Raikkonen secondo a Barça: Vettel è solo a +4

12 maggio 2013 17:46 Scritto da: Antonino Rendina

Kimi conclude il Gp di Spagna nella morsa delle Ferrari, racimolando punti importanti nella lotta iridata. Sfortunato l’altro pilota Lotus Romain Grosjean, costretto al ritiro per un cedimento strutturale della sospensione posteriore destra.

Kimi Raikkonen SpainKimi Raikkonen al titolo ci crede, eccome, e non lo nasconde:

“La gente non ci considera per il mondiale? Per me non è un problema, l’importante è che continuiamo a lavorare così. E poi gli sponsor si sono accorti delle nostre performance”.

Non sembra troppo provato dalla massacrante gara catalana, questo Raikkonen in modalità “Io Robot” che si dà un ritmo e lo mantiene per 66 giri. Un martello pneumatico, capace di impensierire le Ferrari e di annullare Vettel con un sorpasso di rara beltà e cattiveria.

Martello “pneumatico” in tutti i sensi questo Kimi qui, visto che il segreto di questa Lotus resta l’ormai arcinota capacità – sorprendente con queste Pirelli – di trattare le mescole con i guanti.

Anche a Barcellona, mentre gli avversari entravano e uscivano dalla pit-lane neanche fosse un Autogrill a metà agosto, Raikkonen ha adottato la sua tattica a risparmio, controllando le gomme e fermandosi una volta in meno rispetto ai diretti rivali per il mondiale.

Il “giochetto”, anche un po’ rischioso, gli ha permesso di avere la meglio su Sebastian Vettel e Felipe Massa. Mentre niente ha potuto la scuderia di Enstone contro la F138 di Fernando Alonso. Un binomio, quest’ultimo, irragiungibile per tutti a Montmelò.

“Non sono totalmente soddisfatto. Lo sarò quando riusciremo a mettere tutti i pezzi a posto e vincere. Vogliamo vincere le gare, non arrivare secondi. Almeno, sebbene abbiamo perso la gara, abbiamo avvicinato Vettel in classifica. Qualcosa di positivo c’è”.

Un Iceman quasi deluso si è dovuto accontentare a malincuore della terza piazza d’onore consecutiva, intrufolandosi sornione nella festa sul podio della sua ex squadra rossa.

Più che un infiltrato, un guastafeste, che parla con Domenicali sottovoce, che sfida Nando guardandolo negli occhi. Due vecchi amici-rivali che quest’anno sono pronti a riecheggiare i fasti del 2005.

Per ora è il finnico che precede il collega spagnolo in classifica, e bracca il campioncino Vettel. Raikkonen, zitto zitto, è a sole quattro lunghezze dal pilota della Red Bull. 

E la sua costanza spaventa un po’ tutti. La Lotus e il suo condottiero non ne sbagliano mezza. E sebbene l’uomo ghiaccio l’abbia trovato più amaro del voluto, perchè non è stato al sapore di vittoria, è comunque il caso di dire: champagne!

10 Commenti

  • Comunque oggi la gara non l’ho vista purtroppo ma dopo aver visto un pò di articoli e la cronaca live sono arrivato alla conclusione che sarebbe stato difficile battere la Ferrari oggi che era la migliore vettura in pista,ma se c’era uno che lo poteva fare era Kimi se non si sbagliavano due cose che secondo me hanno inciso molto sulla gara di Kimi la partenza tallone di achille di questa Lotus(E anche il terzo posto in griglia bruciato ieri nell’ultimo settore)e la strategia sbagliata della corsa,perchè se si fanno tre stint con le gomme più morbide e uno con le gomme dure,sarebbe stato opportuno usare le gomme dure nel secondo stint a macchina pesantissima e non nell’ultimo stint a macchina scarica

    • Certo, tutti gli ingegneri in Lotus sono dei brocchi, le simulazioni e le prove fatte il venerdì sono tutte inutili e non hanno pensato alla tua grande strategia di usare le gomme dure al secondo stint…
      magari con te al muretto kimi poteva vincere…

      • Esattamante visto quello che hanno combinato l’anno scorso a Barcellona il muretto box della Lotus questo non sarebbe niente,poi se poteva vincere non lo so e anche la scorsa gara in Barhein nel primo stint lo hanno tenuto fuori 17 giri facendogli perdere un sacco di tempo,quando poi lo stesso Kimi li ha praticamente mandati a quel paese,nel secondo stint lo hanno fatto entrare con le gomme in ottimo stato e che quindi potevano fare più giri e che quindi si poteva accorciare di tre quattro giri benissimo il primo stint!Non pensare che in formula 1 sono tutti geni altrimenti non farebbero certe cagate colossali,basta che chi comanda sia uno con i paraocchi che quando vede una cosa giusta lui non ascolta più nessuno ed è finita!Nel 96 Alesi e Berger fecero in tante gare una figura barbina grazie al fatto che i piloti davano determinate indicazioni sulle strategie e Briatore decideva tutto a modo suo perchè doveva fare le strategie uguali a come le aveva fatte l’anno prima Schumacher,quindi fai poco sarcasmo,che c’è tanta gente secondo me che a volte in certi posti ci arriva per caso

      • certo certo, lo sai te se magari dal giro dopo crollavano le gomme e perdeva 2 secondi al giro…

  • credo anche io che da canada-silverstone in poi redbull e ferrari possano fare l’allungo con gli sviluppi,la ltous rimane della partita ma la vedo un gradino sotto.
    poi tutto può succedere,come detto se kimi vincesse il titolo sarei felice.

  • ottima gara,ha ottenuto il massimo forse poteva rischiare un po’ di più in partenza se si fosse tenuto dietro alonso.
    ad ogni modo ottima stagione da protagonista,anche se ho sempre la sensazione che manchi il “picco” che invece hanno,alternandosi,alonso e vettel e per questo continuo a ritenere quei due un gradino sopra sulle possibilità di titolo.
    (e fra i tre tifo raikkonen)

  • lewis_the_best

    fino ad ora la sua costanza ha pagato ma se vettel o alonso cominciano una serie di vittorie per kimi arrivare a podio non sarà piu sufficiente!

    • Questo è forse vero ma ho i miei dubbi che questo possa succedere che un pilota vinca in continuazione quello che invece sembra inconfutabile che a parte la caotica gara della Malesia,Kimi è sempre li o sul primo o secondo gradino del podio!E poi per giudicarlo bisogna anche vedere cosa ha sotto il sedere perchè non mi sembra che abbia la migliore monoposto come oggi aveva Alonso.

      • Oggi no, ma in altre gare ha avuto il mezzo migliore. Per esempio oggi aveva una vettura migliore di Vettel!
        E’ un sicuro contendente al titolo, che ricordiamolo, lo vince sempre chi ha la monoposto migliore.

      • secondo me ti sbagli..il punto forte della RB e della rossa saranno proprio gli aggiornamenti..cosa che in lotus prima o poi mancheranno..non scordiamoci che c’è un2014 alle porte..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!