Infinity Racing: “In 12 mesi, Lotus sarà il team numero 1″

19 giugno 2013 15:11 Scritto da: Redazione

Intervista a Mansoor Ijaz, leader del gruppo d’investimento Infinity Racing, da ieri co-proprietario del Team Lotus F1.

banner_rtr

Mansoor-IjazLa Lotus ha annunciato ieri la cessione del 35% delle proprie azioni ad un consorzio di investitori riunito sotto il nome di Infinity Racing. Un Gruppo Finanziario multinazionale, con sede ad Abu Dhabi.

Tra gli investitori spicca anche Mansoor Ijaz, un banchiere statunitense esperto di Media, fondatore e presidente della Crescent Investment Management, con sede a New York. Nel corso dell’intervista, Ijaz delinea la sua visione della Formula 1 e annuncia, senza mezzi termini, che il Team Lotus diventerà la squadra numero uno nei prossimi 12 mesi.

Perché avete scelto la la Formula 1?
“A mio avviso, la Formula 1 rappresenta l’apice dello sport, perché c’è tutto: tecnologia, sport vero, lavoro di squadra. C’è un coordinamento incredibile e tutti hanno un ruolo definito da svolgere. Il pilota fa la propria parte, così come fanno la loro i meccanici durante i pit-stop. Ed è così anche per le persone che gestiscono ogni aspetto extra della pista, come la gestione della squadra e delle sponsorizzazioni.

E, dunque, perché la Lotus?
“Abbiamo trovato in Eric Lux e Gerard Lopez un modo di pensare molto simile al nostro. Ci piace la loro etica professionale, il modo in cui devono operare le imprese, ma anche il modo in cui trattano le persone. Un elemento fondamentale, prima di decidere di investire su di loro, è stato visitare la factory di Enstone e capire come le persone lavorano insieme. Io sono un uomo di campagna, sono stato educato e cresciuto in una fattoria della Virginia, dove nel bel mezzo dell’inverno ci sono due metri di neve a terra e solo con il lavoro di squadra si può sopravvivere. Dal mio punto di vista, non ho mai visto quel tipo di lavoro di squadra da nessuna altra parte, se non da loro”.

Cosa cambierà con l’arrivo di Infinity Racing Partner?
“Non voglio entrare nei dettagli oggi, perché voglio mantenere l’effetto sorpresa in termini di quello che andremo a fare per vincere il campionato, ma noi abbiamo enormi capacità tecnologiche. Stiamo lavorando per rendere la Lotus la squadra numero uno per quanto riguarda le sponsorizzazioni e lo faremo entro il prossimo anno. Questo è semplicemente il risultato della mia rete in tutto il mondo: le persone che conosco si fidano di me e crediamo in quello che stiamo facendo”.

Diceva di aver visitato la factory e aver viaggiato con la squadra. Da quanto tempo state lavorando per entrare in F1?
“Circa due anni. Abbiamo guardato anche altre squadre, prima di decidere di investire sulla Lotus. Non voglio dire quali, però. Voglio invece concentrarmi sul team inglese, perché è stato proprio il loro spirito di squadra a convincerci che questa era la scelta giusta. I vertici del team hanno fatto un lavoro incredibile per portare armonia in una squadra che aveva avuto un terremoto al proprio interno qualche anno prima”.

L’operazione di mercato tra Lotus e Infinity Racing Partners è comunque di ampio respiro e andrà ad interessare sia il compatto corse, sia quello dei nuovi investitori. Qual è l’obiettivo della collaborazione?
“Prima di tutto, fare profitto. Cosa c’è di male? Naturalmente vogliamo guadagnarci, anche se non è l’obiettivo primario. L’anno prossimo avremo un cambiamento sostanziale in F1 e ci saranno un sacco di opportunità per realizzare una monoposto superiore alle altre dal punto di vista tecnico”.

Riuscirete dunque a sanare i bilanci e magari convincere Raikkonen a rimanere?
“A mio avviso, Kimi è il miglior pilota in Formula 1. Abbiamo davvero dei grandi piloti, supportati da un team fantastico. Adesso è solo questione di fare la differenza e andare avanti. Sponsorizzare la Lotus sarà interessante per tutti e questo è un fattore importante. Questo sport costa tanti soldi, perché coinvolge cervelli eccellenti, grande tecnologia, infrastrutture all’avanguardia e bisogna essere estremamente dinamici per adattarsi ed evolvere insieme alle nuove esigenze dello sport”.

Dunque, 1 anno per essere i migliori?
“Assolutamente. Lo dico semplicemente, categoricamente. Noi saremo i numero uno in 12 mesi”.

25 Commenti

  • Sullo “sport vero” nutro forti dubbi.

  • Goodyear4F1

    Non penso sarà così semplice, anche in vista dei nuovi cambi del regolamento. Nuovi motori, nuove limitazioni…difficile fare pronostici sul prossimo anno e quelli a venire, vediamo cosa ne verrà fuori. Di certo non sempre con i soldi si vince, basti ricordare la Brawn GP del 2009.

  • Stile Maldonado ”vinceremo qualche gara” o Button ”quest’anno faremo grandi cose” o Perez ”punto al mondiale” o il capo Catheram ”quest’anno abbiamo finalmente una vettura da F1” o tipo Massa ”quest’anno lotterò per il titolo” MA VAAAA xD

  • scusa grisu ma anche jaguar toyota bmw e honda avevano budget pressochè illimitati o cmq all’incirca pari della ferrari eppure hanno lasciato la f1 con la coda tra le gambe e soprattutto con risultati alquanto deludenti!!
    avere tanti soldi non è sinonimo di vittoria assicurata!

    complimenti michelle hai già sparato sentenze e giudicato le persone appartenenti a infinity racing!! poi con sta menata della storia hai veramente stufato!! ma chissene frega se la ferrari ha 60 anni di storia! bravi avete partecipato sin dalla prima stagione in f1!! e con questo? chi ti da il diritto di guardare gli altri dall’alto in basso o di stabilire se un team vinca o meno in maniera regolare? come se non bastasse nella vostra decantata storia ci sono oltre 20 anni di anonimato, piu le figure meschine e penose fatte a jerez 1997, in austria 2001 e 2002, in germania 2010 e dulcis in fundo a austin 2012.

    azonzo la lotus quest’anno sta lottando (almeno x ora) x le prime posizioni e con raikkonen e ancora in piena lotta per il campionato piloti!! ora a prescindere da come finisca il campionato mi dici per quale strano motivo la lotus non dovrebbe ambire ad essere il miglior team l’anno prossimo a maggior ragione se si considera che il regolamento obblighera tutti i team a riprogettare quasi da zero le varie monoposto?? cosa avrebbe dovuto dire secondo te? puntiamo a battere marussia a catheram?

  • fa ridere ahahahah :’)
    il prossimo anno la “Lotus” sarà un team cliente di Renault oppure della Ferrari.
    La Renault lavora a stretto contatto con la Red Bull, e la Ferrari e la Ferrari. :)
    Se crede di poter battere Ferrari Mercedes e Red Bull allora in due anni falliranno… La Mclaren ha capito che da Team cliente della Mercedes non si va da nessuna parte e ha firmato con la Honda.

  • 1 anno ? Non credo proprio.
    La RB ha comprato la Stewart nel 2004 e nel 2005 ha cominciato a correre col nome RB. Il primo titolo è del 2010.

    Ok, la Lotus è già un buon team ma 12 mesi per arrivare dove è ora la RB non bastano.

  • “In 12 mesi Lotus sarà il team numero 1.”…le ultime parole famose…

  • Questo qui mi ricorda tanto il “spendete quanto volete, ma dovete vincere, con qualsiasi mezzo” di Mateschitz.

  • l’ultimo arrivato che crede di vincere e guadagnare in 1 anno… nn è il primo e nn sarà l’ultimo a “fallire” miseramente

    • Sai com’è: c’è chi ha fatto la storia per 60 anni e chi crede di poter fare lo stesso con qualche milione…

      • Azonzo e Michelle,vi sbagliate e di grosso e i fatti ve lo dimostreranno.
        Red Bull docet
        Michelle basta guardare sempre al passato e a quel che è stato,Matesichtz è arrivato in formula uno e in poco tempo(più o meno regolarmente)stravince.
        La Lotus è una macchina ottima che quest’anno ha già vinto e con tecnici capaci,il loro unico problema sono i soldi per lo sviluppare la macchina.
        Ora questo problema non c’è l’hanno più i soldi sono arrivati e anche a palate e i tecnici capaci ci sono,perche non pensate che possano vincere e anche presto?

      • Se vincere equivale a rubare allora potrei essere d’accordo. Peccato che la dignità non abbia più valore a questo mondo di fronte ai soldi.
        Per esempio chiedi ad uno juventino quanti scudetti ha vinto la juve e ti dirà 31, chiedilo ad un esperto di calcio in privato e ti dirà una decina si e no. Ecco, bel rispetto vero? Ma è quello che si ottiene comprando le vittorie.
        Sarei contenta di vedere Lotus vincere, sono contenta che abbia trovato i soldi per competere, purché lo faccia degnamente, vedere una riedizione raddoppiata delle schifezze viste in questi anni mi farebbe odiare questo “sport” che dimostrerebbe ancora una volta di non essere nulla più di un lupanare.

      • Michelle, limitati a parlare di F1 e lascia perdere il calcio, che ne capisci poco mi sa.
        (Sei interista immagino).

      • Stavolta quoto Maklotus. I confronti con il calcio non c’entrano una mazza…soprattutto quando tirate in ballo la Juventus…

      • Michelle, lasciando perdere il football sul quale potrei pure condividere quanto affermi, che ragionamento e’ chi ha fatto la storia per 60 anni ?? Sappiamo tutti che la Ferrari e’ l’unica scuderia che corre da sempre senza interruzione, ma se non ci fossero le altre marche correrebbe da sola, sai che soddisfazione e che divertimento per il pubblico….. Il tifo, molto più che calcistico che dimostri, ti fa vedere ombre dietro ogni avversario di Maranello, ti voglio ricordare, da Ferrarista molto più anziano di te, che nel 69 la Ferrari fu sull’orlo del ritiro se non fosse intervenuta la Fiat, a Monza rischio’ di non poter schierare alcuna macchina e corse con un modello vecchio affidato al fratello di Brambilla. La Lotus prima di ritirarsi in seguito alla morte, misteriosa, di Chapman che lascio la squadra con un crack finanziario, era ai vertici della F1 per numero di vittorie, fino al 73 aveva più vittorie della Ferrari, se oggi viene salvata da un fondo come fu per la Ferrari nel 69, e se sei una vera appassionata e non solo tifosa, dovresti essere contenta che un marchio prestigioso possa continuare a stare in F1, … O preferisci che la Ferrari corra da sola????

      • Poi …..diamo i milioni della Ferrari alla Lotus e vediamo chi fa la macchina migliore, i piloti migliori già ce li ha….

      • redbull ci ha messo 5 anni a vincere nn uno e con investimenti spaventosi, nn certo a guadagnarci 😉

      • Lasciamo stare il calcio per cortesia. Ci sono altri blog per questo.

  • “Prima di tutto fare profitto”, e gia qui hanno perso in partenza…..

    • Veramente hanno già vinto e vinceranno………perché poi cosa c’è di male nel fare profitto?
      Tutti in F1 pensano e lavorano anche per il profitto,Ferrari in primis che grazie a questo sport,le corse,è diventata una leggenda,e se vende tutte le macchine che vuole e fa profitto è grazie proprio alla F1.

      • Attualmente non credo proprio….perchè nessuno investe piu nella formula 1?…perchè una volta c’erano mille milla scuderie e ora stanno mala pena a galla le ultime 3?…evidentemente non è proprio un investimento tranquillo per chi ha soldi…..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!