GP Germania 2013: Performance Report

8 luglio 2013 16:41 Scritto da: Rodi Basso

basso_intro

Cari amici di BlogF1,
torniamo all’analisi numerica delle prestazioni per scoprire la distanza in laptime tra i vari Team con poca benzina e la capacità di sviluppo ed innovazione dei vari Team.

Partiamo dal grafico:

Lowfuel

Red Bull: è ancora il Team da battere. Il duo veicolo-pilota esprime in qualifica e in gara una performance consistente e merita di essere in cima alle classifiche.

Mercedes: è dal Bahrain il Team più veloce in qualifica. Questo weekend Hamilton ha sudato prima di trovare la sua performance in qualifica. Il dato che si evince sul grafico per Nurburgring tiene conto di questo e quindi abbassa la media del Team di Brackley. Se si esclude il Nurburgring, da Monaco ha dimostrato di essere 3-4 decimi più forte di Redbull in qualifica e sembra aver trovato più consistenza in gara.

Lotus: come Ferrari, esibiscono un trend di performance che dalla Spagna tende a peggiorare sul giro secco. Da capire se le modifiche apportate siano state negative. In gara sono i più vicini al duo Redbull – Mercedes.

Ferrari: come Lotus, a Nurburgring sembrano aver sofferto maggiormente le alte temperature. Anche nel loro caso, il dato di Nurburgring è inficiato dalla scelta strategica di Q3 (utilizzare le medie per puntare ad un primo stint più lungo). Trovo molto strano quello che sta succedendo a Massa. Felipe va forte ed è in forma, lo dimostrano le due prime sessioni di qualifica. Ma da Monaco continua a perdere la macchina in frenata. Se lavorassi con lui, chiederei di cambiare il fondo della macchina se non l’hanno già fatto…c’è qualcosa che non torna.

Toro Rosso: sono passati i tempi della mitica Minardi. Il Team di Faenza avrà avuto maggiori attenzioni finanziare dal magnate austriaco e sta costruendo un gruppo forte. Se si esclude Mclaren, che a inizio campionato viveva nel mondo delle simulazioni, Toro Rosso è il team che ha portato in pista i più efficienti sviluppi vettura migliorando di circa 0.75 secondi:

InnoTrend

Differenza dei laptime gap da Melbourne a Nurburgring

Mclaren, Force India e Sauber sono lì a lottare per la classifica. Il valore per Ferrari è ancora “sporcato” dalla strategia dell’ultima Q3. Credo che il suo miglioramento sia stato almeno come quello di Lotus.

E’ interessante notare come la pole ideale in qualifica, calcolata semplicemente come la somma dei migliori intermedi, sia circa due decimi più veloce del tempo fatto da Hamilton. Ed in più ogni best intermediate è stato fatto da piloti diversi. Questo indica come sia stato difficile “mettere insieme un giro veloce” per le gomme o per la macchina stessa in quelle condizioni della pista.

Altro indizio tecnico è che la peggiore performance in qualifica da parte del duo mercedes è nel S2. Ovviamente parliamo relativamente al best intermediate. In quel settore le curve sono mid-high speed con cambi di direzione e quindi hanno bisogno di carico e soprattutto bilancio a quelle velocità. Mentre S1 e S2 sono settori da carico aerodinamico perché lente e, quindi, legate a stabilità in frenata e trazione. Questo ci dice che se le tutte macchine rimanessero uguali in Ungheria, anche lì mi aspetterei una Mercedes leggermente più in difficoltà in S2 rispetto a Redbull e Lotus.

A fine mese ci ritroveremo all’Hungaroring, un circuito da bassissima aderenza, top speed elevate e cambi di direzione da media velocità. Le prime due caratteristiche farebbero puntare a carichi aerodinamici opposti, mentre la terza caratteristica del circuito invoca bilancio. In questo mondo è molto difficile ma ci provo comunque: non mi aspetto un risultato in qualifica molto diverso dalle qualifiche del Nurburgring, a meno di eventuali novità che i Team porteranno in vettura.

Per ingannare l’attesa da qui al prossimo Gran Premio, vi proporrò presto un approfondimento sulla cultura del Motorsport. Stay tuned! Nel frattempo, vi auguro tanta performance ed una buona vita!

31 Commenti

  • Aaah, Ing. Basso rimango sempre ammirato dai suoi articoli, quest’ultimo in particolare l’ho trovato meraviglioso!
    Vorrei chiederle due cose:

    1: I “Tourning Vanes” (non so se ho scritto in modo corretto)che sta usando la Ferrari dovrebbero pulire e indirizzare meglio i flussi indirizzati al sottoscocca, dalla Cina al Nurburgring ho visto che sono aumentati per forma e diametro, secondo lei questa soluzione potrebbe essere resa ancora più efficiente usando materiali più flessibili, in modo tale da aumentare in qualche modo il carico aerodinamico in curva, fluttuando a destra e sinistra a seconda delle curve? Secondo lei è fattibile o la mia fantasia è troppo elevata??? ;-()

    Il Test di Silverstone potrebbe aiutare tutti a migliorare la propria monoposto, può essere però che la Red Bull sia già al limite dello sviluppo e che magari siano altri (non necessariamente la Ferrari) a fare un significativo balzo in avanti (ad esempio penserei a Lotus e Force India viste le buone prestazioni delle rispettive vetture…?
    Grazie per l’attenzione e come sempre complimenti per la sua rubrica!!!

    • Rodi Basso

      1. Ricordo Newey andare a verificare di persona la rigidezza e l’installazione dei turning vanes. Devono essere super rigidi! una loro oscillazione introdurre un’oscillazione anche nelle turbolenze intorno e sotto la macchina.
      2. Sicuramente tutti proveranno a migliorarsi. Anche Redbull ha i suoi margini, non credo sia al top. Sicuramente ha il miglior compromesso tra low e high speed (soprattutto quest’ultima parte). Se Mercedes trova carico e/o bilancio in high speed, non la batte più nessuno. E confido sempre nelle capacità dei miei ex-colleghi Ferrari: arriveranno con una “dragata”. Almeno spero per loro.

      • Ok, quindi i turning vanes devono essere rigidi ok, Mercedes però sembrerebbe esclusa dai test di silverstone, chiaro però che se risolvono quei problemi non li becca più nessuno, concordo in pieno, speriamo per il bene dello spettacolo che la lotta sia serrata fino alla fine..!
        Grazie ingegnere, a presto..!!!

  • Intanto complimenti per l’articolo Ing. Basso!! Per quanto riguarda Massa sono d’accordo con lei, ci deve essere qualcosa che non va perchè un pilota professionista difficilmente sbaglia così tante volte nello stesso fondamentale, in particolare in una cosa che non gli è mai successa tranne negli ultimi 2 mesi. Oppure la Ferrari sta sperimentando qualcosa solo sulla vettura di Massa nel posteriore che destabilizza la frenata!! Un abbozzo di DRD? Non ho visto velocità di punta, ma sembra che Massa sbagli sempre dopo il DRS zone!

    • Goodyear4F1

      Penso che un DRD sulla Ferrari si sarebbe notato, almeno il condotto che porta allo stallo del profilo posteriore. Poi anche in quel caso è difficile che ti faccia perdere il controllo della vettura in frenata. Mi sembra più una questione di meccanica. La mia idea è che Massa abbia uno stile di frenata troppo irruento, con una scalata marce troppo veloce, che questa F138 non riesce a sopportare e lo porta spesso al bloccaggio delle ruote. Però al muretto si dovrebbero accorgere se succede una cosa del genere e informerebbero il pilota. Resta un mistero, però 4 o 5 incidenti simili in frenata ti portano a pensare che il problema non sia solo della macchina.

      • Si potrebbe essere che Massa sia irruento nello scalare e nel frenare ed alla f138 non piaccia, però il mio dubbio è questo, se così fosse avrebbe avuto lo stesso problema dall’inizio dell’anno, invece ha incominciato ad avere questi problemi da 4 gran premi, sarà un problema del pilota, ma dovuto a qualcosa nella macchina che non va.
        La cosa mi viene in mente facendo un paragone, grosjean all’inizio dell’anno ha avuto problemi e andava abbastanza piano..dopo 3 gran premi si sono accorti che qualcosa non andava nel telaio e di colpo Grosj ha ripreso performance.
        Quindi sono d’accordo con te quando dici che il problema non è solo della macchina, però allo stesso tempo non penso sia solo del pilota…io darei un 50-50%. A sto punto la ferrari dovrebbe cercare di capire dove è il problema perchè felipe va forte ma non porta punti a casa…

    • Rodi Basso

      Buon punto…ma ovviamente non ho la risposta che è patrimonio del team…

  • Dobbiamo lavorare sul passo gara trovando il ritmo con le soft/supersoft. E’ difficile vedere i ragazzi sempre perdere posizioni partendo dalla pole! Come on Mercedes! Non mollare…

  • Quest’anno la dichiarazione annuale del meno parole e più fatti è arrivata prima della pausa estiva e da parte di Montezemolo. Mi sa che va in ferie in quel periodo 😀
    Oh tutti gli anni le stesse parole i giornalisti visto che c’è crisi potrebbero risparmiare di presenziare agli eventi o conferenze stampa. Mi aspetto la sfuriata di Alonso allora già ai test e non dopo Monza e le dimissioni di qualcuno per la tradizione di Monza? Vedremo 😀

  • Sta di fatto che sia alla prima staccata di Monaco che alla prima curva del nurb le disconnessioni sono molte, anche Silverstone ha un circuito con moltissime disconessioni e buche..ora io non ho mai guidato una vettura di F1 reale ne tanto meno ho l’esperienza di Rodi Basso..però almeno a me sembrano banali errori di setup e di frenata di Massa..per quanto Rfactor sia poco simulativo (ma molto di piu rispetto ad altri contendenti) sono classici incidenti di frenate e setup sbagliati..

  • La domanda da farsi su Massa non è sul fondo ma sul campo visivo, spero vivamente di sbagliarmi, ma potrebbe essere pericoloso se al posto di un muro ci fosse una vettura.

    • Giuseppe.Ferrari

      se fosse così sbaglierebbe ogni curva, non ti pare che la tua analisi sia alquanto improbabile?

      • Basta compensare un po’ e il problema non si presenta sempre, non penso che non veda proprio, solo che il suo campo visivo a sx è ridotto. Di conseguenza in particolari condizioni, smaneggiamenti di manettini, scalata e specchietto tutto insieme o pioggia etc succede che da quel lato non veda bene e da lí il botto o l’errore. Ma spero di no davvero.

      • Giuseppe.Ferrari

        ripeto, se avesse avuto questi problemi a parte che se ne sarebbero accorti e poi se davvero il suo campo visivo a sinistra fosse limitato, non riuscirebbe ad andar forte perchè non avrebbe la percezione della profondità..e le cose non stanno assolutamente così..

      • Giuse’ vabbè allora non avendo problemi è responsabile della sconfitta nel mondiale costruttori e dei soldi che si perderanno non riuscendo ad arrivare al secondo posto. 😉

      • Giuseppe.Ferrari

        ma che significa scusa? uno se inizia ad andare lento vuol dire che ha problemi di vista? maddai su..

      • No, non va lento, sta pendendo muri e sbaglia curve come non mai negli ultimi due mesi.
        Ha preso una mollata in testa che rischiava di fargli perdere la vista all’occhio sinistro nel 2009 non so se te lo ricordi. E ti dirò gli ultimi due muretti non è che gli abbiano fatto bene.
        Comunque guarda mi sbaglio io basta così… ci risentiamo alla prossima che combina. 😀

  • Parlando seriamente,in effetti,anche a me sorge spontanera la domanda: perche cambiare il fondo piatto,che rapporto c’è con i freni,è una questine di bilanciamento della vettura?

    • Rodi Basso

      Il sistema freni non si cambia da 20 anni se non di più. Non posso credere ad un problema su questo tema a meno di strane interazioni con il freno motore introdotto dal Kers…ma se ci fossero problemi di settaggi, si sarebbero visti e risolti da Monaco ad oggi…

  • Interessante il discorso relativo a Massa…ma esattamente cosa significa “se lavorassi con lui chiederei di cambiare il fondo”? Che spiegazione riusciamo a dare sul fatto che Massa abbia così tante difficoltà a tenere la vettura e perchè del bloccaggio delle ruote posteriori? Non è un errore da pilota di esperienza come Felipe (credo)…Grazie

    • Rodi Basso

      La stabilità della parte posteriore della vettura dipende dal valore assoluto e soprattutto dalla stabilità del carico sul posteriore. Il carico sul posteriore dipende dal lavoro del diffusore (soprattutto) e dall’ala posteriore. Se entrando in curva il carico oscilla, anche il grip sulle gomme posteriori oscilla…

      • Secondo lei ha senso pensare a dei problemi in fase di chiusura del DRS? L’ipotesi era stata ventilata da Gary Anderson durante lo scorso campionato in relazione ai tempi sul giro di qualifica (l’anno scorso il DRS era libero di sabato), leggendo la sua considerazione e ripensando alle poche immagini viste ieri mi è subito venuta in mente questa cosa.

      • Salve ingegnere, a proposito di fondi potrebbe spiegarmi il principio di funzionamento dell’ assetto rake? e soprattutto, il carico che riesce a generare il posteriore della vettura è maggiore col rake o con un normale assetto piatto? Grazie.

  • Rodi, mi sembra ormai evidente che con queste gomme cambiano i valori in campo soprattutto in base alle temperature, caldo a favore di Ferrari e Lotus e fresco a favore di Mercedes. La Red Bull, che come la Mercedes soffriva il caldo, ha avuto la capacità di modificare le caratteristiche dell’auto ed ora va bene, quasi, ovunque. La Ferrari ha peccato di pessimismo secondo me sabato rinunciando ad una posizione migliore in griglia, pianificata a tavolino dopo le prove fredde di venerdì, probabilmente con le temperature di sabato ci sarebbe potuta scappare una seconda fila, non vorrei che tale pessimismo sia dovuto anche alle non eccelse qualifiche fatte quest’anno dal suo pilota di punta.

    • Myriam F2013

      Ottimo e interessante commento fino alla terz’ultima riga. Dopo di che, ecco che vanifichi tutto con la solita ossessione Alonso-qualifiche.

      • E’ più forte di me, non riesco a non metterci sempre un pizzico di sale…

    • Rodi Basso

      Anche se includiamo il ritiro di WEB e la safety car, direi che la Ferrari è arrivata dove può arrivare oggi in gara. Ma ci vorrebbe una sfera di cristallo per dimostrare che con una strategia più aggressiva avrebbe conquistato più punti.

  • ……e ma son troppo complicati stì grafici,io ho fatto solo le elementari,e le ho persino ripetute tre volte!
    Che potrebbe farmi un disegnino più semplice ingegnere?
    Grazie

  • la red bull è cresciuto molto anche in qualifica….è stato soprattutto hamilton a fare la differenza in qualifica sia a silverstone(4 decimi a rosberg)che in germania….sicuramente newey ha trovato il bandolo della matassa e il campionato è finito

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!