McLaren, buon passo gara. Ma la qualifica fa ancora paura

23 maggio 2013 18:31 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Button si dice positivamente sorpreso dal passo gara mostrato dalla MP4-28 nelle prove libere del GP Monaco. Ma la squadra ammette che il ritmo sul giro singolo è ancora lontano da quello dei migliori.

La MP4-28 è ancora ben lontana dal potersi inserire nella lotta per le prime posizioni, ma per la prima volta in questo 2013 le espressioni nel box McLaren – o almeno quelle del versante Button -sembrano, se non serene, più rilassate. Le posizioni occupate dagli alfieri di Woking durante le prove libere non sono certo soddisfacenti, ma per la prima volta sembra trasparire un po’ di ottimismo.

Jenson Button, che ha occupato in entrambe le sessioni l’ottava posizione, ha commentato così il suo giovedì monegasco: “Abbiamo faticato alla mattina, quando il circuito era ancora sporco: non riuscivamo a mandare in temperatura le gomme, ma credo che sia successo a tutti, non solo a noi. Il nostro ritmo sul long run sembra sorprendentemente buono, anche se quanto a qualifica siamo ancora lontani da dove vorremmo essere. In ogni caso, oggi sono più contento della macchina di quanto lo sia stato negli ultimi weekend di gara. A Monaco, insomma, il Campione 2009 prova a sorridere: “Ci sono alcune aree che prima erano critiche e che ora sono migliorate leggermente, e ovviamente è un punto positivo. Forse non riusciamo ancora a far segnare tempi eccezionali, ma sono felice del fatto che stiamo andando nella giusta direzione. E magari sabato riusciremo a migliorare rispetto ad oggi”.

Sergio Perez sembra invece meno soddisfatto della sua giornata, che l’ha visto terminare le sessioni in nona e dodicesima posizione, con un distacco dal compagno di squadra, nel pomeriggio, di quasi mezzo secondo. “Abbiamo provato molte componenti oggi. Non tutte hanno funzionato, ed alcune mi hanno reso difficile trovare un buon equilibrio con la macchina, soprattutto nelle curve più veloci. Quindi torneremo su queste modifiche prima delle prove di sabato”. Neanche per il messicano, però, la giornata è stata da buttare via: “Comunque, non abbiamo avuto nessuna brutta sorpresa, il che è sempre un bene. Spero che riusciremo ad arrivare al Q3. Penso che sabato sarà il giorno più importante del weekend. Tutti proveranno a conservare gomme per la gara. Credo che sarà una corsa lenta con basso degrado, quindi dobbiamo dare il massimo in qualifica”.

“Quando riusciamo a terminare una giornata in queste stradine con entrambe le macchine sane e salve, penso sempre che sia stato un giorno positivo” scherza Martin Whitmarsh, contento del fatto che nessun intoppo abbia rallentato il lavoro della squadra e speranzoso, ovviamente, che quest’ultimo possa dare i suoi frutti. “La macchina sta rispondendo bene ai cambi di set-up e stiamo facendo progressi. Ancora più incoraggiante è stato il nostro ritmo sul long-run nel pomeriggio. Ma è evidente che la sfida più grande per noi sarà quella delle qualifiche, dove siamo ancora troppo lontani dai più veloci. In ogni caso, Jenson e Checo sono due piloti che sanno tirare fuori il meglio dalla propria vettura. Affronteranno il weekend con la massima concentrazione e determinazione a fare il meglio per la squadra”.

3 Commenti

  • Caribbean Black

    Qualunque strategia adotteremo, se non ci sarà una safety car al momento opportuno, non servirebbe a nulla.

    Qui la qualifica è importantissima, piu avanti sei e meglio è per te….ed è li che oggi abbiamo fatto peggio che in malesia…

    Scandaloso è dir poco….avere un passo gara del genere qui a monaco, partendo 10° ad esempio, non serve a nulla, perchè non puoi spingere se sei dietro.

    Oramai le speranze che avevo, appese ad un filo, sono colate giu a picco….

    Mamma mia…………

  • Forse hai ragione…è impossibile anche per lui, però azzardo anch’io. Button ha percorso 25 giri con le supersoft oggi e sul finire addirittura ha fatto 1.19.600. Quindi le gomme ancora ne avevano..e la prestazione migliorava via via che il carburante diminuiva. Allora, qualifiche ovviamente con le supersoft, poi in gara 28/32 giri nel primo stint, pit e 50/46 giri con le soft. Con un po’ di fortuna, una safety per rallentare il ritmo e una guida pulita…beffare tutti no ma il podio potrebbe essere alla portata…

    Ahi ahi ahi come ci siamo ritrovati… Forza McLaren sempre!

  • Azzardo. Button fa una sola sosta e beffa tutti…ve l’immaginate?!? ;-()
    Ma una sosta è impossibile anche per Jenson…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!