Pirelli: al Nurburgring gomme Medium e Soft

Il fornitore unico di pneumatici porterà in pista le mescole medie e morbide della gamma PZero 2013, con la differenza che al posteriore la struttura della gomma sarà caratterizzata dal kevlaer anziché dall’acciaio.

Pirelli_Formula 1_13Pirelli porterà al Nurburgring le PZero White Medium e le PZero Yellow Soft, una combinazione di mescole che non scendeva in pista dallo scorso aprile, dalla gara di Shanghai. La differenza sostanziale sarà che – dopo i problemi avuti a Silverstone – Pirelli porterà pneumatici con la cintura in kevlar al posteriore, sia per la mescola morbida che per quella media.

La società della Bicocca ha tenuto a sottolineare che – se usate in modo corretto – anche le gomme con cintura in acciaio erano assolutamente sicure, ma si preferisce evitare il ripetersi di situazioni pericolose come quelle di Silverstone portando le nuove specifiche, considerate di più facile gestione per le squadre.

Paul Hembery, Direttore Motorsport della società milanese, ha spiegato: “Il Nurburgring è una di quelle pista che conosciamo meno, poiché vi abbiamo corso solamente una volta da quando siamo tornati in F1. Siamo certi, però, che la combinazione medium – soft sia la migliore per prestazione e durata. Sono due mescole che abbiamo scelto per questo tracciato anche nel 2011, ma le gomme attuali sono più veloci e morbide, quindi ci aspettiamo una gara su tre soste in media. Per la gestione delle gomme occorre tenere in considerazione alcune sue peculiarità, come i cordoli e le chicane. E’ atteso un divario di 8 decimi – 1 secondo tra le due mescole e questo potrebbe rendere le strategie molto versatili. Solo per questa gara, considerando gli incidenti che si sono verificati a Silverstone, porteremo pneumatici posteriori con cintura in Kevlar”.

In attesa di ascoltarlo in conferenza stampa insieme ai Team Principal, Hembery ha voluto ringraziare tutte le squadre per il supporto in questo momento difficile: “Diversamente da alcune interpretazioni tengo a sottolineare la collaborazione che stiamo ricevendo dai team, dai piloti, dalla FIA e dalla FOM. In nessun modo intendiamo essere polemici nè attaccare nessuno. Ci siamo assunti le nostre responsabilità come emerge dal comunicato stampa. Non avendo il pieno controllo di tutti gli elementi che impattano sull’utilizzo degli pneumatici abbiamo bisogno del contributo di tutti. In questo senso stiamo ricevendo supporto da tutti i soggetti coinvolti a cui va il nostro ringraziamento”.

39 Commenti

  1. Gentile redazione, l’immagine a fianco dell’articolo è da sostituire, la Pirelli non produce gomme così. La gomma Pierelli, si sa, è esplosa oppure consumata da esplodere da un momento all’altro…

Lascia un commento