Lotus, Boullier assicura: a Silverstone torneremo

Dopo la prestazione incolore nel Gp del Canada, il Team Principal della scuderia di Enstone è certo che il circuito britannico sarà molto più congeniale alle caratteristiche della E21.

eric-boullierLa trasferta canadese ha portato alla Lotus due miseri punti: quelli ottenuti da Kimi Raikkonen con il suo nono posto, arrivati dopo una gara di affanno, segnata dal significativo doppiaggio di Sebastian Vettel ai danni del finlandese. Ma il passaggio a vuoto a Montréal era preventivato:Questo è un tracciato molto specifico, e con la nostra vettura semplicemente non riuscivamo a mandare in temperatura le gomme“, ha detto Boullier ad Autosport. “Le temperature basse e il bagnato non ci aiutano. Il nostro ritmo con Romain non era malaccio nelle prove, ma in gara eravamo un secondo e mezzo più lenti delle Red Bull e delle Mercedes. Non perdi un secondo e mezzo da una gara all’altra. Semplicemente c’è qualcosa che va storto“.

Ma a Silverstone sarà tutta un’altra storia. “Abbiamo degli aggiornamenti, che ci consentirano di colmare il gap con i piloti di testa. E in un tracciato normale dovremmo essere in grado di trarre il meglio dalla nostra vettura“, assicura il Team Principal della Lotus.

Il doppio flop Montecarlo-Canada, secondo Eric Boullier, non è segno di una perdita di competitività. “Abbiamo perso posizioni, dobbiamo lavorare sodo per tenere il ritmo. Ma sappiamo che la vettura, così come il team, è competitiva. Non c’è alcuna ragione per cui non dovremmo riuscire a lottare per il podio. Sicuramente non ci siamo saliti per cinque volte di seguito dall’inizio della stagione solo per un colpo di fortuna o per una serie di coincidenze“, sostiene il Team Principal. “E’ vero anche che dovremo lottare su alcuni circuiti specifici. Lo sappiamo e dobbiamo lavorare su questo“.

5 Commenti

  1. I problemi in Canada sono stati dati dal cattivo tempo che ha caratterizzato le prove. Il problema ai freni di Raikkonen non ha aiutato, per non parlare della disastrosa qualifica sul bagnato! Comunque sia la macchina a Monaco era competitiva, anche più della Ferrari. Il problema è nato in Canada. Spero solo che sia stato un weekend nero!

    1. Ne sono convinto anche io. Girare sui tempi dei primi a Monaco è venire doppiati il GP dopo è una cosa un po’ strana! Speriamo che gli aggiornamenti permettano a Kimi di partire più avanti

    2. Ne sono convinto anche io. Girare sui tempi dei primi a Monaco è venire doppiati il GP dopo…una cosa un po’ strana! Speriamo che gli aggiornamenti permettano a Kimi di partire più avanti

Lascia un commento