Incontro tra Hembery e Todt per la questione gomme

30 giugno 2013 17:08 Scritto da: Davide Reinato

Incontro tra il Presidente FIA e il Direttore Motosport di Pirelli. Meeting straordinario per trovare una soluzione al problema gomme.

pirelli_motorhome

Pneumatici sotto accusa al Gran Premio di Gran Bretagna. Non è più un problema sul quale poter temporeggiare: dopo 5 pneumatici esplosi in fasi diverse delle gara, suona l’allarme sicurezza per le coperture del fornitore unico.

In questo momento a Silverstone si sta svolgendo un incontro straordinario tra Jean Todt (Presidente della FIA), Charlie Whiting (Delegato Tecnico e direttore di gara) e Paul Hembery (Direttore Motorsport di Pirelli).

Non è ancora chiaro se il problema può essere stato causato realmente da un cordolo piuttosto tagliente, ma a prima vista sembra essere un problema strutturale, legato anche alle alte temperature. Evidentemente il collante anti-delaminazione non ha risolto totalmente i problemi di queste PZero.

Entrano ora in gioco i problemi di sicurezza e l’incontro tra Hembery e Todt potrebbe essere decisivo in tal senso. A questo punto, si potrebbe proprio invocare una modifica alle gomme e adottare quelle già proposte da Pirelli, con struttura in Kevlar, bypassando l’approvazione delle squadre.

Sette giorni ci dividono dalla prossima gara al Nurburgring e molto presto potrebbero esserci novità in merito. Per il momento, però, Pirelli si è rifiutata di commentare: si attende l’esito delle analisi sugli pneumatici prima di prendere qualsiasi decisione.

30 Commenti

  • Comincia ad essere ridicola la situazione. Dal 2009 in poi si sono fatti passi indietro non avanti.
    Dov’è la vera F1?

  • Io fossi la Ferrari in nome della sucurezza mi presenterei al nurburgring con le bridgestone del 2010!

  • Bisognerebbe ritornare a più fornitori di gomme, con contratti non esclusivi. Se ogni squadra può’ scegliere la gomma che preferisce … Voglio vedere se si azzardano a realizzare gomme di cartapesta!!!!!!

  • Pirelli si sta letteralmente rovinando l’immagine in
    tutto il mondo con figure davvero scarse e con pneumatici pericolosissimi in una f1 dove la sicurezza è al primo posto..

    Vergogna italiana sia nell’ordinario che nello straordinario (vedi test concessi facendo finta di nulla)

    Che delusione

    • RedFerrari96

      Io se fosse uno che non sapesse nulla della F1, e sapessi solo che ci sono problemi con le gomme Pirelli, comprerei lo stesso le gomme della P-lunga, anzi di sicuro le monterei sulla mia vettura, perchè so che per fornire i pneumatici per la massima categoria del motorsport devi essere all’avanguardia. Quindi dubito che fa una brutta figura, anche se non ne fa una bella. Come ha detto Pino Allievi in numero uno, bisognerebbe far girare i piloti titolari nello young driver test, per far raccogliere dati alla Pirelli. Anche se secondo me non sarebbe necessario, perchè in Germani ci saranno le gomme in Kevlar, e verrano introdotte nonostante non ci sia il consenso di tutte le scuderie, perchè il regolamento dice che per motivi di sicurezza si può sorvolare su questa condizione.

  • RedFerrari96

    Il problema è che non ci sono i test. Le gomme vanno testate, anche più delle vetture stesse. Non si può simulare il comportamento delle gomme solo in laboratorio, serve anche il riscontro con la pista. E la Pirelli può provare in pista le gomme, solo che c’è un piccolo problema, hanno una vetture 2 secondi più lenta rispetto a quelle attuali. Per fortuna l’anno prossimo verranno introdotti i test durante la stagione, e spero che questi problemi non si verifichino più. La Pirelli avrebbe trovato la soluzione ai problemi di delaminazione,( anche se oggi ci sono state sopratutto delle esplosioni delle gomme, e credo che ciò sia causato dalla nuova colla, dubito che sia colpa di un cordolo tagliente), grazie alle gomme in Kevlar. Solo che serve l’assenso di tutti i team, e Lotus e Force India in primis non lo danno. Però credo che adesso queste gomme vengano introdotte lo stesso per motivi di sicurezza, e ciò e possibile, perché il regolamento lo permette. Cosa credete , che Michelin abbia la bacchetta magica. Guardate che quando c’era la Michelin, i test erano liberi. E poi la casa francese ha detto che non ha intenzione di entrare in F1 se le regole non cambiano.
    Finisco, aggiungendo che alcuni hanno idee molto fantasiose, li propongo di scrivere un libro. Ma dai come si fa a pensare a un complotto. Ok , ho capito anche io che la pacca amichevole che ha dato la FIA alla Mercedes sia senza senso, però adesso pensare a un complotto. Ricordatevi , in F1 non comanda la FIA, bensì comandano i soldi.

  • Secondo me una bella soluzione sarebbe fornire la F1 di pneumatici da F1!!!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!