Tra Silverstone e Nurburgring, il punto sul Mondiale 2013

2 luglio 2013 14:45 Scritto da: Luigi Mazzola

Dopo la gara di Silverstone, l’Ing. Luigi Mazzola prova a fare il punto della situazione, affrontando diversi argomenti come Test-Gate, sicurezza pneumatici e molto altro.

mazzola_intro_motivazione

mazzola-basso-rossiSubito dopo il GP di Silverstone, ho avuto il desiderio di scrivere la mia opinione su come stanno andando le cose in questo Mondiale. Prima di tutto mi sembra inverosimile per un campionato così professionale e regolamentato leggere di test segreti e di susseguenti sentenze FIA .

Credo che non sia concepibile permettere ad un team di provare per sistemare un suo problema quando si chiede agli altri di non provare perché le regole lo vietano. Potrebbe essere anche una coincidenza vedere le Mercedes così migliorate subito dopo il test segreto. Ma essendo stato a capo della squadra test per tanti anni in Ferrari, credo che il team di Rosberg e Hamilton ne abbia avuto un giovamento importante. Girare a Barcellona per 1000 km su un solo problema specifico – la consistenza delle gomme posteriori – con l’aiuto della Pirelli mi suona molto come un beneficio assolutamente vantaggioso. E se tutto questo era stato permesso, evidentemente non poteva essere realmente sanzionato, lascio a voi giudicare.

Detto questo a Silverstone sono accadute tantissime cose degne di nota:

La debacle delle gomme.
Assolutamente inconcepibile, per una categoria come la F1, avere pneumatici così fragili agli alti carichi. Se si voleva un campionato incerto grazie anche alle gomme si può certamente dire che l’obiettivo è stato raggiunto, nel bene e nel male. Il problema è che di mezzo c’è la sicurezza. Fossi stato il direttore di gara avrei fermato la gara alla seconda gomma esplosa (ricordiamoci il 2005 quando la Michelin ha praticamente imposto ai propri team di non gareggiare il GP di Indianapolis, dopo i problemi avuti nelle prove libere).

mercedes-scoppio

Foto Getty Images

Il motorsport è pericoloso e bisogna fare di tutto per garantire coscientemente la sicurezza. Come riportato su BlogF1.it, alcuni team si sono opposti al cambiamento della struttura delle gomme: questo non deve esistere! E’ solo il costruttore di pneumatici che, di fronte ad un problema di affidabilità, deve decidere cosa fare. In questi casi i Team hanno troppo potere decisionale nel far o non far accadere qualcosa in F1. Ringraziamo Dio che oggi non è successo l’irreparabile, ma non possiamo sfidare la fortuna a lungo. Guardiamo anche la situazione test che è diventata ridicola solo dopo qualche anno la sua abolizione: la decisione all’epoca venne presa dai team ed imposta alla FIA, non viceversa. La Federazione dovrebbe essere sovrana e super partes se si vuole garantire la credibilità del campionato.

Non posso fare altro che sostenere la Pirelli, ricordando quanto di buono aveva fatto fino all’anno scorso, e sono convinto che se penserà a fare solo un prodotto efficace sia nelle prestazioni che nell’affidabilità contando solo nelle proprie risorse tecniche, uscendone brillantemente. Ai tempi della Bridgestone, i giapponesi mettevano davanti a tutto il proprio prodotto garantendone l’affidabilità e ne sono sempre usciti a testa alta.

Il salto in avanti della Mercedes.
Attenzione che le cose sono cambiate! Per Hamilton e per Rosberg sembra un gioco da ragazzi occupare la prima fila durante le qualifiche e adesso anche ad imporre il ritmo gara. Doveva essere la Ferrari a fare questo passo e, invece, lo hanno fatto i tedeschi-inglesi. La Red Bull ha una bella gatta da pelare, perché prendere 6 decimi in qualifica a Silverstone non è roba da poco.

Il passo indietro della Ferrari (o meglio, il passo in avanti degli altri).
Ad essere sincero, questo non me lo aspettavo. Ero convinto che Alonso avrebbe diretto da protagonista questa parte del campionato in quanto le capacità di sviluppo della Ferrari sono state sempre molto elevate. Per diversi motivi Fernando ha guadagnato pochi punti nella prima fase della stagione, pur avendo una vettura competitiva. A Silverstone, grazie al risultato degli sviluppi ed alla pista congeniale, mi sarei aspettato di vedere entrambi i piloti a lottare per la vittoria. Vedere Alonso a 1.3 secondi da Hamilton in qualifica mi ha sorpreso non poco. Senza poi dimenticare come Webber abbia passato facilmente Alonso durante il GP. Credo che anche lo spagnolo si sia accorto che qualcosa non sta andando per il verso giusto. Confido nelle grandi capacità di reazione del Team a risanare in breve tempo il divario tecnico, altrimenti anche per quest’anno dovranno dire addio alle speranze di vittoria.

Jean-Eric-Vergne-and-Daniel-Ricciardo-Spa1 (445x333) (275x206)Il salto in avanti di Toro Rosso.
Congratulazioni al team di Faenza, non c’è che dire. La vettura migliora progressivamente e, piano piano, sta salendo in classifica. Sono proprio contento. E non c’è da trascurare la Force India, sono lì anche loro.

Affidabilità.
Trovo decisamente curioso che un Team come Red Bull incappi ancora in problemi di affidabilità del cambio. Oramai elementi come la trasmissione e il motore sono congelati nello sviluppo da anni, in quanto non si possono fare test e perché devono fare tante gare prima di poter essere sostituiti. Non è da top team lasciare a piedi il proprio pilota quando occupa la prima posizione. Con una Mercedes che comincia ad andare forte anche in gara la situazione potrebbe diventare preoccupante. Peccato che la Ferrari non sia stata all’altezza di approfittarne con il colpaccio della vittoria.

L’esclusione di Paul Di Resta dopo le qualifiche.
Mi chiedo: ma come è possibile per un team di F1, che dispone di un numero elevato di tecnici ed ingegneri, finire le qualifiche con un risultato brillantissimo e vanificarlo con una macchina sotto peso? Veramente inqualificabile.

Mi immagino cosa accadrà nel 2014 quando si avrà un motore del tutto nuovo, un utilizzo del cambio del tutto diverso, quando ci si troverà a gestire il consumo benzina e un brake balance elettronico, quando si dovrà gestire un turbo ed un ERS e quando, malgrado l’apertura, i test saranno ancora troppo pochi.
Finalmente si parlerà tecnica, programmazione, capacità creativa e tanta competenza da parte del gruppo degli ingegneri.

Ci sono ancora tante gare davanti a noi e tutto può accadere. A Silverstone ho visto una Red Bull e una Mercedes viaggiare con un passo molto veloce, Ferrari – Lotus – Toro Rosso – Force India più o meno allo stesso piano, ad un livello di passo inferiore. La Ferrari comunque in gara si esprime decisamente meglio: la strada è in salita ma ci sono ancora tanti punti in palio e il Mondiale è ancora aperto. Già dal prossimo GP di Germania potrebbero esserci delle sorprese a seguito delle decisioni della Pirelli. Staremo a vedere.

Avanti tutta!

Luigi Mazzola

87 Commenti

  • Sono l’unico che pensa che la mercedes sarà penalizzata (giustamente) non facendo i test e quindi sarà l’unico team che non avrà testato le nuove gomme e dovrà correre ai ripari durante le prove libere?

  • Il suono (e il video…grazie giobba!) pone molti interrogativi, ma una cosa mi sembra chiara: sicuramente è un suono che non dipende dal regime del motore, bensì dalla velocità.

    Questo vuol dire che, in linea generale, non DOVREBBE essere un dispositivo che si attiva direttamente tramite il motore. Quindi presumibilmente o è un qualcosa che si attiva elettronicamente, oppure è collegato alle parti della vettura che girano in base alla velocità, e cioè le gomme e tutto ciò che ad essa è collegato.

    Un rumore del genere l’ho sentito tempo fa su di una macchina che aveva il cuscinetto di un mozzo fuori uso, ad esempio! Anche se in questo caso ovviamente non c’entra niente.

    Quindi potrebbe essere: 1. Qualcosa che si attiva elettronicamente (ma cosa? traction control a quella velocità? mi sembra un pò improbabile)…oppure 2. qualcosa di meccanico del tipo qualche componente che causa attrito per generare calore (in quanto forza non conservativa)…qualcosa inerente alla temperatura delle gomme? non saprei..Ovviamente non sono un ingegnere quindi sicuramente mi sarà sfuggita qualcosa e sono delle ipotesi campate in aria…ogni parere è ben accetto!

    • Il rumore è strano ma non saprei…secondo me la cosa più importante è che dagli on board potete notare quanta differenza c’è tra red bull-mercedes e ferrari in rilascio e riapertura del gas quando si affrontano le curve medio lente e lente. La ferrari quando apre all’uscita dalle curve o in percorrenza derapa e da delle botte incredibili mettendo l’auto in crisi….
      si sente proprio il motore che spara di botto, gli altri in rilascio hanno meno freno motore, grazie alle mappe di “soffiaggio” e in apertura sono più dolci.
      Nel mondo delle moto chi va in pista usa alzare di parecchio il minimo in modo da rendere le moto più fluide quando si parzializza e si riaccelera in curva.
      Nei tratti guidati e lenti Alonso sembra fare a botte con acceleratore e cambio.
      A silvertone non perdeva nel tratto veloce…

      • Si è merito della deroga che permette ai motori renalult il taglio dei cilindri per presunti problemi di affidabilità, di fatto dandogli un vantaggio ingiusto. Non mi pare peró che ne usufruisca anche mercedes……. A meno che da quest’anno siano “derogati” pure loro perche adesso tocca a loro vincere

      • si peccato che riguarda anche il mercedes

        la regola sul taglio dei cilindri non è mai stata dimostrata, finora è solo un ipotesi

  • HO messo le cuffie è sopra i 250 si sente chiaro.Sembra come se aumentasse il vento.

  • Ragazzi non c’entra con l’articolo, lo scrivo qui soltanto perchè lo possiate leggere in tanti; non so se avete fatto caso ma le Ferrari (sia di Felipe che di Fernando) facevano un rumore strano, quasi una seconda voce che le altre monoposto non facevano assolutamente: praticamente una volta che la macchina prendeva velocità questa seconda voce usciva fuori progressivamente, mentre in frenata scompariva (sempre progressivamente) sarà una specie di F-duct passivo? Fatemi sapere, soprattutto i più esperti (cercando in internet si dovrebbero trovare gli onboard per capire).

    • http: //www.youtube.com/ watch?v=hiKboylIzg0

      ecco un video dove si sente…

      • Sempre verso i 250 Km/h

      • è vero, sarà suggestione ma lo sento anch’io e credo per la prima volta..
        scusate l’off topic, ma anche a qualcuno di voi blogf1 è stato segnalato come sito malevolo e viene vietato l’accesso? a me da questa sera con firefox..

      • anche a me chrome me lo segna come contenente malware!!!

      • Andate tranquilli. Nessun problema. Purtroppo il server di un partner commerciale è stato attaccato e Google lo blocca per precauzione. Abbiamo rimosso temporaneamente i codici: BlogF1.it è sicuro e libero da malware

      • tatanka2003

        Anche a me chrome me lo segnala…
        Ma io ho lo stesso antivirus della FERRARI!!! Hihihihihihihi

      • no, io ho avast…comunque è vero, dopo i 250 circa fa un rumore strano…come se ci fosse un qualche tipo di motorino elettrico che si sta caricando…

      • A me Explorer lo dà come sicuro, ma qualche volta non riesco ad accedere con lo smartphone.

      • Vero che si sente un rumore strano, se non presti bene orecchio non te ne accorgi.
        Complimenti per l’udito Giobba ^^

      • tatanka2003

        Scusate non sento bene, sarà la vecchiaia…

      • Grazie per la prontezza, Redazione, così almeno siamo sicuri e liberi da minacce!

    • tatanka2003

      qualcosa si sente ma non riesco a distinguere bene…

    • Molto interessante, veramente! Complimenti, dopo la tua “imbeccata” il suono è nettamente distinguibile, sempre sopra i 250 km/h e – curiosamente – cessa sopra i 300 km/h. Attendiamo le ipotesi dei più esperti…

    • wow, che orecchio, complimenti giobba!

  • A questo punto cominciano a sorgermi dubbi. Dunque, Ferrari e Lotus sono le più sensibili a cambiamenti anche minimi degli pneumatici, sia come mescola che come temperatura. Appena escono dal range ideale diventano subito nervose e instabili. Ora, tra i 4 piloti di queste scuderie Massa e’ quello con la guida meno pulita. Fino a Barcellona Massa non ha avuto incidenti, niente, e poi all’improvviso 4 incidenti in 3 gare? Per di più dopo Barcellona con le fregne della red bull e i test merdeces? E guarda caso gli incidenti stessi sono cominciati insieme all’involuzione Ferrari-Lotus e la crescita red bull-mercedes. Quantomeno curioso no? E se le gomme fossero state cambiate già a Montecarlo?
    E’ una stupidaggine, ma a pensar male a questo punto è facile e ci si azzecca pure.

    • tatanka2003

      Non so se gli incidenti di Massa possano collegarsi alle gomme, anche perchè il pilota è cotto e non affidabile per una ipotesi del genere, però i miei sospetti sulle gomme esplose Domenica rimangono, la famosa lamina d’acciaio (come ho scritto ieri sotto vari articoli) sarebbe dovuta essere pericolosa per le vetture dietro, immagina tanti pezzettini di acciaio sparsi per la pista, avrebbe forato anche la safety car, invece mi sembra che le parti lucide e quindi ‘metalliche’ si siano frantumate in mille pezzi e non abbiano danneggiato nessuno e neppure si siano conficcate su altre monoposto… (pezzi di metallo investiti da una monoposto a 250 kmh…)
      Credo che le specifiche siano state cambiate ancor prima di Silverstone probabilmente per venire incontro a Mercedes e Red Bull…

      • tatanka2003

        E aggiungo, si sia fatto un gran pasticcio casuale oppure voluto a tavolino…

      • La tu ipotesi è più che giustificata: McLaren e Sauber hanno trovato frammenti di kevlar nei luoghi degli incidenti.

      • Non saprei comunque, ricordiamoci che si, c’è lo stile di guida del pilota, ma c’è anche il setup della macchina, che varia da pilota a pilota. Possibile che succeda sempre ai soliti sfigati? Non credo, però qualche considerazione possiamo farla, costa niente.
        Prendo ad esempio la Ferrari, perchè so che tra Alonso e Massa ci sono delle sostanziali differenze a livello di setup. Alonso notoriamente gradisce la guida in sottosterzo, viceversa Massa guida meglio con un po’ di sovrasterzo. Immagino che anche tra Hamilton e Rosberg ci siano differenze simili, ma non conosco i dettagli quindi non mi permetto di commentare. Quello che è importante è che a parità di macchina, la statistica dice che fino ad ora solo a Massa le gomme hanno detto “ciao ciao!”, mentre Alonso ha sofferto di una foratura indolore e fortunata, ma senza perdita del battistrada.
        Quindi kevlar o no, quella sospensione posteriore va rivista come ha fatto Mercedes. Non mi soffermo in ulteriori commenti sulla cosa, perchè il tempo delle chiacchiere deve finire presto se si vuole tornare a vincere.
        Già, SE si vuole tornare a vincere.

  • Comunque hanno detto che le gomme versione 2012 non hanno il tempo materiale per costruirle,per quello che non possono essere pronte per la Germania

    • tatanka2003

      Con un senso della GIUSTIZIA che NON POSSEGGONO sarebbe bastato usare per il prossimo GP le gomme più morbide che non hanno mai avuto problemi, ma poi chi li sente i bibitari e quelli della Merdacess se dovesse vincere la Ferrari o la Lotus?

  • tatanka2003

    Ieri avevo scritto:

    Comunque alcuni fatti si sono resi ben chiari ieri:

    La Mercedes ha di fatto risolto il problema dell’eccessiva usura degli pneumatici.

    La versione per cui siano state usate per i test segreti, solo le mescole 2014, dopo i fatti di ieri, ha una sua giustificazione.

    La Red Bull spingerà per tornare agli pneumatici 2012 e con la potenza politica che ha potrebbe riuscirci appoggiata dalla Mercedes anch’essa amante delle vecchie coperture…

    Potrebbero andare in pensione anche le soft e super-soft (che non mi sembra abbiano avuto problemi) di quest’anno così da non doverle usare nei circuiti in cui sono richieste, con evidente danno per Ferrari e lotus.

    La Pirelli pur di aiutare alcuni Team ha rischiato la propria immagine e ieri ha fatto una brutta figura, quanto sia stata casuale è tutto da dimostrare, perchè nella pubblicità vale la regole del ‘purchè se ne parli’

    Che i Tedeschi della Mercedes e quelli della Red Bull possano aver recuperato più di un secondo da Barcellona ad oggi è un miracolo, ed io non credo ai miracoli in F1…

    Come ho scritto sotto i detriti delle gomme scoppiate sono sospetti, tante particelle di acciaio sparse per la pista avrebbero fatto molti più danni (gli steward di certo non potevano raccogliere ogni più piccolo pezzettino)inoltre si sarebbero conficcati nelle vetture subito dietro, cosa che dalle immagini non mi sembra, comunque aspetto lumi da chi è stato più attento di me…

    Al prossimo GP, a rigor di logica, dovrebbero portare solo gomme che non hanno avuto mai problemi, quindi soft e super-soft, ma di certo non lo faranno per non favorire Ferrari e Lotus, con buona pace della sicurezza, se opteranno per la scelta di Silverstone saranno quelli della Pirelli i veri responsabili di eventuali incidenti…

    Assurdo che gomme del genere vengano prodotte in stabilimenti da terzo mondo, vedi Turchia, siamo sicuri della qualità?

    Ho scritto alla Pirelli un mese addietro e mi hanno risposto gentilmente che loro non favoriscono nessuno, benchè abbiano ammorbidito le gomme in questa stagione per lo spettacolo come richiesto dalla FIA, eppure si tornerà a 2 e forse 1 sosta, quindi cosa è cambiato se non il voler pilotare il mondiale?

    Chi ha progettato la vettura in base alle specifiche 2013 sarà oltremodo penalizzato e guarda caso non se ne avvantaggeranno i piccoli team ma sempre gli stessi, io non credo al caso quando si parla di tecnica ingegneristica…

    A ognuno le sue valutazioni…

    • La Turchia non è affatto un paese del terzo mondo, e se non sbaglio la Pirelli ha sempre fatto fare le gomme lì, quindi non vedo problematiche in tal senso..
      Come si dice giustamente nell’articolo, il problema è il ruolo della FIA. Fino a che non si prendono posizioni super partes, prendendo decisioni con fermezza e correttezza, non si va da nessuna parte.
      La gara, poi, andava sospesa secondo me.

  • Come sempre ottimo articolo e sapiente sintesi ingegnere con degli interrogativi stuzzicanti oserei dire quasi provocatori come se già conoscesse le risposte.
    Proviamo a rispondere:1) “Doveva essere la Ferrari a fare questo passo e, invece, lo hanno fatto i tedeschi-inglesi” mi è subito sembrato evidente guardando la gara che (in particolare la gomma esplosa di Hamilton) mostrasse chiari sfilacciamenti di kevlar biancastri ben differenti dai fili di acciaio “invisibili in TV” che mi sarei aspettato tutti arricciati e ben visibili sulla parte rimanente della spalla. In pratica sono state usate (senza alcuna autorizzazione o forse solo quella della Fia che negherà sempre) gomme ben conosciute, testate e deliberate tuttalpiù impreziosite da qualche suggerimento in buona fede solo dalla mercedes che hanno mandato in palla il set-up preparato al simulatore dalla ferrari. 2) “Trovo decisamente curioso che un Team come Red Bull incappi ancora in problemi di affidabilità del cambio” Se il cambio fosse usato in maniera convenzionale, sarei d’accordo con lei, siccome da qualche gara la Red Bull (ed anche altre scuderie motorizzate Mercedes) sta usando il kers come Traction Control allora ecco che si spiega la ritrovata inaffidabilità del sottosistema.

  • Secondo me la Ferrari ha bisogno della F1 quanto la F1 ha bisogno della Ferrari, non minacceranno mai di ritirarsi perchè tanto non gli crederebbe nessuno……..

    • tatanka2003

      Non devono minacciare di ritirarsi, basta che costruiscano una vettura per la Formula Indy e la facciano vedere ai 2 nani, che se la faranno sotto…
      Come già successo in passato…

      • Per come la vedo io ormai la F1 é diventata una specie wrestling, tutto giá deciso all’80%, se non mi spiego perchè un team importante come la Ferrari non alzi la voce, evidentemente sta bene anche a loro che le cose funzionino così, probabilmente fra qualche anno la F1 avrá bisogno che la Ferrari torni vincente e la Ferrari vincerá……. È il pilota che avrá la fortuna di guidarla nel momento giusto vincerá dei bei mondiali…… Alonso non ha questa fortuna

      • Secondo me come ho già detto,in caso di non competitività per fattori esterni è inutile correre, perché domenica siamo stati fortunati è questo non può sempre succedere.

    • Non la chiamerei “minaccia”è solo che una squadra dal blasone come la ferrari non può accettare che fattori esterni possano ridicolizzare tutto il lavoro fatto in un anno.Poi come dice ZIO TURE,se le nuove gomme farebbero perdere almeno 3o4 gp per sistemare tutto,sai che strazio vedere una ferrari lottare per il 10°posto per cause non sue.é questo non deve accadere.

    • Ti dico solo che hanno già messo in giro la voce di una LMP1 per il campionato WEC 2014, fonte Carlo Vanzini di Sky, che ricordo lavora durante i GP con un certo Marc Gené, e mi fermo qui perchè mi sento già troppo complottista…

      • tatanka2003

        Ma certo che fanno bene a guardarsi intorno e a partecipare ad altri campionati, anche perchè la F1 è un teatrino e la FERRARI FA BENE A TENERE UN PROFILO BASSO, a tenersi in disparte da polemiche e chiacchiere, deve difendere un blasone, una storia, un MITO, e non lo si fa andando a lamentarsi a destra e manca piangendo come un bambino, il fatto che tenga un profilo signorile la mette al di sopra degli altri, sai quelli che imbrogliano…

      • Questa si sarebbe una cosa bellissia….in fondo Le Mans piano piano sta salendo sempre piu alla ribalta…almeno li non ci sono regolamenti assurdi, e molte tecnologie poi possono essere passate sulla serie…

  • tatanka2003

    Dimenticavo, i troll dopo qualche ora di silenzio si rifanno vivi…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!