Test Gate: il 20 giugno l’udienza al Tribunale Internazionale

8 giugno 2013 13:31 Scritto da: Davide Reinato

Il Tribunale Internazionale della FIA si riunirà il prossimo 20 Giugno per valutare il caso Mercedes-Pirelli.

mercedes-gp-logoNel paddock di Montreal sembra cresce l’attesa di conoscere la decisione del Tribunale Internazionale della FIA che si riunirà il prossimo 20 giugno per valutare il caso Mercedes – Pirelli. Circolano però le prime indiscrezioni sulle possibili penalità che rischia il team diretto da Ross Brawn. L’ipotesi più accreditata sembra essere quella di una maxi-multa che potrebbe andare da 5 a 10 milioni di euro.

La squalifica sembra piuttosto difficile, considerando che in tutta la questione sembra coinvolta anche la FIA. La Mercedes continua ad insistere sul fatto di aver avuto l’autorizzazione da parte di Charlie Whiting ad effettuare il test e sembra che questa sia stata inserita nel dossier presentato al Tribunale Internazionale, che dovrà ora valutare il caso.

La questione è avvolta nel mistero. L’unica cosa certa è che potrebbe esserci più di un “Pinocchio” in tutta questa storia.

La posizione della Mercedes appare molto critica. Inoltre, Brawn si è già preso tutta la responsabilità, affermando: “Quella di fare il test è stata una mia decisione. Vediamo cosa succederà in tribunale. Lì tireremo fuori tutte le prove che abbiamo e tutti si potranno fare un’idea di quello che è successo. Voglio però ribadire che non si è trattato di un test segreto, piuttosto di un test privato. E non lo avremmo fatto se non fossimo stati certi che non stavamo violando le regole. La Mercedes ritiene che l’integrità sportiva sia ancora uno dei suoi valori fondamentali”.

10 Commenti

  • Anche se la Mercedes riuscisse a dimostrare che erano test privati e non segreti, ne uscirebbero sportivamente con le ossa rotte.
    Se io fossi nel potere decisonale di un Team mi atterrei al regolamento che nero su bianco , a prescindere dai “pinocchi” , è scritto che è vietato fare test con monoposto 2013.
    Il solo intento di Brawn di eseguire i test con una vettura 2013 è così antisportivo tanto da far passare i rivali come “FESSI”.

  • L’unica cosa certa è che la mercedes silurerà brown alla fine di questa vicenda, non tanto perchè ross sia il solo colpevole del test-gate (anzi son sicuro che in quei box ci fosse tutto lo stato maggiore della mercedes), ma quando succedono merdate del genere qualche testa deve sempre saltare, e la mercedes ha trovato un buon pretesto per liberarsi del mangiabanane

  • La linea della mercedes è chiara le responsabilità sono di chi ha autorizzato il test, in pratica la fia dovrebbe processare se stessa

  • “Voglio però ribadire che non si è trattato di un test segreto, piuttosto di un test privato.”

    Vorrei chiedere al “buon” Ross quale sia la differenza sostanziale e soprattutto regolamentare tra segreto e privato in regime di test vietati…

    “La Mercedes ritiene che l’integrità sportiva sia ancora uno dei suoi valori fondamentali.”

    La Mercedes non so, tu sicuramente no!

  • quindi in sintesi basta pagare 5 milioni x fare un test?benissimoo

  • RedFerrari96

    Secondo me la Mercedes aveva l’appoggio della FIA, perché un marchio cosi famoso nel mondo, non può fare un figuraccia del genere a livello mondiale. Però dopo che è uscita questa storia, la FIA ha deciso di tirarsi indietro per evitare di fare brutte figure. Avete proprio ragione c’è un pinocchio in questa storia, e spero proprio che sia la FIA, nella persona di Charlie Whiting, perché non voglio, per lo spettacolo, che un team famoso come la casa di Stoccarda sia coinvolto in un caso del genere. Mercedes avrà chiesto autorizzazione per il test con una vettura del 2013 a Whiting, e probabilmente gli è stata dato il consenso, però magari senza che Whiting informasse la FIA. Secondo me i patti privati non dovrebbero esistere, tutto dovrebbe comparire sul regolamento.

  • tatanka2003

    Premesso che la Pirelli fattura comunque circa 1,5 miliardi di € col solo reparto pneumatici(che non sono quisquilie), anche una multa non le farebbe nessun danno, la Pirelli come principio e come moralità dovrebbe pagare anch’essa, ma comunque rimane un fornitore di materiale esterno, chi dovrebbe pagare a suon di estromissione dai GP è la Mercedes, visto l’inganno perpetrato ai danni di tutti, per non contare twitter fatti facendo finta di stare oltre oceano, caschi senza scritte, comunicazione che stava provando la GP2 etc. etc. un comportamento da veri delinquenti, ma cosa c’è da aspettarsi da chi ha provocato negli ultimi 100 anni 2 guerre belliche ed una economica? Francamente c’è da aspettarsi sempre il peggio, e lo dice la STORIA non io…

  • salvolewis

    Premetto che una multa “salata” alla mercedes non faccia ne caldo ne freddo e che quindi sia necessario qualche intervento più pesante, ma non è giusto che la Pirelli la passi liscia. Come minimo le spetterebbe una sanzione (e la Prirelli non ha i fondi della Mercedes)

    • Goodyear4F1

      Già, una sanzione sarebbe giusta. Ma se Pirelli dovrà essere necessariamente il fornitore per il prossimo anno (dato che a quanto pare per il 2014 la Fia non trova sostituti) nel giudizio mi sa che ci andranno abbastanza leggeri. Altrimenti il prossimo anno si rischia di veder correre le F1 solo sui cerchioni.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!