Interlagos, entro il 2015 il restyling sarà completato

11 luglio 2013 14:50 Scritto da: Davide Reinato

Aperto il bando per l’assegnazione dell’appalto che prevede la costruzione di nuove strutture e il restyling del pit-building di Interlagos. Il rinnovo dovrebbe garantire a San Paolo di mantenere il GP fino al 2020.

interlagos-brasil

Alla fine dell’anno, sul Circuito José Carlos Pace di Interlagos inizieranno i lavori di ristrutturazione che porteranno al rinnovo del contratto con la Formula One Management fino al 2020.

Come avevamo riportato lo scorso aprile, il sindaco della città di San Paolo aveva assicurato che, grazie all’accordo con la FOM, era possibile programmare un investimento di 100 milioni di dollari per rinnovare le infrastrutture e poter così mantenere la corsa per un lungo periodo.

Oggi, il giornale “O Estado de s. Paulo” riporta che effettivamente è stato lanciato un bando di concorso per assegnare l’appalto per la costruzione delle nuove infrastrutture e la revisione del nuovo pit building che dovrebbe essere pronto per il 2015.

Il tutto è finanziato attraverso un accordo con il Ministero del Turismo che, secondo il portavoce Nunzio Briguglio, ha capito l’importanza di “mantenere la Formula 1 in Brasile nella città di San Paolo”.

Insomma, il contratto del rinnovo non sembra sia ancora stato ufficialmente siglato, ma sembra che le parti siano d’accordo e il  futuro di Interlagos sia roseo. Certo è, come Ecclestone insegna, “Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”. Perché, in fondo, con il circuito di Imola la storia fu molto simile e tutti sappiamo come è andata a finire.

Il sindaco di San Paolo ha spiegato: “E’ stata una lunga discussione, ma non siamo riusciti a impegnarci prima per qualcosa di così sostanzioso. Faremo un grosso lavoro di ammodernamento che costerà 100 milioni di dollari e non potevamo investirli senza avere la sicurezza di poter mantenere la Formula 1″.

8 Commenti

  • Tra l’altro San Paolo ospita tantissimi eventi del motorsport (è uno dei rari luoghi che ospita sia F1 che Cart) e, non dimentichiamoci, è la città di Ayrton Senna. Basta pensare al Brasile come luogo dove “non mettono insieme il pranzo con la cena”, è un pensiero totalmente avulso dalla realtà.

    • sisì…peccato che appena dopo i cancelli del circuito di Interlagos ci sono le favelas…ogni anno i membri dei team rischiano grosso…chiedete ai meccanici delle scuderie per conferma…

      • A parte che le favelas non sono appena dopo i cancelli ma basta muoversi con la dovuta attenzione e non succede nulla. Io i membri dei team li vedo tutti gli anni a spassarsela nei migliori locali della città, altro che rischiano grosso.

      • Per la cronaca dopo i cancelli ci sono due concessionarie di automobili…..

      • Il 50% degli Europei che vanno in Brasile per lavoro affermano di “aver rischiato grosso”, solo perchè qualcuno gli ha detto che si rischia grosso….haha

  • Bisognerebbe chiedere ai brasiliani cosa ne pensano di questo investimento, hanno già messo in mostra il loro malumore durante la confederation cup. Investimenti per i mondiali 2014, ulteriori investimenti per le olimpiadi 2016 e ora altri 100 milioni per rifare interlagos. Consiglierei al governo brasiliano di fare una telefonata al governo greco e chiedere cos’è successo dopo che han investito per ospitare le olimpiadi di qualche anno fa

  • Non mettono assieme il pranzo con la cena e spendono 100 milioni di dollari per un restyling…è proprio vero che tutto il mondo è paese.

    • Il Brasile è la sesta potenza economica mondiale, davanti all’Italia e vicino alla Francia. Lo stato nell’ultimo trimestre 2012 ha incassato 3 trilioni di dollari. Il problema è la distribuzione della ricchezza (non si investe in infrastrutture, scuola e sanità) e la corruzione che, ad esempio, ha fatto salire i costi della coppa del mondo a tre volte quello che si è speso in Germania, non certo che “non mettono insieme il pranzo con la cena”. Detto questo non mancano cetramente i soldi per intervenire su Interlagos che è un circuito fantastico, con molta storia e molto amato. Peraltro credo sia un investimento dal quale si rientra, come sistema paese, in una o due corse.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!