F1 Live, GP Canada 2013: la gara in diretta

9 giugno 2013 19:30 Scritto da: Redazione

canada-gpTutto è pronto per dare il via al Gran Premio del Canada, settima prova del Mondiale 2013 di Formula 1. A Montréal il meteo è ancora piuttosto instabile: al momento c’è il sole, ma ci sono comunque grandi nuvole che incombono sulla pista e resta il 40% di possibilità di pioggia durante la corsa.

Dalla prima posizione scatterà la Sebastian Vettel, autore della pole position di ieri, soffiando il primato a Lewis Hamilton per soli 87 millesimi. L’outsider è il rookie Valtteri Bottas che ieri ha portato la sua Williams in terza posizione, davanti a Rosberg, Webber e Alonso.

GP CANADA 2013 – CRONACA DELLA GARA

21:38 – Appena fuori dalla zona punti la McLaren: undicesimo Perez e dodicesimo Button. Solo quattordicesimo Bottas che, come temeva, sull’asciutto la sua Williams non aveva passo.

21:36 – Ai piedi del podio Mark Webber, quinto Rosberg che ha sofferto ancora il degrado delle gomme. Ottimo sesto posto per Vergne. Settima posizione per Di Resta, ottavo Massa, nono Raikkonen e decimo Sutil
Giro 70 – Bandiera a scacchi! Sebastian Vettel vince il Gran Premio del Canada. Ventottesima vittoria in carriera. Primo successo per la Red Bull in Canada. Fernando Alonso chiude in seconda posizione con 14 secondi di ritardo, terzo Hamilton
Giro 69 – Felipe Massa sorpassa Kimi Raikkonen e si prende così l’ottava posizione
Giro 68 – Vettel leader tranquillo della corsa e gestisce girando in 1:17.8. Pochi chilometri alla fine
Giro 67 – 3 giri alla fine. Vettel è sempre al comando, mentre Alonso è secondo e si guarda da Hamilton che non sembra voler mollare. Ancora bandiere gialle al primo settore dove i commissari stanno rimuovendo la vettura di Gutierrez
Giro 66 – Bandiera gialla in pista nel primo settore. Gutierrez è fuori pista alla curva 2 ed ha picchiato contro le barriere
Giro 64 – Lieve contatto tra Alonso e Hamilton!!!  Il pilota della Mercedes si è avvicinato tantissimo ad Alonso alla curva 14, andando anche a toccarlo
Giro 63: Vettel sempre al comando, seguito da Alonso e Hamilton che resta a 6 decimi dallo spagnolo. Webber è quarto, quinto Rosberg, sesto Vergne
Giro 62 – Fernando Alonso va a conquistare la seconda posizione!
Giro 61 – 2 decimi tra Hamilton e Alonso. Fernando e Lewis hanno rischiato di entrare in contatto
Giro 60 – Vettel ha girato in 1:16.8, ma sembra ormai gestire i 17 secondi di vantaggi su Hamilton e Alonso, dietro di lui.  Intanto Drive Through Penalty per Adrian Sutil per aver ignorato le bandiere blu
Giro 59 – Il distacco tra Alonso e Hamilton si è ridotto a 4 decimi, quando mancano 10 giri alla fine
Giro 58 – 1:16.7 per Sebastian Vettel. Hamilton gira in 1:16.6, cercando di rispondere ad Alonso. Ma lo spagnolo realizza un nuovo giro record in 1:16.429 e si porta ad 1 secondo netto
Giro 57 – Alonso è scatenato. tiene ormai la Mercedes a tiro e sta forzando il ritmo per guadagnare la seconda posizione.1:16.4 per Alonso, giro più veloce della gara.  Intanto si ferma Paul di Resta dopo 57 giri…
Giro 56 – Fernando Alonso doppia sia Felipe Massa che Jules Bianchi. E poi si lancia nuovamente all’inseguimento della Mercedes di Hamilton lì davanti che è a soli 1.4 secondi
Giro 55 – Vettel fa segnare il giro record con 1:16.561. Hamilton è secondo ma perde terreno su Alonso, che si è portato a 1.9 secondi dalla Mercedes
Giro 54 – La Force India di Paul di Resta sorprende tutti: è l’unica a non essersi fermata ai box e gira sui tempi di Vergne, nonostante tutti questi giri con la gomma media
Giro 53 – Alonso guadagna tempo su Hamilton grazie ad un giro veloce in 1:16.734
Giro 52 – Vettel perde quattro secondi con quel dritto. Intanto Massa attacca Grosjean per conquistare il decimo posto
Giro 51 – Dritto per Sebastian Vettel alla curva 1. Nessun problema però, solo una sbavatura che gli ha fatto perdere qualche secondo. Ma nessuna preoccupazione per lui adesso
Giro 50 – 1:19.376 per Vettel in questo passaggio. Hamilton resta secondo ma ha uno svantaggio di 18 secondi. Alonso è terzo e sta cercando di andare a prendere la Mercedes dell’anglocaraibico
Giro 49 – Sebastian Vettel rientra ai box adesso per il suo ultimo pitstop. Gomme medie per lui e rientra al comando della corsa.
Giro 48 – Un contatto tra Van der Garde e Hulkenberg ha messo fuori gioco entrambi. L’olandese si è ritirato dopo alcune curve, mentre Hulkenberg ha avuto una foratura e non è riuscito a rientrare ai box, fermando la sua vettura alla curva 3
Giro 47 – Bandiere gialle! La vettura di Van der Garde sta procedendo lentamente con l’ala anteriore rotta che si è incastrata sotto la vettura. Pitstop per Fernando Alonso intanto.
Giro 46 – Scatenato Vettel che registra un altro giro veloce in 1:17.042. Webber intanto rientra ai box per un altro (l’ultimo) pit-stop
Giro 45 – Giro più veloce per Vettel che registra un crono di 1:17.324. Hamilton 1:17.765 ed è a 15 secondi di ritardo. Nulla sembra poter impensierire il tedesco della Red Bull al momento. Intanto si ripropone il duello tra Button e Perez
Giro 44 – 1:17.680 per Vettel. Hamilton 1:18.076. Il divario tra i due è di 14.6 secondi. Alonso è terzo ma staccato di ben 22.8 secondi. Quarto Webber, quinto Rosberg, sesto Vergne
Giro 43 – Grosjean effettua la sua sosta ai box e arretra in undicesima posizione, proprio davanti a Felipe Massa
Giro 42 – Giro più veloce per Vettel con 1:17.381. Pitstop per Felipe Massa che rientra in dodicesima posizione, monta gomme medie. Grosjean intanto è risalito fino all’ottava posizione
Giro 41 – Fernando Alonso scatenato. Raggiunge e supera Mark Webber, andandosi a prendere la terza posizione, mentre Vettel continua a volare
Giro 40 – 1:18.6 per Vettel che ha 15.7 secondi di vantaggio su Hamilton, che è secondo. Terzo Webber a 23 secondi dal compagno di squadra, mentre dietro a soli 4 decimi c’è Alonso. Rosberg è crollato con le gomme ed è quinto a quasi un minuto di ritardo dal leader della gara
Giro 39 – Stop and Go Penalty per Van der Garde. Intanto Vettel segna il giro più veloce con 1:17.795, ma viene battuto da Alonso con 1:17.726
Giro 38 – Webber è riuscito però ad allungare su Fernando Alonso. Anche con l’ala anteriore danneggiata, sembra che la Red Bull sembra non perdere molto. Alonso realizza il giro più veloce con 1:17.844
Giro 37 – Alonso fa segnare il giro più veloce con 1:18.347. Lo spagnolo è a caccia di Webber per la lotta al podio, sfruttando questo episodio tra Webber e Van Der Garde a suo favore
Giro 35 – Vettel continua a tenere il suo ritmo martellante, chiudendo questo giro con 1:18.667.Intanto Raikkonen supera Bottas all’ultima curva. Intanto, contatto tra Webber e Van Der Garde!! Un contatto tra i due arrivato dopo un’incomprensione. E Webber sembra aver danneggiato l’ala anteriore
Giro 34 – Vettel ha ora doppiato Raikkonen. Un’immagine che rende l’idea della forza di Sebastian in questo momento
Giro 33 – Perez sorpassa Bottas e guadagna l’undicesima posizione. Ma il finlandese si ritrova a contenere gli attacchi della Lotus, mentre dietro arriva Vettel che sta doppiando entrambi
Giro 32 – 1:18.597 per Vettel, davvero impressionante la sua costanza. Hamilton fa il suo miglior giro personale con 1:18.6. Ma fa meglio di tutti Webber con 1:18.375
Giro 31 – Vettel saldamente al comando. Ha girato in 1:18.574, davvero martellante. Hamilton è secondo ma ha un ritardo di 17.6 secondi. Terzo Webber, quarto Alonso. Nico Rosberg entra ai box per montare le gomme medie
Giro 30 – Mark Webber riesce finalmente a superare Rosberg. E Fernando Alonso non perde tempo e scavalca a sua volta Rosberg che scivola in quinta posizione
Giro 29 – 1:18.6 per Vettel, altro giro particolarmente veloce. Intanto arrivano quasi al contatto Rosberg e Webber, con il tedesco che si è difeso con i denti, ma è in crisi netta con le gomme! Alonso resta dietro a guardare e approfittare dell’attimo giusto per sorpassare
Giro 28 – 1:18.477, un altro giro velocissimo per Vettel. 1:19.0 per Hamilton. Rosberg ha girato addirittura in 1:20.216
Giro 27 – Vettel taglia il traguardo e gira in 1:18.5, mezzo secondo più veloce di Hamilton che è ora a 15 secondi di svantaggio. Ma la gara è decisamente viva per la lotta per il podio, con Rosberg – Webber – Alonso in piena lotta. Button intanto rientra ai box per quello che sembra il suo unico pit-stop della gara
Giro 26 – Webber ha rotto gli indugi ed ha tentato l’attacco su Rosberg. L’australiano però sbaglia e perde contatto dalla Mercedes. Ed ecco che Fernando Alonso ne approfitta per avvicinarsi alla Red Bull
Giro 25 – Vettel continua tranquillamente a dominare la gara. In questo passaggio ha girato in 1:19.572. Hamilton è decisamente indietro con 13.3 secondi di svantaggio. Rosberg è terzo, quarto Webber. Fernando Alonso si sta avvicinando alla zona podio, sempre più vicino alla Red Bull di Webber.
Giro 24 – Felipe Massa inizia questo passaggio con un sorpasso su Jenson Button. La McLaren dell’inglese, pochi metri prima, aveva perso la posizione anche Adrian Sutil
Giro 23 – Viene chiesto a Raikkonen di cambiare la carburazione per risparmiare benzina. Kimi rientra ai box per cambiare gomme e montare le White Medium. Giro più veloce per Vettel che segna 1:18.477
Giro 22 – Duello tra Sutil e Massa. Il brasiliano ci ha provato alla prima curva, all’esterno, ma Adrian ha tenuto duro e ha accompagnato fuori il rivale della Ferrari. Ma Massa sembra averne comunque di più
Giro 21 – Lotta tutta messicana tra Perez e Gutierrez, con il pilota della McLaren che recupera la posizione nei confronti del connazionale della Sauber
Giro 20 – 1:19.053 per Vettel che si conferma al comando. Hamilton è a 10.9 secondi di ritardo.Anche Bottas attacca Gutierrez e lo supera.
Giro 19 – Lewis Hamilton lascia la leadership entrando ai box per il suo primo pitstop. Hamilton rientra in seconda posizione, davanti a Rosberg. Webber è quarto, quinto Alonso, sesto Raikkonen, settimo Vergne, ottavo Di Resta, nono Grosjean e decimo Button. Sutil è undicesimo, mentre ora in dodicesima posizione c’è Massa, autore di un sorpasso ai danni della Sauber di Gutierrez
Giro 18 – Hamilton 1:20.375. Vettel riduce il suo svantaggio e ha girato in 1:19.086, portandosi a 6.1 secondi dalla Mercedes
Giro 17 – Hamilton al comando della gara, seguito da Vettel che è ora a 7.4 secondi. Rosberg è terzo a 18.5 secondi, quarto Webber con 19.1 secondi di svantaggio. Hamilton sta spingendo parecchio, pur avendo gomme usurate. Rientra ai box Massa, gomme SuperSoft per il pilota brasiliano della Ferrari
Giro 16 – Rosberg su gomma Red SuperSoft sembra andare piano rispetto a Webber che è su gomme White Medium. Intanto, viene confermato un Drive Through Penalty per Maldonado. E rientra ai box Sebastian Vettel che monta adesso gomme a mescola Media. Pitstop anche per Alonso che monta gomme medie
Giro 15 – Incidente tra Sutil e Maldonado sotto inchiesta dalla direzione gara. Il venezuelano della Williams rischia una penalità. Vettel intanto ha girato in 1:20.945, Hamilton in 1:20.304
Giro 14 – Sebastian Vettel sembra avere graining nell’anteriore sinistra. Ma continua a girare forte: 1:20.094. Hamilton è a 7.9 secondi. Intanto si ferma la Mercedes di Rosberg e monta gomme Red Supersoft
Giro 13 – Vettel gira ora in 1:20.201. Hamilton 1:20.335, è a 7.5 secondi di ritardo. Pitstop per la red Bull di Mark Webber. Rientra anche Jean Eric Vergne della Toro Rosso. Anche Perez rientra per montare le gomme White Medium
Giro 12 – Felipe Massa ha attaccato la Toro Rosso di Ricciardo al tornantino, ma i due vanno un po’ lunghi. Massa però sfrutta il lungo rettilineo per superarlo, mentre Ricciardo tira dritto verso i box
Giro 11 – Viene comunicato a Sutil che c’è un danno sulla sua ala posteriore. Gara sfortunata per il tedesco della Force India. Intanto, Raikkonen rompe gli indugi e supera la Toro Rosso di Ricciardo.Massa resta dietro per adesso
Giro 10 – Vettel ha girato in 1:19.693. Hamilton 1:20.103. Il distacco tra i due sale a 5.5 secondi. E Vettel è andato a toccare il muro in uscita di curva 4. Intanto è duello tra Raikkonen e Massa, con il brasiliano che sta tallonando il pilota dela Lotus
Giro 9 – Vettel si è un po’ plafonato adesso, pur mantenendo un ottimo ritmo. Lewis Hamilton ha ora 5.1 secondi di ritardo dal rivale tedesco. Ricciardo sfiora il muro dei campioni, mentre Massa riesce a superare Hulkenberg e entrare nella Top 10. Pitstop per Sutil che monta ora gomme medie
Giro 7 – Felipe Massa ha superato Sergio Perez e guadagna così l’undicesima posizione. Intanto, Raikkonen è negli scarichi di Ricciardo
Giro 6 – C’è stato un po’ di scompiglio nel giro precedente. Vettel è al comando, seguono le due Mercedes. Quarto Webber, quinto Alonso, sesto Vergne, settimo Bottas, ottavo Ricciardo, nono Raikkonen, decimo Hulkenberg
Giro 5 – 1:19.1 per Vettel, Hamilton continua a perdere terreno. Raikkonen è ora decimo, mentre Jean Eric Vergne ha rotto gli indugi e ha superato Bottas. Sutil voleva approfittarne, ma si è toccato con la Williams del finlandese. Adrian ha fatto un testacoda, ma è riuscito a ripartire immediatamente, perdendo però delle posizioni. Lungo di Maldonado al tornantino che ha tamponato una Force India
Giro 4 – Giro più veloce di Vettel con 1:18.874. Il suo vantaggio su Hamilton aumenta ancora. Bottas cerca di tenere il ritmo, ma ha già 11 secondi di ritardo dalla vetta
Giro 3 – Vettel sembra essersi leggermente tranquillizzato, ma il ritmo sembra inarrivabile per gli altri. Sebastian ha chiuso il passaggio in 1:19.455, guadagnando altri decimi su Hamilton che è ora a 3.2 secondi di ritardo. Rosberg terzo a 4.8, Webber è quarto con 5.4 secondi di svantaggio dal compagno di squadra. Massa è tredicesimo, Button quindicesimo
Giro 2 – Alonso ha perso un po’ di tempo dietro a Bottas, mentre Vettel sta già tenendo un ritmo indiavolato. l tedesco della Red Bull ha già 2.8 secondi di vantaggio su Hamilton e 4 su Rosberg.Massa ha superato Maldonado ed è tredicesimo
Giro 1 – Ottima partenza di Vettel che tiene il comando della gara. Hamilton è secondo, terzo Rosberg che guadagna posizioni. Quarto Webber. Bella lotta tra Bottas e Alonso, con il finlandese che tiene testa allo spagnolo della Ferrari
20:02 – Via Via Via!! Si spengono i semafori e parte il GP del Canada 2013!
20:01 – Grosjean con la Lotus chiude lo schieramento di partenza. Ha perso 10 posizioni sulla griglia per aver causato l’incidente con Ricciardo a Monaco
20:00 – Si spengono i semafori e le vetture lasciano la griglia di partenza per il giro di formazione. Tutti si muovono senza alcun problema
19:55 – Cinque minuti al via: inizia la classifica procedura di partenza che precede il giro di formazione che scatterà alle 14 locali, le 20 in Italia
19:50 – Dieci minuti alla partenza della gara. Tutti i piloti si sono schierati regolarmente in griglia di partenza. C’è grande attenzione intorno a Valtteri Bottas, rookie della Williams, che oggi partirà dalla terza posizione
19:39 – Gomme Red SuperSoft e White Medium portate qui da Pirelli. Secondo Paul Hembery, tutti partiranno con gomme extra-morbide
19:34 – Prove di partenza per i piloti in uscita dalla pitlane prima di schierarsi sulla griglia di partenza. In pista ora anche Rosberg

19:30 – Amici di BlogF1.it, buonasera e ben trovati online per seguire la cronaca LIVE del Gran Premio del Canada, settima prova del Mondiale. La pit-lane è stata aperta: da questo momento, i piloti possono lasciare la corsia box e fare degli installation lap, prima di decidere se schierarsi in griglia di partenza

159 Commenti

  • Rimane il fatto che vettel quando parte in pole al 99% arriva primo e tanti saluti per gli altri piloti. Quello che deve fare la Ferrari e Alonso e’ migliorare in qualifica, altrimenti lo spagnolo può anche rimontare quanto vuole, ma la vittoria continuerà a sfuggirgli. Detto ciò, ritengo gli insulti ad Hamilton un’ esagerazione e quello che ha fatto il suo team non è colpa sua, quindi nel caso dovrebbe essere punita la Mercedes e non i due piloti

  • Fate ridere. Tifo Hamilton e so quando fa gare orrende e schifose. Ma cavolo oggi ha guidato davvero bene! Non è colpa sua per il test di Barcellona e anche se certamente è servito, la Mercedes è ancora dietro Red bull e Ferrari.
    Hamilton oggi ha guidato in modo pulito e ha dato paga a Rosberg (che gli faceva il culo ahah)
    e con Alonso ha duellato, parola difficile forse per voi ferraristi che piangete per ogni singola roba, per newey, per la Mercedes, che esultare per sfortune e rotture altrui. Un Bell esame di coscienza non guasterebbe

    (ps. Tifo hamilton, non Mercedes. So anch’io che ciò che hanno fatto è ai limiti se non oltre del regolamento quindi non ditemi che la difendo)

  • cioè quel bastardo di Hamilton ha toccato 2 volte la spalla della gomma di alonso per bucargliela.

    Che schifo di uomo.

    • Non è’ stata una mossa intenzionale

    • riferito al sig. scranman 1)consiglierei di lavarsi la bocca prima di parlare, moderi i termini.2)per sperare un titolo “ferraglia” (da ferro vecchio) credo che dobbiate aspettare il necrologio di adrian newey 3) arrivederla.

    • Ciao no non credo lo abbia fatto apposta
      Hamilton avrebbe rischiato a sua volta di rompere l’ala.
      è secondo me più probabile che abbia cercato:
      Nel primo caso di prendere più scia possibile ma ha stretto troppo e ha colpito Alonso
      Nel secondo caso invece ha tentato di accodarsi ad Alonso ma è arrivato un po’ lungo e lo ha colpito

  • Comunque ci sono state parecchie toccate, anche abbastanza dure, e nessuna foratura o delaminazione. Siamo sicuri che pirelli non abbia già “operato”? Oppure non c’è proprio motivo per modificare tutte le mescole.

    • Goodyear4F1

      Il problema di Pirelli è il distacco del battistrada sulle dure con temperature alte…con le altre mescole o con le spalle della gomma non mi pare avessero grandi problemi. A quanto avevo capito la modifica della carcassa con il kevlar doveva avvenire solo per dure e intermedie.

      • Da quello che si è letto volevano modificare tutte le mescole.

      • Goodyear4F1

        Non lo so, anche su quello non erano stati molto chiari. Ho il ricordo di aver letto da qualche parte che forse la modifica avrebbe riguardato solo le gomme a mescola più dura. Boh, comunque oggi le Pirelli hanno dato buona prova.

      • Vero, nessun problema e neanche tanto degrado.

  • ho visto anche io l’immagine di tutto il team RedBull ad abbracciare Newey, sicuramente qualche genialatà là tirata nuovamente fuori…

  • Hamilto oggi ha consacrato di essere un idiota, pur di non farsi sorpassare è andato a toccare Alonso con l’obiettivo di perforargli la gomma.

    Andrebbe squalificato immediatamente.

  • Il problema è sempre lo stesso: la trazione, magari attenuato ma c’è e si vede. A Silverstone potremmo soffrire di meno, ma bisogna assolutamente risolverlo prima del “girone asiatico”.

    • Non è il solo problema, ma è prioritario.
      E ci si domanda perché a Montecarlo non andavano.
      Rimane il fattore gomme che a secondo delle mescole e delle piste la Ferrari soffre.
      Lotus sembra la cartina tornasole a questo proposito

  • la cosa positiva e’ che ora siamo secondi in campionato, quella negativa che c’e’ sempre e ancora vettel a comandare!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!