Super Toro Rosso: Ricciardo parte quinto a Silverstone

30 giugno 2013 10:00 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Il pilota australiano della Toro Rosso ha conquistato un ottimo sesto posto sulla griglia di partenza del GP di Gran Bretagna. Partirà comunque quinto per l’arretramento di Paul di Resta.

canada_tororosso_qualUna giornata di qualifiche in cui le “piccole” sorridono, a Silverstone. Tra le due Force India si piazza un grande Daniel Ricciardo, che porta la sua Toro Rosso in sesta posizione in griglia e domani ha tutte le carte per fare una buona gara nel GP di Gran Bretagna. Dopo l’arretramento dello scozzese Di Resta, Daniel avanza d’una posizione e scatterà dalla piazzola numero 5.

Va peggio al suo compagno di squadra Vergne, ma non così tanto: il francese conquista il tredicesimo posto, appena dietro altri big, e anche per lui la corsa non è affatto scontata.

Ricciardo è soddisfatto e anche un po’ sorpreso della sua prestazione, come racconta: “Venivo da due gare abbastanza deludenti, e qui volevo essere al top e fare bene. Sapevo di potercela fare, ma sinceramente se mi avessero detto che avrei chiuso la mia qualifica in terza fila non ci avrei creduto“. Con il tempo di 1:30:757 Daniel ha confermato i buoni tempi fatti registrare già nelle libere: “Abbiamo dimostrato in ogni caso di avere un buon passo, e domani sarebbe bello raccogliere qualche punto, magari confermando questa posizione“.

Ricciardo ha il potenziale e la grinta per fare bene domani, condizioni della pista e usura gomme permettendo: “Sarà di certo una gara impegnativa, visto che si prevede un aumento di temperatura che cambierà la risposta dell’asfalto e di conseguenza il degrado degli pneumatici, che saranno quindi l’elemento più importante da tener d’occhio per fare bene“, conclude.

Jean-Eric Vergne ferma il suo giro più veloce su 1:31:785 e non riesce ad accedere alla Q3, ammettendo di aver commesso un errore: “Colpa mia, sono davvero arrabbiato per aver perso il controllo della vettura, probabilmente quando ero dietro Vettel, anche se non capisco bene cosa sia successo“. Come anche Ricciardo, Vergne aveva una vettura performante: “Potevo andare in Q3 come Daniel, la nostra monoposto è veloce e competitiva, quindi domani possiamo fare bene e combattere per i punti“.

James Key riassume così la qualifica dei suoi piloti: “Siamo giunti in Q3 con una delle nostre macchine, è un buon risultato. Abbiamo un passo competitivo, lo stiamo dimostrando dalle libere del venerdì, e nonostante il bilanciamento delle vetture non sia ancora perfetto per nessuno dei nostri piloti, siamo riusciti a fare dei buoni tempi“. Key sottolinea anche gli ulteriori progressi di monoposto e squadra: “Non sapevamo cosa aspettarci da Silverstone, è così diversa dagli ultimi tracciati, soprattutto da Montecarlo e Montreal. Abbiamo lavorato molto, e il sesto posto in griglia di Ricciardo ne è la prova e la ricompensa. Peccato per Vergne, che comunque ha fatto segnare buoni tempi nel weekend, ma domani vogliamo e possiamo finire a punti, anche con entrambi i piloti“.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!