Test-gate: verdetto dopo le 12. Si patteggia?

A ora di pranzo sarà emesso il fatidico verdetto sul test-gate. E intanto Mercedes propone come sanzione il divieto di partecipazione agli Young Test di Silverstone.

ross-brawnMezzogiorno di fuoco a Place de la Concorde, dove i giudici del Tribunale Internazionale della FIA sono riuniti da ieri pomeriggio in una lunga camera di consiglio.

Il collegio sta vagliando con meticolosa precisione la tesi dell’accusa e la debole (a detta dei più) difesa della Mercedes.

Voci di corridoio, intanto, vorrebbero la scuderia che rappresenta nel circus la “Stella a tre punte” pronta a  un patteggiamento.

Ross Brawn si sarebbe detto pronto a saltare gli Young Test in programma a Silverstone dal 17 al 19 luglio se la cosa servisse a mettere le cose a posto. Un tentativo di patteggiare, con la proposta da parte di Mercedes di una sanzione evidentemente “morbida”.

Scanso equivoci, lo ricordiamo, a rigor di diritto il patteggiamento non è mai un’ammissione di responsabilità da parte dell’imputato, ma solamente una scorciatoia pratica e veloce per addivenire alla conclusione del processo.

La Mercedes si professa innocente, tira in ballo – inutilmente – la Ferrari. Teme una sanzione pesante. E propone una pena all’accusa che fa quasi sorridere, per quanto appaia tenue rispetto alla gravità della situazione.

34 Commenti

  1. Il patteggiamento è una pena sostitutiva richiesta dalle parti. In burocratese significherà pure non ammissione di responsabilità. Per me invece basta e avanza.

Lascia un commento