Ring da dimenticare per le Toro Rosso

8 luglio 2013 11:45 Scritto da: Alessandro Marzorati

Gara al di sotto delle aspettative per Ricciardo che, partito sesto, conclude con un deludente dodicesimo posto. Continua il periodo nero per Vergne, anche oggi costretto al ritiro.

ricciardo-toro-rosso-2013Erano ben altre le aspettative in casa Toro Rosso per questo Gran Premio di Germania. Dopo i punti pesanti raccolti in terra inglese, la scuderia di Faenza si è presentata al Nurburgring con l’obiettivo di bissare il risultato di Silverstone. E dopo l’ottima qualifica di Daniel Ricciardo, sesto sulla griglia, i presupposti c’erano tutti per ben figurare. Ma l’emozionante gara al Ring, ha detto tutt’altro: Ricciardo dodicesimo e secondo ritiro consecutivo per Vergne, a causa di un problema idraulico. Sicuramente chi ha più da rammaricarsi per i possibili punti lasciati per strada è proprio l’australiano, autore di un inizio gara sicuramente positivo.

Oggi è stata una gara molto frustrante e noiosa per me. Dopo la partenza sono riuscito a tenere la mia posizione ed ero anche in grado di combattere per mantenerla. Ma dopo che ho messo le medie, la mia gara è completamente cambiata. Non sono mai riuscito a mantenere un passo gara sufficiente e soprattutto non riuscivo a spingere come e quando volevo. In frenata la macchina scivolava molto, questo a causa del poco grip. Da li in poi ho dovuto guidare dolcemente, facendomi cosi perdere posizioni e secondi importanti. Purtroppo per ora non posso dirvi perché questo calo di prestazioni con le medie, ma dopo aver analizzato i dati capiremo di più”, ha affermato Daniel.

Come dicevamo, questa è stata un’altra gara da cancellare per il francese Jean-Eric Vergne, costretto al ritiro per un problema idraulico. Dopo i punti pesantissimi di Monaco e Canada, Vergne continua a vedere diminuire il distacco da Ricciardo e sa quanto sia importante battere il proprio compagno di squadra

Oggi c’è davvero poco da dire su questa gara. Non sono mai riuscito ad avere un passo gara sufficiente per tutto il weekend e oggi non ci sono stati cambiamenti. Ho trovato la macchina molto difficile da guidare oggi, e in più al pit-stop stavo per scontrarmi con Di Resta. Al giro 23 mi hanno detto di tornare ai box, dato che la macchina aveva un problema all’impianto idraulico. E’ stato davvero deludente, questo il mio secondo ritiro consecutivo. Un weekend da dimenticare”.

In Toro Rosso sanno che la macchina può tornare a dare prestazioni importanti e lottare per i punti il prima possibile, sfruttando il talento di entrambi i piloti, come tiene a precisare il team principal Franz Tost: “Naturalmente è deludente non prendere neanche un punto dopo che Daniel è riuscito a raggiungere la sesta posizione in prova. Ma oggi non siamo riusciti ad avere il passo che volevamo, Daniel ha fatto quello che ha potuto. Ha provato a lottare con Sauber e Force India, ma è finito dietro ad entrambe. Invece Jean ha avuto un problema idraulico. Con queste settimane di stop, sappiamo che abbiamo da lavorare per ritornare ad essere competitivi: in Ungheria ci saranno aggiornamenti per la macchina“.

Insomma, in Toro Rosso credono ad un ritorno alle buone prestazioni viste nelle ultime gare. E la rincorsa al sedile lasciato libero da Webber, darà sicuramente più motivazione ai due giovani piloti del Junior Team. E Franz Tost ringrazia.

Nessun commento

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!