Lotus cede il 2% delle proprie quote societarie

Lopez conferma che la Genii Capital ha ceduto il 2% delle quote societarie della Lotus a Andrew Ruhan.

lotus singaporeIl Team Lotus F1 accoglie un nuovo investitore: si tratta di Andrew Ruhan, quarantottenne immobiliarista inglese, che ha comprato il 2% della squadra inglese. A confermarlo è stato lo stesso Gerard Lopez, boss di Genii Capital.

L’investimento di Ruhan è quantificabile in 1,5 milioni di dollari. “Andrew è un amico ed un socio in affari”, ha ammesso Lopez. “Anche lui, come me, ama le corse ed ha acquisito il 2% delle quote societarie per entrare nella gestione della squadra. Insomma, niente di eclatante per entrambe le parti”.

Già nello scorso febbraio, Ruhan era entrato a far parte della squadra in qualità di direttore. “Sta mettendo tutta la sua passione e competenza nel nostro progetto”, ha dichiarato il Team Principal Eric Boullier.

6 Commenti

  1. Pensate bene che miracolo stanno facendo riuscendo a lottare alla pari o quasi con squadre come red,fer,mcl e mer e quindi indipendentemente da come andato il mondiale scorso e questo chi sono i veri vincitori morali

    1. nessun miracolo. hanno “semplicemente” lavorato molto bene durante l’inverno, i risultati in pista sono la naturale conseguenza.
      la butto lì: a Montecarlo vince Kimi. ok partire davanti (mercedes), se poi però ti fermi una volta in meno…

      1. Non lo sò perchè l’anno scorso ha avuto tanti problemi a montecarlo,ma è anche vero che l’anno scorso non era entrato in simbiosi con questa vettura e gomme come quest’anno,ma se si realizzasse una situazione tipo spagna Kimi avrebbe molte possibilità di vincere perchè le Mercedes raggrupperebbero il gruppo perchè a monaco non si passa anche se sei lento di due e tre sec al giro(uno dei motivi perchè detesto questo circuito)e poi con il cambio in meno sarebbe un gioco da ragazzi ma queste sono teorie perchè la pratica è diversa perchè ci sono gomme totalmente diverse e una pista completamente a se,quindi sarà difficile capire quello che potrà succedere.Ah!Dimenticavo in Australia con le supersoft,le gomme con cui si dovrebbe partire al gp di montecarlo le mercedes e le force india fecero più giri di tutti,quindi tutto è possibile

    1. L’hai capito ora!
      E gli tocca pure subire le prepotenze della RB, adesso che loro hanno lavorato bene con le gomme e sono stati capaci di sfruttarle,i lattinari gliele cambiano sotto il naso e così facendo gli fanno perdere il vantaggio aquisito lavorando correttamente,e gli fanno perdere visibilità e sponsor.
      Alto che paladini!

    2. Non credo che il reale valore sia questo, la Lotus è una squadra “divisa”, Lotus-Renault, Ruhan ha acquistato il 2% di Lotus Carsn non di lotus Renault che è tutt’altra moneta.
      Nel novembre 2011 è stato annunciato l’accordo tra Tony Fernandes e la Lotus Cars, che prevede il ritorno alla seconda di tutte le denominazioni legate al marchio “Lotus”, compreso il nome “Team Lotus”;[8] la Lotus Renault GP è stata quindi autorizzata a correre dal 2012 col nome di Lotus F1 Team.[9]

      pertanto se ne deduce che l’apporto economico e tecnico della Renault non è affatto trascurabile, alla luce di questo, e cosiderando che Renault negli ultimi 10 anni ha Vinto 2 mondiali, non mi sento di dire che la “piccola lotus” stia facendo miracoli, piuttosto direi che la Grande Renault sta tornando.

Lascia un commento