Ferrari: al Nurburgring qualifiche all’insegna del tatticismo

6 luglio 2013 17:32 Scritto da: Valentina Costa

Nell’ultimo “run” della Q3 le Rosse scendono in pista con gomme medie, rinunciando alla lotta per la pole, per garantirsi domani un primo stint di gara più lungo rispetto agli avversari. Il risultato è la conquista della quarta fila: settimo Massa, ottavo Alonso. Ma la F138 appare assai più competitiva.

GP GERMANIA F1/2013La scelta era arrivare quinti o sesti con le soft; oppure sesti o settimi su medium in vista di una migliore gara. Vedremo domani se abbiamo fatto bene”. C’è molto realismo nelle parole di Fernando Alonso alla fine delle qualifiche del Gp di Germania. Assai consapevoli dei sei decimi di distacco pagati a Redbull e Mercedes sul giro lanciato, ma altrettanto sicuri del buon passo gara della F138 con le gomme soft, in casa del Cavallino Rampante si è scelto di preservare interamente un set di mescole morbide per la corsa di domani e di presentarsi sulla griglia di partenza con gomme medie: garanzia, queste ultime, di una prima parte di gara assai più lunga rispetto a quella che saranno costretti a condurre gli avversari che stanno davanti, le due Redbull, le Lotus, la Toro Rosso di Ricciardo, e una Mercedes orfana di Nico Rosberg per un banale errore dei box.

Le due Ferrari, questo pomeriggio, sono apparse assai più in condizione rispetto alle prove libere, forse a causa delle alte temperature registratesi sul tracciato (ben 41 i gradi sull’asfalto). Alonso e Massa nel Q1 sono scesi in pista per un solo “run” utilizzando, a differenza delle Redbull e delle Mercedes, un treno di gomme Soft. L’asturiano ha ottenuto il suo miglior tempo nel primo giro lanciato (1’30”709), garantendosi una tranquilla terza posizione; mentre Massa ha migliorato il proprio parziale nel secondo tentativo, ottenendo il miglior crono di tutta la Q1: 1’30”574. Un’indicazione, quest’ultima, dell’ottimo feeling instauratosi su questo tracciato tra la F138 e le gomme morbide portate per l’occasione dalla Pirelli.

Nella Q2 è stato di nuovo Felipe Massa, quanto mai deciso e concentrato dopo gli ultimi incidenti in prova, a far segnare il miglior tempo sul giro. Le due Ferrari sono scese in pista inizialmente con le mescole usate nel Q1; negli ultimi cinque minuti hanno invece montato pneumatici nuovi (il secondo treno di gomme morbide, sui tre a disposizione per ogni pilota). Il brasiliano ha abbattuto il muro dell’1’30”, facendo segnare il miglior tempo della seconda parte delle qualifiche: 1’29”825. Terzo parziale per Fernando Alonso, che ha girato in 1’29”962.

Le Rosse sono giunte in Q3 con un unico treno di mescole morbide non usate, dunque con una sola chance per giocarsi la pole position. Alonso e Massa sono scesi subito in pista con gli pneumatici della sessione precedente: non hanno però fatto segnare alcun tempo sul giro. A quattro minuti dalla bandiera a scacchi, il colpo di scena: i due ferraristi ritornano sul tracciato con gomme medie, circa un secondo più lente delle soft montate dagli avversari, rinunciando dunque scientemente alla lotta per la prima fila. Fernando Alonso ferma il cronometro sul tempo di 1’31”209. Meglio di lui, subito dopo, fa Felipe Massa, che ottiene il settimo tempo in un 1’31”126.

Ero messo bene con la macchina, quando montavo gomme soft”, afferma Felipe Massa. “Ma non avevamo la vettura per fare la pole. Forse potevamo lottare per la quarta posizione. Quindi abbiamo scelto di arrivare settimi, ma con una strategia migliore. Speriamo che funzioni”.

Partirà ottavo Fernando Alonso, dal lato sporco della griglia. “Non è stato un errore non lottare per la pole”, sostiene l’asturiano. “Per tutto il weekend siamo stati 6 decimi più lenti dei primi”. Appare ottimista il pilota spagnolo, che su Twitter dichiara: “Buone le qualifiche di oggi! Se domani avremo un buon ritmo, la strategia differente che abbiamo scelto ci consentirà di recuperare posizioni“.

La scelta di andare in pista con gomme medie è frutto delle informazioni raccolte stamattina e ieri nelle prove”, dichiara Stefano Domenicali. “Una valutazione fatta in prospettiva della gara di domani. Vedremo se ci abbiamo preso, o no. In ogni caso siamo esattamente dove pensavamo di essere: la macchina è apparsa competitiva, soprattutto in Q2”. Conclude il Team Principal della Ferrari: “La gara domani non si deciderà nei primi due giri. Ma il primo stint sarà sicuramente molto importante”.

Al di là delle dichiarazioni, è sembrato che nel loro giro lanciato su gomme medie né Alonso, né Massa, abbiano forzato più di tanto il proprio ritmo, mostrandosi molto “gentili” sui cordoli. Un tatticismo sfoderato forse per preservare al massimo gli pneumatici da ogni rischio di usura e degrado, in vista di una prima parte di gara da correre con ritmo costante e senza strapazzi, a cui far seguire una “remuntada” su gomme soft.

62 Commenti

  • Leggendo e rileggendo i post dei commenti si vede che questa nuova strategia Ferrari ha aperto enormi discussioni tra favorevoli, possibilisti e detrattori.
    Però una cosa va detta: almeno non abbiamo visto un immobilismo Ferrari degradate psicologicamente.
    TI devi difendere non avendo la macchina migliore? Allora azzarda una strategia ed attacca con quella.
    Io preferisco perdere giocando d’azzardo all’attacco, che facendo il passivo come spesso ci è succcesso.
    LA pista ci dirà la verità oggi.

    • Oggi è una di quelle volte in cui se va bene sono degli Dei, se va male sono dei p*rla.
      In entrambi i casi ci saranno un sacco di “l’avevo detto io”.
      Fatto sta che con una strategia classica potevamo ambire al massimo al podio, con questa strategia si aprono parecchie possibilità, anche molto interessanti.

      • confidiamo in…Zorronso!

      • Alla fine è andata così così, per non dire male. Il bicchiere é mezzo vuoto, Vettel è di nuovo scappato nel mondiale e per me questo mondiale è già segnato o quasi.

      • Vero. Visto il passo con le medie nello stint centrale forse con una strategia classica avremmo fatto podio. Mi stupisce molto la lentezza nel primo stint.

  • dico la mia, ci sn 2 xò!!

    1) le ferrari con temperature alte avendo le medie dovrebbero potrebbero essere super competitive e mentre gli altri con le soft con carico pieno dovrebbero dopo 5-7 giri andare in crisi, prima luce rossa, non è detto che la concorrenza facendo il cambio siano più veloci della ferrari, poichè ha avuto 5 giri per mandare in temperatura i pneumatici, inoltre gli altri avrebbero 20 sec da recuperare ed inoltre entrerebbero nel traffico senza contare poi le temperature-asfalto(vedesi barcellona) quindi se la ferrari riesce a far durare 25 giri è apposto farebbero 2 stint da 25 giri e 1 da 10
    2) l’altro xò è la lotus che potrebbe fa durare le soft 5 giri in più degli altri, ma potrebbe cmq rivelarsi un alleato piuttosto che un avversario x le ferrari

    in pratica nn credo che la concorrenza riuscirà a scappare con le soft magari in quei 5 giri riescono a mettere un certo gap 5-8 sec, ma poi…con il cambio, la ferrari potrebbe avere tra i 13-20sec di vantaggio,visione super negativa la red potrebbe pure andare fortissima e recuperarci 7-8 decimi al giro con le med, ma dopo 8-10 giri cioè dopo 10sec recuperati comincia anche x loro il decadimento specie nel traffico e specie nel tirare al max, mentre le ferrari a pista libera i pneu sn meno sotto pressione bo staremo a vedere la ferrari credo abbia messo in pratica la strategia più logica consapevoli che la loro macchina con le alte temperature viste in qualifica era molto competitiva potrebbe uscire una barcellona 2 vediamo

  • Se subito dopo le qualifiche ero “abbastanza fiducioso” della strategia Ferrari, dopo aver sentito l’intervista di Domenicali a Stella Bruno, lo sono al 100%.
    La sua espressione diceva molto più delle sue parole!

    Forza Ferrari Go!

    • Si ma non è quello che diceva presto in pole ho da 4 anni la miglior macchina ,bla,bla,bla,bla……..

      • Che l’analisi dei dati dica che quella è la scelta giusta in Ferrari è sicuro altrimenti non avrebbero rischiato la strategia su tutte e due le monoposto!
        Sono le analisi dei dati che determinano la scelta da fare non la “pancia” dei managers!

  • Vi pongo una domanda che mi frulla in testa da una settimana, secondo voi lo scatto di massa alla partenza del gp di silverstone è frutto di un caso oppure la ferrari ha ottimizzato il sistema di partenza? Quando ho visto massa schizzare di fianco ad alonso a velocità doppia mi è venuto un colpo, ho pensato subito ad una partenza anticipata ma non era così. Potrebbe essere una cosa sensata o è solo frutto della mia fantasia?

    • Il sistema di partenza della Ferrari è il migliore della F1.
      Massa, a differenza del suo compagno di squadra, aveva pneumatici nuovissimi e ha trovato il corridoio giusto per insediarsi tra le prime posizioni.
      Fernando, in quella occasione, montava pneumatici usurati che non gli hanno garantito il giusto grip, causando il pattinamento degli stessi.

    • Non si parte in quel modo per caso… Oggi però non so se rivedremo scatti simili, le F138 sono su gomme medie, certo che un paio di posizioni guadagnate al via ci aiuterebbero non poco.

      • Vediamo come scattano le ferrari oggi, se quella partenza non è venuta per caso credo che la ferrari abbia trovato la soluzione per ovviare al problema delle qualifiche

  • anche io ho detto occhio alle lotus,andrebbe benissimo se entrambe le lotus fossero competitive e se riuscissero a togliere punti a vettel.
    Se invece li dovessero togliere solo a noi, sarebbe una tragedia!! 😀

  • RedFerrari96

    Speriamo nella scelta della Ferrari, io sono positivo. Domani, i mastini come gli ha definiti Boselli dovranno partire bene, fare un primo stint lungo ovviamente e speriamo veloce ,poi un altro stint lungo sperando che gli avversari abbiano problemi di traffico ,anche se dubito, e alla fine all’attacco con le Soft, che sono le gomme migliori per noi. Dai Ragazzi. Non dobbiamo perdere altri punti sopratutto da Vettel ma anche dalla Red Bull per il costruttori.

  • fittipaldi

    Spero tanto di essere smentito domani pomeriggio ma ho paura che sia l’ennesimo HARA KIRI di Casa Modena…….

  • Scelta non dico azzardata,ma inconsueta sì.
    Come siamo ridotti…
    Domani i primi guadagneranno tantissimo e sarà difficile…
    Ci spero ma ci credo solo quando lo vedo…e bo.
    Comunque sono d’accordo con la scelta Ferrari,fare il risultato sarebbe clamoroso.

  • Finalmente una Ferrari all attacco e che si distingue dalle altre scuderie. Con le temperature previste domani, ancora piu alte di quelle di oggi, le simulazioni del venerdi saranno totalmente falsate. il sorrisino di Vettel a fine qualifica la dice lunga su come la Ferrari abbia spiazzato un po tutti. Mi sa che domani ne vedremo delle belle!

  • Ora faccio una domanda da ignorantissimo in materia: ma se il problema della Ferrari in qualifica è dovuto solo ai pneumatici che non arrivano in tempo alla temperatura, per quale motivo non è possibile usare delle termocoperte che scaldino di più?
    Ovviamente non è fattibile altrimenti ci avrebbero già pensato, ma mi piacerebbe capire perchè non sarebbe una soluzione….

    • Giuseppe.Ferrari

      perchè si richierebbe di surriscaldare troppo il pneumatico all’esterno e poco il pneumatico all’interno…la stessa cosa che succede al pollo in forno..

    • Diventerebbero dei budini…

    • xkè i pneu si vetrificherebbero, io invece non capisco perchè non inventano una sospensione camber che si adatta al peso vettura/velocita mi spiego, quando la macchina è leggera va a mettere sotto pressione il pneumatico man mano che la velocità aumenta così da tirar fuori la prestazione riscaldandolo, mentre contrario quando la macchina è pesante e lenta è più conservatrice, x me la red usa questo sistema ricordiamoci nel 2012cosa era saltato fuori e poi non capisco perchè non fanno un effetto venturi con indirizzamento dell’aria sia sull’ala anteriore sia nella pancia-fondo della vettura in questo modo quando fanno una curva a destra l’aria entrerebbe a sinistra, che con effetto venturi accelerando, produrebbe calore e quindi peso da schiacciare la vettura e renderla più stabile e poi xkè nn migliorano la trazione cambiando magari le marce… bo

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!