Ha vinto la Ferrari e permettetemi di dire grazie alla macchina e dopo grazie ad Alonso.
    Dopo delle gare sfortunate o piene di errori di strategia e dei piloti per la prima volta tutto è andato liscio e la Ferrari ha dimostrato finalmente il suo valore.
    Detto cio’, come abbiamo visto nella stagione precedente tutto puo’ cambiare in poco tempo sia con nuove mescole, sia nella ora mai famosa pausa estiva in cui la Redbull riesce ad avere recuperi che vanno ben oltre la logica….
    La e’ avvertita, non solo deve recuperare il terreno perso nelle prime gare ma deve anche mettere in cantiere un eventuale ” Sviluppo con il dopping ” della Redbull
    Quindi il campionato è ancora in salita.

    • “Recuperi che vanno ben oltre la logica”. Permettimi di modificare la frase: “Recuperi che vanno ben oltre il regolamento”.

    • Quoto riquoto e straquoto, questo è il reale valore dell’attuale RB9, Vettel partendo terzo è arrivato quarto, Webber partendo ottavo è arrivato quinto, morale della favola, con qualsiasi accorgimento non sono andati oltre la quarta e la quinta piazza, come, invece, questo è il valore della F138: Alonso, dalla quinta piazza ha vinto il GP, mentre Massa è arrivato terzo solo per quei tre posti persi per la penalizzazione, caso contrario oggi sarebbe stata la prima doppietta Ferrari.

      Ora, come giustamente fai notare, si avvicina la pausa estiva, ma in RBR si troveranno a dover affrontare un amletico dubbio: proseguire con lo sviluppo… ops. scusate …”ricercare qualche altro buco nel regolamento” o pensare al 2014???? Purtroppo per i bibitari Newey è solo, mentre in una vera squadra si lavora tutti in gruppo e credo che se vogliono rimanere competitivi anche per il futuro la scelta sia obbligata, anche se, come più volte ho detto Newey è solito prima progettare la macchina e poi adattare il regolamento ad essa, ma avranno anche per il 2014 un motore pluriderogato, in modo tale da poter eseguire la solita manovra?????

      Per il momento mi godo la vittoria meritatissima di Alonso e di tutta la Ferrari e mi conforta solo il pensiero che da oggi in poi la strada sarà in discesa…………. il sorpasso (in gara) c’è stato.

      Capitolo aggiornamenti: Alonso nel pregara mi ha deluso molto con le sue dichiarazioni, non proprio simpatiche sulla F138, quando poi ad un occhio attento si era visto dal primo momento che la strategia della Ferrari era nettamente in attacco, la velocità di punta elevatissima e la decina di prove di partenza fatte da Alonso lasciano ben pochi dubbi su questo, in ogni caso è il risultato che conta e voglio pensare che si sia trattato solo di pretattica da parte dello spagnolo, forse un po deluso dal fatto che il nuovo upgrade era stato momentaneamente accantonato, ma ritornando agli aggiornamenti, oggi ho visto il GP sulla RAI ed hanno detto (mi sembra Pino Allievi) che difficilmente utilizzeranno il nuovo cofano motore a Montecarlo, perchè su quella pista non conta molto l’aerodinamica, bhe io non sono un tecnico, però mi sembra che abbia detto una castroneria, perchè mi sembra evidentissimo che il nuovo cofano motore è stato disegnato per sfruttare al meglio gli scarichi e quelli influiscono tantissimo sul downforce ed in un circuito come Montecarlo è fondamentale che la vettura sia attaccata al suolo, così come i nuovi deviatori di flusso sono stati studiati appositamente per far confluire maggior aria al retrotreno.

      Riguardo agli aggiornamenti effettivamente usati, sembrerebbe che come novità (visibili)la Ferrari abbia introdotto solo il nuovo fondo ed abbia “momentaneamente” accantonato il nuovo diffusore, i nuovi scarichi ed il nuovo deviatore di flusso; qualcuno dice a causa della pioggia che si è vista in mattinata, che avrebbe un po rovinato il programma di prove, io, invece tendo a credere che le novità usate da Massa siano solo propedeutiche a futuri sviluppi dove serve ancora maggior carico al posteriore e che in configurazione standard, così come vista nel pomeriggio, sia molto più equilibrata, certamente non è stato incrementato il carico aerodinamico complessivo in modo tale da rimanere incollata al suolo anche nei tratti più guidati, ma la Ferrari, insieme alla Lotus, sembrano quelle con il miglior bilanciamento in assoluto, che era quello che serviva in una pista come il Montmelò, mentre a Montecarlo sarà indispensabile avere un maggior carico aerodinamico su tutta la vettura, quindi presumo che o si utilizzzerà un nuovo alettone anteriore dedicato alla pista monegasca, oppure si utilizzerà quello attuale con una incidenza più alta, ma con la differenza che al posteriore sarà possibile bilanciare ancora meglio incrementando ancora i punti di downforce, con le novità introdotte.

      Mi rendo conto che sto scrivendo forse con troppo anticipo e rischio di fare una brutta figura, ma visto che per la gara a Barcellona ho praticamente imbroccato tutto, credo che la cosa porti bene ed ora ci ho preso gusto ;).

    • Vero, anzi, verissimo!
      Però lasciami dire una roba: ieri non ce n’era per nessuno, il risultato di Massa (bellissima gara di Felipe) è lì che parla da solo, questa F138 c’è alla grande, ora sta a tutto il team non sprecare quella che sembra essere la miglior macchina dall’arrivo di Alonso.

      Le redbull non sono mai state in gara ieri, evidentemente in alcune situazioni le pirelli li mandano in totale bambola. Segno forse di una progettazione diametralmente opposta alla filosofia Ferrari. Chissà.

      Bisogna capitalizzare il più possibile in Europa, lo sappiamo tutti quanto vanno forte i tori sulle piste asiatiche.

  • Oggi la red bull non avrebbe potuto fare né meglio né peggio: erano troppo lenti rispetto a Ferrari e Lotus ed erano troppo veloci rispetto a Mclaren e Mercedes. Il quarto e quinto posto erano il minimo e il massimo possibile per loro oggi.

    • lewis_the_best

      non sono d’accordo!! era piu lenta di alonso ma con la giusta strategia ai box vettel si sarebbe giocato il podio con kimi e massa!

      • Forse il terzo si, ma Kimi ne aveva di più secondo me.
        Che poi abbiano cannato completamente strategia con Vettel è fuor di dubbio.

      • Secondo invece è questo il reale valore della Redbull odierna, anche Kimi ha perso tempo con una strategia sbagliata.
        Fra le altre cose, stiamo parlando di Barcellona la pista che in passato veniva usata come metro di paragone delle prestazioni delle monoposto e non a caso è stata scelta per fare i test pre stagione.

  • Il punto stavolta è stato della Rossa (quella italiana).
    Ma il campionato sarà sicuramente combattuto e lo sviluppo determinante (che novità).
    Questa però credo sia negativa perchè per la prima volta si è visto un Vettel che non aveva il passo nè di Ferrari nè della Lotus.
    A Monaco potrebbe essere un’altra storia.

  • lewis_the_best

    se quando va male arriva quarto direi che non è poi il caso di fasciarsi la testa!!
    oggi probabilmente hanno perso il podio per colpa della strategia!!

    • Parli dei 4 o 5 secondi persi nel primo pit.

      • lewis_the_best

        bhe hanno dormito sulla prima sosta mentre in ferrari sono stati piu reattivi a capire che non si usciva dal trenino che si era creato!!

        poi hanno provato a imitare la lotus tentando le 3 soste e hanno perso tipo 7/8 secondi in 2 o 3 giri!! se avessero seguito subito alonso non avrebbero mai vinto ma probabilmente si sarebbe giocato come minimo il terzo posto con massa e forse anche il secondo!

  • Avete capito perchè Vettel in Malesia voleva quella vittoria a tutti i costi

  • Bravi Red Bull , continuate cosi…

  • caro marko, hai visto il distacco di vettel?? anche col tuo ipotetico mezzo secondi di vantaggio al giro, con gomme a voi più’ convenienti, dove sarebbe arrivato??

    • Con un consumo minore delle gomme sarebbe stata un’altra gara per Vettel, che comunque ha davvero limitato i danni..a vedere le Mercedes c’è da essere contenti per Seb.

      • si certo, anche l’anno scorso con un carico maggiore al retrotreno per Alonso, sarebbe stato un altro mondiale, eppure lo ha perso per 3 punti all’ultima gara……per piacere!!!

    • Onlyred non esaltarti che l’anno scorso di questi tempi sia tecnicamente che come punti la Red-Bull e Vettel erano messi peggio e voi eravate messo meglio in classifica quindi ti consiglierei di non montarti la testa e di stare con i piedi per terra,che ancora il campionato è lunghissimo

      • tranquillo, io sto con i piedi per terra……le classifiche non dicono sempre e solo la verità’, non lo fecero l’anno scorso, così’ come non lo fanno quest’anno….a buon intenditore poche parole…….buon divertimento a te che hai più’ di una macchina su cui contare!!!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!