Rivola: “Con temperature più alte andremo più forte”

5 luglio 2013 20:22 Scritto da: Giacomo Rauli

Massimo Rivola, direttore sportivo Ferrari, è intervenuto nella consueta videochat del venerdì con appassionati e tifosi del Cavallino Rampante e ha toccato diversi temi, tra cui le aspettative del team sulla gara del Nurburgring.

rivolaDopo un venerdì passato al muretto Ferrari per seguire i primi due turni di prove libere sul circuito del Nurburgring, Massimo Rivola, direttore sportivo della Scuderia di Maranello, ha risposto ai quesiti posti da tifosi e appassionati della Ferrari, dando risposte interessanti anche in ottica del GP di domenica e sulla vettura della prossima stagione.

Oggi le F138 di Alonso e Massa hanno mostrato un ottimo passo gara con le coperture morbide, ma con le medie i long run migliori li ha fatti segnare la Red Bull, monoposto in grado di scaldare immediatamente gli pneumatici e portarli alle temperature ideali di funzionamento. “Oggi abbiamo avuto qualche difficoltà in mattinata, ma nel pomeriggio abbiamo risolto i problemi e siamo riusciti a svolgere il programma che ci eravamo prefissati nei giorni scorsi. Abbiamo notato che con le morbide, noi e Lotus andiamo meglio degli altri, mentre con le medie fatichiamo ancora un po’ e non siamo a livello delle Red Bull“, ha commentato Rivola.

Sono sicuro che se le temperature saliranno di qualche grado vedremo uno scenario completamente differente da quello di oggi. Con un asfalto più caldo ci saranno risposte differenti degli pneumatici e il graining si verificherà sulle coperture in tempistiche diverse da quelle di oggi. In genere la Ferrari, così come la Lotus, predilige il caldo e dovremmo fare meglio già dal terzo turno di prove libere di domani mattina“.

Dopo le forature anomale del GP di Silverstone, in questo appuntamento la Pirelli ha introdotto le nuove gomme con carcasse in kevlar (le vecchie specifiche avevano i filamenti in acciaio) e questo potrebbe rappresentare uno svantaggio per determinate scuderie:Con l’introduzione dei nuovi pneumatici dalla carcassa con i filamenti in kevlar – ha proseguito il team manager della Ferrari – potremmo essere sicuramente penalizzati rispetto ad altri team, perché la filosofia di progettazione della F138 si è basata sugli pneumatici appena accantonati, non su questi che useremo dal Nurburgring in poi. Detto ciò non si può paragonare la prestazione alla sicurezza. La sicurezza dei piloti prima di tutto. L’aspetto sportivo deve venire dopo, in certi casi“.

Domani ci saranno le qualifiche per il GP di Germania e Rivola ha parlato della difficoltà cronica delle F138 sul giro singolo:Quel che è uno svantaggio per noi, poi si tramuta in un vantaggio in un altro momento. In prova fatichiamo perché non riusciamo a mandare in temperatura gli pneumatici in un tempo utile da poter fare un tempo all’altezza di Red Bull e Mercedes, ma questo svantaggio poi diventa la nostra forza in gara, dove spesso abbiamo un passo migliore degli altri che ci consente di recuperare diverse posizioni. E’ chiaro che stiamo lavorando per trovare il giusto compromesso, anche perché ora fatichiamo molto nelle curve che richiedono molta trazione, avendo gli pneumatici più freddi rispetto alla diretta concorrenza“.

Al termine della videochat, Rivola ha accennato alla monoposto della prossima stagione, che ospiterà per la prima volta il motore V6 turbo: “Noi siamo molto concentrati sul 2013 e mi sembra inutile parlare del prossimo anno quando siamo in lizza per entrambi i mondiali. Detto ciò vi posso assicurare che la vettura del prossimo anno sarà completamente differente da quella attuale e sarà difficile potervi applicare soluzioni di quest’anno. Questo dovrebbe dare l’idea di che portata sarà il cambiamento regolamentare 2014“.

 

 

12 Commenti

  • Della serie la f138 come dire… UN TIPO SPIAGGIA!!!! ahahaha

  • Almeno un pò di chiarezza… facessero parlare sempre Rivola, perchè Domenicali non è riuscito mai a spiegare i problemi della rossa.

    Il fatto di lavorare con temperature elevate è un handicap che difficilmente potrà essere colmato quest’anno… credo sia proprio la filosofia progettuale ad essere poco incline sul giro singolo, ed effettivamente sono anni che la Ferrari va meglio in gara piuttosto che in qualifica.

    Forse l’unica cosa da fare è lavorare sulla geometria delle sospensioni cercando un miglior compromesso, la redbull in questo è la vettura con il miglior equilibrio, la Ferrari è troppo sensibile alle temperature così come la Lotus… ed i campionati non si vincono così.

    • Il progetto della doppia pull rod si è rivelato un mezzo flop, la stessa mclaren che ha seguito la medesima filosofia è andata in crisi dopo un 2012 al top, sembra che anche la turbo seguirà la stessa strada quindi ci aspettano ancora stagioni difficili

  • Ferrarista87

    “Spero che le parole di Rivola chiudano la bocca a chi ancora imcolpa i piloti dei problemi in qualifica! In prova fatichiamo perché non riusciamo a mandare in temperatura gli pneumatici in un tempo utile da poter fare un tempo all’altezza di Red Bull e Mercedes, ma questo svantaggio poi diventa la nostra forza in gara, dove spesso abbiamo un passo migliore degli altri che ci consente di recuperare diverse posizioni. E’ chiaro che stiamo lavorando per trovare il giusto compromesso, anche perché ora fatichiamo molto nelle curve che richiedono molta trazione, avendo gli pneumatici più freddi rispetto alla diretta concorrenza“.

    Spero che le parole di Rivola chiudano la bocca a chi continua ad accusare i piloti dei problemi in qualifica!

    • F1 - Ferrari

      Un pilota può sbagliare 1/2/3/4 qualifiche……ma non può sbagliare per quasi 3 stagioni!

      E’ ovvio che vi è un problema di fondo relativo alle nostre vetture.
      Problema che, a quanto pare, non si riesce a risolvere.

      Poi se a qualcuno stanno antipatici sia Alonso che Massa….beh….problemi loro.

      • 3 stagioni? Mi deludi F1-Ferrari! (In amicizia ovviamente XD)
        Non ti ricordi le incredibili pole di Monza e soprattutto Singapore 2010? Ad inizio 2012 poi, fare una brutta qualifica significava non entrare in Q3, ma non mi pare sia mai successo, e poi le pole di Inghilterra e Germania.
        Credo che la F138 sia andata ad esasperare il problema di fondo delle ultime Ferrari, cioè quello di non scaldare bene le gomme, questo ha il risvolto positivo di trattarle meglio in gara. Ovviamente sto parlando delle gomme 2013, sulle quali è stato giustamente costruito il progetto, al contrario di qualcun altro che per incapacità o presunzione ha preferito fare di testa sua andando poi a frignare perche’ non andava bene e per ottenere quello che voleva.

      • F1 - Ferrari

        Ti deludo michelle? XD Perchè??

        Quasi 3 stagioni….esatto da Monza/Singapore 2010.
        Le due pole del 2012 (Silverstone, Hockenheim) le ho messe da parte…perché sono giunte su pista bagnata.

        Dove ho sbagliato? :-)

      • Ops, avevo letto male il primo commento! Sorry 😛

      • F1 - Ferrari

        Ah ok! 😉

  • La è troppo pure per loro.

  • tatanka2003

    Andate a correre su Mercurio…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!