Il Tribunale Internazionale potrebbe valutare il Test-Gate

29 maggio 2013 10:04 Scritto da: Redazione

Se a giudicare la Mercedes toccherà al Tribunale Internazionale, potrebbero servire fino a 45 giorni prima della sentenza.

fia_02I giorni passano in fretta e il prossimo appuntamento del Mondiale 2013 è sempre più vicino, ma non sappiamo ancora se a prendere parte alla settima prova del campionato ci sarà anche la Mercedes. Dopo la controversa questione del test con Pirelli al GP di Spagna, si attende ora di capire chi deciderà le penalità da infliggere.

Con molta probabilità, la questione potrebbe passare al Tribunale Internazionale che per la prima volta potrebbe essere coinvolto in una questione così delicata. Basti pensare che la stessa spy-story del 2007  fu gestita all’epoca dal Consiglio Mondiale della FIA.

In effetti, il Tribunale Internazionale è stato istituito nel 2010 dall’Assemblea Generale della Federazione come parte di un nuovo sistema giudiziario. Il suo compito è quello di pronunciarsi sulle problematiche che non possono essere immediatamente affrontate dai commissari di gara. L’attuale Presidente è il britannico Edwin Glasgow, mentre il suo vice è il monegasco Laurent Anselmi. Il tribunale è composto da 12 membri che operano in piena autonomia rispetto agli altri organi della Federazione.

Il funzionamento dell’organo somiglia molto ad un organo giudiziario tradizionale. Se si riterrà opportuno ascoltare i dirigenti di Mercedes, questi interverranno di fronte ai membri che compongono la giuria. Per garantire l’assoluta indipendenza di quest’ultima, nessun membro all’udienza potrà essere della stessa nazionalità degli imputati. In altre parole, non ci saranno tedeschi.

Le parti interessate, inoltre, saranno invitate a presentare le prove scritte prima dell’udienza. Inoltre, il procedimento finale sarà completamente accessibile dai media, salvo casi eccezionali.

Le procedure, comunque, hanno dei tempi non proprio immediati. Secondo lo statuto della FIA, le parti in causa avrebbero 15 giorni di tempo per presentare al Tribunale le loro osservazioni in merito alle accuse, mentre il Tribunale ha altri 15 giorni di tempo per rispondere. A questi, si sommano altri 15 giorni prima della sentenza definitiva.

In altre parole, anche se il caso venisse affidato questa settimana al Tribunale Internazionale, potrebbero servire fino a 45 giorni per sbrogliare il caso, tanto da far slittare tutto a metà luglio. Tuttavia, lo statuto dice che: “Il Presidente dell’udienza può in qualsiasi momento decidere di ridurre o prorogare i termini di giudizio”. Questa è l’unica speranza di accelerare i tempi e trovare una soluzione a questo caso piuttosto intrigato.

Perché da un lato c’è la Mercedes che insiste nel portare avanti la teoria di essere stata autorizzata dalla FIA a fare quei 1000 chilometri in tre giorni. Dall’altro, la Federazione smentisce dicendo che l’approvazione era subordinata al fatto che il test doveva essere disponibile anche alle altre squadre.

Difficile però anticipare quali potrebbero essere le sanzioni a cui incorre la Mercedes. Si ipotizzava di dare la possibilità anche alle altre squadre di fare un test simile, ma tale opzione non appare possibile in base ai regolamenti FIA. Dunque, Mercedes potrebbe rischiare grosso in caso di accertamento della violazione del regolamento sportivo, indipendentemente se l’atto fosse stato commesso per negligenza o intenzionalmente.

Il codice sportivo internazionale prevede una serie di sanzioni: si parte dalla più banale – ossia l’ammonimento – per poi passare a multe, obbligo a lavori di pubblico interesse, penalità in tempo, l’esclusione da una gara, la sospensione per più gare o la squalifica dal campionato.

38 Commenti

  • Leggo da altre fonti che anche la Ferrari avrebbe fatto un test delle nuove gomme Pirelli ma con una macchina 2011 gestita del team Corse Clienti, quindi perfettamente all’interno del regolamento.

  • La FOTA in quella benedetta mail di aprile, ha avvisato tutti i team in pratica dicendo:

    “State attenti che è illegale fare test con la macchina del 2013 per il campionato in corso, non fatevi abbindolare”

    Poi puntualmente c’è il solito “fesso” di turno che abbocca all’amo, ma io credo che Brawn non sia poi così fesso, come non lo sono Ferrari e Red Bull.

    Come mai Ferrari e Red Bull hanno presentato un reclamo ufficiale solo ora, se sapevano già dei test???

    C’è chi crede nella buona fede e dice che di fatto non immaginavano che avessero usato una macchina del 2013 ed i piloti ufficiali, ma io sono un malpensante di natura, quindi credo che abbiano scelto il momento opportuno per fare il maggior danno possibile e quindi prima della gara di Monaco, ma a ben pensarci non potevano mica andare oltre nel tempo……

    Ma la vera domanda è relativa a Ross Brawn e fra le varie ipotesi, ce ne è una che non è stata presa in considerazione, ed è in prospettiva 2014: La Mercedes ha già detto che per questo mese avrebbe diviso la squadra in due per le incombenze del prossimo anno, ora immaginate che la Pirelli rimanga l’unico fornitore di pneumatici (già, come mai poco tempo fa la Pirelli premeva per il rinnovo del contratto??? Era solo una questione di tempo per testare le nuove gomme o PAURA per un eventuale calcio nelle pa.le da parte della Fia a seguito dei test non autorizzati??) immagniamo anche che la Mercedes abbia effettivamente provato per il 90% gomme 2014 e per il restante 10% gomme nuove 2013, a questo punto la Mercedes potrebbe indirizzare lo sviluppo della nuova macchina in funzione delle conoscenze (si conoscenze intese in senso lato, perchè la Pirelli non può non aver fornito dati per il corretto utilizzo delle gomme) acquisite durante questi test e l’anno prossimo avrebbe un vantaggio che dire ENORME sarebbe poco.

    Quindi per concludere, direi che c’è la seria possibilità che Ross Brawn abbia fatto un po i conti e non gliene importerebbe più di tanto una sanzione che prevederebbe anche la decurtazione dei punti per questo campionato di fatto, una volta interpellato Whiting ed incassato il suo “ma fa un pò come ti pare, ma io non voglio sapere niente” ed il parere favorevole della Pirelli (a parte le mazzette sotto banco) gli è stato più che sufficiente ed ha effettuato questi test ben sapendo che per GLI ANNI A VENIRE, godrà dei benefici di questa sua bravata. Tanto è vero che la sua difesa, oltre alla pseudo autorizzazione che va sbandierando ai quattro venti ma che di fatto non esiste, ci tiene tantissimo a precisare che era la Pirelli che gestiva le gomme e che loro non sapevano nemmeno cosa stavano provando….. certo ma per settare LE MACCHINE il gommista doveva dare un minimo di informazione????

    Per questo motivo, a mio avviso la cosa è molto ma molto più grave della Spy story del 2007, anche una sanzione esemplare (ma che non credo proprio arrivi alla esclusione della Mercedes da questo campionato) non sarebbe sufficiente ad annullare i vantaggi che ha già acquisito la Mercedes, perchè anche nuovi test collettivi “risarcitori” a causa del regolamento vigente a cui la FIA non può sottrarsi, (perchè la FIA non può autorizzare qualsiasi cosa che sia al di fuori del regolamento che lei stessa redige) potrebbero essere effettuati solo a fine campionato, ma a questo punto la Mercedes ha avuto tempo e modo di perfezionare gli “studi”.

    Putroppo la prova del 9 la potremo avere solo il prossimo anno, ma a questo punto, mi dispiace per i tifosi Mercedes, ma il comportamento Mercedes va oltre il decente.

  • McLaren2012

    senza il test segreto…gp Montecarlo la Mercedes nn avrebbe vinto

    • Io credo che la vittoria di rosberg a montecarlo non sia figlia del test segreto. Le mercedes han fatto una gara conservativa senza forzare il ritmo, rosberg con pista libera non ha mai forzato il ritmo a differenza di qualche pilota nelle retrovie che per un caso o per un altro stampava tempi record non appena aveva pista libera davanti, dal canada la mercedes tornerà quella di inizio campionato

      • Ne sei proprio convinto???

        A mio avviso la Mercedes, per non comunicare assolutamente nulla ne alla FIA, ne alle altre scuderie, aveva i suoi motivi, determinati accorgimenti non possono essere testati in galleria del vento e necessitano della pista e qui stiamo parlando di gomme, l’usura non la puoi verificare al CFD o nel wind tunnel, pertanto avranno approfittato ben bene di questi test per provare le loro diavolerie.

      • MotoreAsincronoTrifase

        dici? alla fine di ogni stint sembra che gli pneumatici smontati da rosberg erano molto piu’ freschi di quelli di vettel, il quele girava su tempi simili e persino piu’ alti.

  • @ZioTure

    Se gli ascolti calano dopo una sentenza a vino e tarallucci, i proventi alle scuderie diminuiranno.
    Tu pensi che gli altri team sono disposti a questo ?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!