Ferrari: al Nurburgring qualifiche all’insegna del tatticismo

6 luglio 2013 17:32 Scritto da: Valentina Costa

Nell’ultimo “run” della Q3 le Rosse scendono in pista con gomme medie, rinunciando alla lotta per la pole, per garantirsi domani un primo stint di gara più lungo rispetto agli avversari. Il risultato è la conquista della quarta fila: settimo Massa, ottavo Alonso. Ma la F138 appare assai più competitiva.

GP GERMANIA F1/2013La scelta era arrivare quinti o sesti con le soft; oppure sesti o settimi su medium in vista di una migliore gara. Vedremo domani se abbiamo fatto bene”. C’è molto realismo nelle parole di Fernando Alonso alla fine delle qualifiche del Gp di Germania. Assai consapevoli dei sei decimi di distacco pagati a Redbull e Mercedes sul giro lanciato, ma altrettanto sicuri del buon passo gara della F138 con le gomme soft, in casa del Cavallino Rampante si è scelto di preservare interamente un set di mescole morbide per la corsa di domani e di presentarsi sulla griglia di partenza con gomme medie: garanzia, queste ultime, di una prima parte di gara assai più lunga rispetto a quella che saranno costretti a condurre gli avversari che stanno davanti, le due Redbull, le Lotus, la Toro Rosso di Ricciardo, e una Mercedes orfana di Nico Rosberg per un banale errore dei box.

Le due Ferrari, questo pomeriggio, sono apparse assai più in condizione rispetto alle prove libere, forse a causa delle alte temperature registratesi sul tracciato (ben 41 i gradi sull’asfalto). Alonso e Massa nel Q1 sono scesi in pista per un solo “run” utilizzando, a differenza delle Redbull e delle Mercedes, un treno di gomme Soft. L’asturiano ha ottenuto il suo miglior tempo nel primo giro lanciato (1’30”709), garantendosi una tranquilla terza posizione; mentre Massa ha migliorato il proprio parziale nel secondo tentativo, ottenendo il miglior crono di tutta la Q1: 1’30”574. Un’indicazione, quest’ultima, dell’ottimo feeling instauratosi su questo tracciato tra la F138 e le gomme morbide portate per l’occasione dalla Pirelli.

Nella Q2 è stato di nuovo Felipe Massa, quanto mai deciso e concentrato dopo gli ultimi incidenti in prova, a far segnare il miglior tempo sul giro. Le due Ferrari sono scese in pista inizialmente con le mescole usate nel Q1; negli ultimi cinque minuti hanno invece montato pneumatici nuovi (il secondo treno di gomme morbide, sui tre a disposizione per ogni pilota). Il brasiliano ha abbattuto il muro dell’1’30”, facendo segnare il miglior tempo della seconda parte delle qualifiche: 1’29”825. Terzo parziale per Fernando Alonso, che ha girato in 1’29”962.

Le Rosse sono giunte in Q3 con un unico treno di mescole morbide non usate, dunque con una sola chance per giocarsi la pole position. Alonso e Massa sono scesi subito in pista con gli pneumatici della sessione precedente: non hanno però fatto segnare alcun tempo sul giro. A quattro minuti dalla bandiera a scacchi, il colpo di scena: i due ferraristi ritornano sul tracciato con gomme medie, circa un secondo più lente delle soft montate dagli avversari, rinunciando dunque scientemente alla lotta per la prima fila. Fernando Alonso ferma il cronometro sul tempo di 1’31”209. Meglio di lui, subito dopo, fa Felipe Massa, che ottiene il settimo tempo in un 1’31”126.

Ero messo bene con la macchina, quando montavo gomme soft”, afferma Felipe Massa. “Ma non avevamo la vettura per fare la pole. Forse potevamo lottare per la quarta posizione. Quindi abbiamo scelto di arrivare settimi, ma con una strategia migliore. Speriamo che funzioni”.

Partirà ottavo Fernando Alonso, dal lato sporco della griglia. “Non è stato un errore non lottare per la pole”, sostiene l’asturiano. “Per tutto il weekend siamo stati 6 decimi più lenti dei primi”. Appare ottimista il pilota spagnolo, che su Twitter dichiara: “Buone le qualifiche di oggi! Se domani avremo un buon ritmo, la strategia differente che abbiamo scelto ci consentirà di recuperare posizioni“.

La scelta di andare in pista con gomme medie è frutto delle informazioni raccolte stamattina e ieri nelle prove”, dichiara Stefano Domenicali. “Una valutazione fatta in prospettiva della gara di domani. Vedremo se ci abbiamo preso, o no. In ogni caso siamo esattamente dove pensavamo di essere: la macchina è apparsa competitiva, soprattutto in Q2”. Conclude il Team Principal della Ferrari: “La gara domani non si deciderà nei primi due giri. Ma il primo stint sarà sicuramente molto importante”.

Al di là delle dichiarazioni, è sembrato che nel loro giro lanciato su gomme medie né Alonso, né Massa, abbiano forzato più di tanto il proprio ritmo, mostrandosi molto “gentili” sui cordoli. Un tatticismo sfoderato forse per preservare al massimo gli pneumatici da ogni rischio di usura e degrado, in vista di una prima parte di gara da correre con ritmo costante e senza strapazzi, a cui far seguire una “remuntada” su gomme soft.

62 Commenti

  • A silverstone Button e partito con le gomme dure e Perez con le medie, e abbiamo visto Button distruggere le gomme in soli 12 giri e Perez e andato più forte facendo un stint più lungo. Non sto mettendo la Ferrari ai livelli della Mclaren e nemmeno Alonso ai livelli di Button ma se avessero lo stesso problema avuto da Button nello scorso gran premio sarebbe un peccato perché la Ferrari poteva fare come minimo un sesto posto con le soft in qualifica. Poi un altro trend di questa stagione e che, chi si ferma prima guadagna su chi si ferma dopo. Secondo me la Ferrari ha preso un grosso rischio ma se si rivela vincente possono arrivare come minimo secondi.

    • tieni conto però che button sul fatto di conservare le gomme forse non è secondo a nessuno, e non parlo di macchina, ma di pilota!

    • MotoreAsincronoTrifase

      partendo nel gruppo con gomme di almeno 1 sec. piu’ lente secondo me le distruggera’ nella bagarre e nelle lotte per non farsi passare. Mentre hamilton e vettel con pista libera preserveranno alla grande le loro gomme morbide. Per me e’ un non sense, in fondo se tutti gli altri non hanno pensato a farlo un motivo ci sara’. Senza considerare che col tempo di massa in q2 sarebbe arrivato quarto, e dopo la pista e’ anche migliorata. Secondo me pèotevano giocarsela tranquillamente per la seconda fila.

  • Giuseppe.Ferrari

    Io però vorrei capire una cosa: perchè la Ferrari soffre in qualifica mentre in gara è la migliore? L’Ingegner Rivola ha detto che si tratta di mandare in temperatura le gomme, ma secondo me il motivo è un altro oltre a questo. Davvero non capisco come questo possa essere possibile. Non può essere neanche una questione di assetti perchè tra sabato e domenica le macchine non possono essere cambiate, quindi veramente boh..

  • ferrarista per sempre

    all’inizio sono rimasto un pò scioccato da quelle gomme dure in q3, comunque forse era la cosa più giusta da fare, sperando che domani la temperatura raggiunga almeno i 40 gradi come oggi o, almeno, che non piova

  • Io ho visto un Vettel che è andato nel panico quando ha visto le gomme bianche di Alonso. Alla fine Vettel deve marcare Alonso… La situazione della Ferrari non è delle piu’ rosee ma credo sia una scelta azzeccata, d’altra parte con queste gomme la Rossa non ha niente da perdere, bisogna in qualche modo recuperare … Domani sara’ una gara difficile per Vettel per tante ragioni prima di tutto dovra’ lottare con Hamilton e contro se stesso visto che ha ancora manie di grandezza e vorra’ sicuramente tentare il tutto per tutto per vincere ed inoltre dovra’ controllare Alonso… secondo il mio parere se Alonso riesce a stare davanti a Vettel dopo la prima sosta il bimbominkia potrebbe fare una minkiata…
    una cosa è fare una gara senza nessuno un altra è lottare con Hamilton e controllare Alonso. Certo ritornando alla realta’ la Ferrari ha pochissime speranze di tornare in lotta per il titolo ma in questa gara con un altro miracolo si potrebbe guadagnare tempo cercando un miracoloso recupero con le nuove gomme e le modifiche alla monoposto…

    • Bisogna stare attenti, in questa gara Vettel tirerà fuori l’anima, dato che se dovesse fare un altro 0 Alonso potrebbepareggerebbe i conti…

      • Conoscendo Vettel cerchera’ di vincere ….. costi quello che costi… non si accontentera’ della seconda posizione, questo gioca a favore della Ferrari se Hamilton riuscira’ a contenerlo e a lottare con lui.

    • anche l anno scorso avevano poche speranze eppure se l’è giocata fino alla ultima gara

    • Attenzione pero’ forse mi sono fatto calcare la mano … Vettel bimbominkia come battuta è un campione su questo non ci sono dubbi, pero’ se messo sotto pressione e sopratutto nel corpo a corpo perde molte delle sua capicita’ è un pilota fortissimo a pista libera… non è scarso nel corpo a corpo ma non è il suo forte… ed inoltre non riesce ad avere una visione di gara come Alonso.

    • s3b v3tt3l

      fumi troppi spinelli zioture!!!

      • Io fumo e tu ” Manci pani Scurdatu ” come si dice in sicilia… La vaccata fatta contro Webber dimostra le manie di grandezza di Vettel che a casa sua tentera’ di vincere anche rischiando punti per il titolo

      • si dice “canne” per diamine, CANNE !!!

      • Zio ture, mi inchino..

      • secondo me Vettel non ha fatto nessuna “vaccata” contro Webber, è stato il sorpasso più bello che io abbia mai visto. Per di più, tra i due, quello con i nervi più saldi e proprio Sebastian, considerata la reazione di Webber, che ha deciso non solo di cambiare squadra, ma di cambiare proprio sport!
        A conti fatti chi è che ha i nervi più saldi?

        Comunque, secondo me, Seb ha le stesse possibilità di vincere di Hamilton, anche partendo secondo.

      • dave secondo me webber ha avuto solo tante palle, perchè non è accompagnato dalla squadra, che favorisce in modo stupido vettel quando potrebbe benissimo dare un ordine di scuderia, che è stato dato, ma da chi non è stato rispettato?

  • Il bello potrebbe essere che gli altri siano portati a spingere sempre perchè forse non possono sapere cosa fanno in ferrari come tempi e soste…

    • Alonso ha giocato a Scacchi, la migliore difesa è il miglior attacco.. poi c’è Vettel che vorra’ strafare a casa sua … e poi c’è Hamilton che conosciamo bene. In questo momento credo sia la migliore mossa perche’ la Ferrari è palesemente indietro… e non per demeriti ma per la faccenda che conosciamo…

  • Considerando che l’obiettivo minimo deve per forza essere arrivare davanti a Vettel e considerando che Alonso in q3 non spingeva come un forsennato dando l’idea di voler preservare le gomme credo che siano abbastanza sicuri di se stessi, altrimenti Alonso avrebbe almeno provato a spingere al massimo anche se con le gomme medie…..
    È forse contano anche su un notevole degrado da parte di Mercedes e redbull che li costringa a rallentare un po’ il ritmo, d’altronde finora quando la Pirelli ha portato medie e soft loro hanno un po’ patto il degrado, aggiungi che domani le temperature dovrebbero salire……..
    Speriamo che alla Ferrari ci abbiano visto giusto!

  • Comunque con la temperatura più alta mi sembra si sia vista una Ferrari più competitiva anzi trasformata rispetto alle FP3. La seconda fila ritengo fosse alla portata di Alonso. Cmq domani si vedrà….se andrà bene avranno fatto una giocata da fenomeni altrimenti passeranno da polli!

  • se come credo i primi si fermeranno dopo 7 – 8 giri e kimi dopo 10 -11 forse , la ferrari potrebbe fermarsi intorno al 20 giro mettere di nuovo le medie e poi per gli ultimi 10 giri mettere le soft che però saresti al limite perche 7 – 8 giri con poca benzina le soft te li fanno sicuro ma gia da piu di 7 comincia a diventare dura , l’importante sarà che gli altri abbiano un degrado forte e immediato con le soft all inizio e che quando si fermeranno per l’ultima sosta e mettere la soft nuova alonso e massa non abbiano piu di 10 – 12 secondi di ritardo da quelli davanti

    • Goodyear4F1

      Sì una cosa così potrebbe favorire la Ferrari, soprattutto se gli altri dopo la prima sosta si troveranno a centro gruppo e perderanno secondi preziosi…tutto dipenderà da quanto dureranno le soft al primo stint. Meno dureranno e meglio sarà per la Ferrari.

    • come possono avere solo 10 secondi se ti fermi al 20°giro i primi 4 (almeno)li perdi dovuta alla posizione in griglia,in 20 giri gl’altri,6/7 secondi se non di più li guadagnano con le soft,10/12 almeno nei restanti giri.

    • o le mettono a metà gara…

      • esatto anche secondo e’ piu probabile le mettano nello stint centrale, se le mettono nell’ultimo stint qualora ci fosse un forte degrado non possono rifermarsi..mentre a metà gara appena i tempi arrivano al livello dell dure potrebbero fermarsi e montare le dure senza rischi,

    • Le Rb avevano un alto degrado con le soft anche ieri dopo 6 giri circa, tanto che al 7.mo Vettel aveva alzato il ritmo di più di un secondo. Con questa strategia se Alonso passa indenne i primi 7-8 giri, magari facendo anche qualche sorpasso, può puntare come minimo al podio. Cmq, secondo me, sono da tenere d’occhio anche le Lotus.

  • Probabilmente non avevano grandi alternative, anche se una buona strategia per essere tale dovrebbe essere inaspettata …

  • Probabilmente non avevano grandi alternative, anche se una buona strategia per essere tale dovrebbe essere inaspettata…

  • la red bull fara 3 soste domani vedrete

  • Goodyear4F1

    Salvo sorprese la strategia Ferrari di domani sarà M-M-S dove cercheranno di far durare il più possibile i primi due stint. L’importante sarà la partenza, per non perdere posizioni al via con le medium che hanno meno grip delle soft, e il primo stint, dove a disparità di gomme si dovrà cercare di perdere il meno possibile dai primi. Se il distacco resta nei 20 secondi dopo i primi due stint di gara si può pensare al podio.

    • Così neanche il podio vedi,pensaci bene se fai 25 giri con il primo è 25 con il secondo in 10 giri con le soft al massimo recuperi 20 secondi.Ma con una sosta in più hai i 10 giri finali più 50 giri con gomme sempre piu fresche degl’altri.

      • Goodyear4F1

        Sì ma con una sosta in più hai altri 20 secondi da recuperare e se il tuo passo con le medium non è almeno mezzo secondo migliore degli altri (cosa che dubito per la Ferrari) rischi di arrivare peggio di come sei partito. No credo che la strategia Ferrari è su due soste, solo che cercheranno di lasciare più giri, 10-12, con le soft alla fine e cercheranno di recuperare un po’.

      • Comunque il degrado è importante pure con le medie,ed averle piu fresche è sempre un vantaggio.

  • Allora avevo visto bene! Nessuno dei due ha spinto.
    Se riusciamo a mantenere un distacco accettabile all’inizio questa strategia può pagare.

  • Alonso che dice potevamo fare quinti-sesti..ma dove?Massa in Q2 ha fatto meglio di kimi in Q3..e dobbiamo considerare che ogni secondo la pista migliorava..oggi potevamo fare tranquillamente 4°-5° e con un po di fortuna si poteva prendere anche webber che alla fine ha fatto 1.29.6 .. però anchio avrei fatto questa strategia!

  • secondo me la ferrari andrà all’attacco facendo una sosta in più.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!