Red Bull: fondo in resina “termoindurente” per i flussi caldi

12 luglio 2013 12:08 Scritto da: Mario Puca

Al Nurburgring, il team austriaco ha sfoggiato un’altra novità interessante: una parte del fondo è ricoperta da una speciale resina sensibile alle temperature.

fondo rb9

Foto © Sutton

Avevamo già ampiamente parlato delle modifiche apportate al fondo piatto della Red Bull RB9 (Link analisi tecnica). Già in Canada, infatti, sulla monoposto austriaca erano comparsi altri due slot davanti alle gomme posteriori (in aggiunta a quello già presente, di maggiori dimensioni), che riprendevano un’idea già presente sul fondo della Ferrari dal 2012.

Tale soluzione era stata confermata per il successivo Gp di Inghilterra, dove è inoltre stato testato un nuovo diffusore, poi accantonato in favore di quello standard. Oltre a questo, però, la Red Bull ha sfoggiato un altro dettaglio degno di nota, passato in sordina fino al Gp del Nurburgring, dove si è svelato in tutta la sua “bellezza”.

Oggi possiamo dire che probabilmente già al Gp del Canada (forse anche prima…) i tecnici di Milton Keynes hanno rivestito una parte del fondo della RB9 (precisamente quella tra scarichi e pneumatico) con una speciale resina che facilita lo scorrimento dei gas caldi (FOTO) e, soprattutto, diminuisce l’attrito dei flussi lungo le superfici del fondo, rendendo maggiormente efficace l’effetto termico che coinvolge i bordi del diffusore, sigillando lo stesso (effetto “minigonna termica”). Inoltre, trattandosi di una zona molto sollecitata dal calore, garantisce una maggiore resistenza alle alte temperature, senza deformarsi.

vettel-redbull-2013

Quanto al materiale utilizzato, potrebbe trattarsi di resina bismaleinimmide (più comunemente detta resina BMI), polimero capace di modificare le sue proprietà a seconda delle temperature che lo interessano (ergo, termoindurente) e che ha grosse applicazioni in campo elettronico (circuiti stampati) ed aerospaziale (!), soprattutto quando si parla di alte temperature. Inoltre parliamo di materiali che hanno grandi caratteristiche di resistenza a moti vibrazionali e rotazionali, nonché maggiore stabilità dimensionale, proprio alle alte temperature.

Non è da escludere, però, che si tratti del classico Zircotec, materiale già molto utilizzato in F1. Proprio la Red Bull, ultimamente, ha sfoggiato degli scarichi in Zircotec. Due anni fa, invece, la McLaren utilizzò un diffusore rivestito dello stesso materiale (FOTO). In ogni caso, si tratta di materiali in grado di resistere alle alte temperature dei gas di scarico.

A Silverstone la soluzione era stata nuovamente collaudata (FOTO) ed al Nurburgring è scesa in pista la versione definitiva. Lo strato di resina è piuttosto evidente (FOTO – FOTO), così com’è evidente la differenza con le altre parti del fondo e della carrozzeria, che sono in carbonio e materiale refrattario in zona scarichi. La zona rivestita di resina è evidentemente quella più “calda”, sia in senso letterale (perché direttamente investita dai gas di scarico), sia a livello aerodinamico, visto che si tratta dell’area del fondo di maggior interesse per i progettisti. Dal corretto funzionamento di questa porzione di fondo, infatti, dipende gran parte del funzionamento del diffusore e, conseguentemente, del grip del retrotreno.

22 Commenti

  • magnifikolp

    Io penso che sia fuori dubbio che la RBR sia stata favorita nel corso degli ultimi anni dalle varie deroghe della FIA, ma bisogna altrettanto ammettere che questi sanno il fatto loro. Inoltre se i numeri postati da Fabietto sono veritieri, c’è da considerare che la RBR dispone di un budget nettamente superiore rispetto alla Ferrari, quindi credo che si debba elogiare il lavoro fatto dalla Ferrari in questi anni in cui è riuscita a giocarsi il mondiale pur essendo dotata di strutture meno all’avanguardia e di un budget sensibilmente minore. Dunque alla luce di ciò io farei i complimenti alla Ferrari per il loro lavoro.

  • Bella cosa… Maaaa quanto va di più la vettura con la vernice rispetto alla stessa senza? Se avessero scritto che con la vernice si guadagna almeno 1 decimo al giro direi “azz che geni!!!” Senza riscontro posso anche pensare a qualche manciata di millesimi e considerarla una “sboronata”. Scusate se ho smorzato gli entusiasmi per questa scoperta da nobel, ora vado a spalmarmi l’arnese di vernice termoindurente per la serata…. ;);););););)

  • ..E basta leccare il di dietro alla RB…..branco di ricchioni!!!

  • questa redbull è la ferrari degli anni d’oro…nulla da dire…sono troppo avanti, un altro pianeta…

  • In realtà hanno usato usa soluzione presente da anni nel campo aeronautico e la hanno modificata per l’utilizzo di una vettura…quindi bravi per l’intuizione (non sempre è semplice trovare la giusta tecnologia e modificarla a proprio uso), ma non hanno inventato niente di nuovo nella realtà.

  • sono più avanti anche come uso di materiali sofisticati altro che vincono solo perchè la vettura è illegale…

    vincono perchè sono semplicemente più bravi degli altri…

    punto e basta

    • In parte concordo con te, sono i più bravi, forse amche perchè hanno più soldi, ma i favoritismi sotto forma di deroghe e le varie volte in cui son stati beccati con parti illegali vietate SOLO dalke gare dopo sono una realtà ……
      Comunque sicuramente i migliori ed i più efficienti sotto tutti gli aspetti in questi anni

    • sulla questione materiali penso stiate tutti un po’ esagerando… ai bei tempi, quando con i motori si poteva fare un po’ di tutto, c’era una certa scuderia italiana che s’era inventata un blocco motore dal peso piuma. Come? Materiali…
      poi si inventarono la storiella dei costi, e via coi motori piombati.

      Detto questo, giù il cappello, c’è poco da aggiungere, quando uno fa le cose per bene, entro il regolamento, bisogna dirlo.

      • Grande!, stavo per inserire un commento simile. Condivido parola per parola. Ricordiamo che i motori non solo hanno lo sviluppo bloccato, ma da diversi anni a questa parte il regolamento prevede che vengano sviluppati esclusivamente con materiali tradizionali… tutto ciò quando la Ferrari utilizzava tecnologie e materiali sui propulsori che gli altri dovevano ancora immaginare….

  • Grandi!
    sempre un passo avanti

  • Per far si che una scuderia segua questo esempio c’è molto lavoro da fare:
    1. Vanno capiti gli scarichi soffianti come concetto, è vero che potrebbero essere indirizzati meglio dalla Ferrari, ma se gli scivoli funzionano, perché non utilizzarli? Basta copiare la Toro Rosso.
    2. Vanno capiti questi materiali.
    3. Va ridisegnato diffusore e fondo in funzione di questo.
    4. va trovato un nuovo bilanciamento aerodinamico.
    5. va fatto tutto senza fare test in pista e quindi simulatori e CFD che solo da quest’anno in Ferrari si avvicinano lontanamente ai sistemi RB.
    6. La meccanica e la distribuzione dei pesi va studiata di conseguenza.
    A parte i SOLDI è una questione di organizzazione di lavoro, tecnologia e cervelli.
    Mi pare eccessivo per questa stagione, ma anche per le prossime 5.

  • l’anno scorso si parlava del fondo che Rory avrebbe studiato per la ferrari,mi sa che l’ha venduto alla rb.

  • Saranno anche avanti..ma dovete anche comprendere quanto stanno investendo nella F1..cioè sviluppare di molto la vettura ad ogni gara..e portare sempre cose del genere comporta un certo investimento..che in Ferrari ORA non c’è..

    • Leggendo i vari bilanci sul web e considerando che la RB lo divide occultamente in due società diverse tra cui una è la RB engineering, la Ferrari è passata da 350milioni a 250, e ora 180, la RB da 650 è scesa a 500, io questo investimento che in FUTURO pensi non lo vedo arrivare. Ciò non cambia che magari con un Main Sponsor più ricco magari la Ferrari potrebbe tornare ai vertici, ma in ITALIA i soldi non ci sono più sono tutti in Svizzera 😀 😀

      • Ecco perché ogni gara che non vincono fanno quelle facce da funerale… Con tutti i soldi che spendono e le tecnologie che sperimentano, ogni gara non vinta equivale a 25 milioni di euro buttati…

      • Secondo me l’unica possibilità per ka ferrari sarebbe rinuciare al rosso e trovare uno sponsor diventando tanto per fare un esempio color coca cola, certo che non sarebbe più la stessa ferrari, ma così è tipo davide contro golia

  • Tra poco la Ferrari farà come la McLaren…..

  • hanno i miglior ingegneri sulla piazza, sotto tutti i punti di vista…sopratutto nel campo dei materiali (lo hanno dimostrato anche l’anno scorso col muso di gomma) il tutto con la ciliegina sulla torta di Adrian Newey…

  • newey il fenomeno….quella piu che una vettura di f1 sembra una navicella spaziale..forse con il cambio di regolamento cambia qualcosa altrimenti vettel vinceva 10 mondiali in fila…tranquillamente

  • NON
    C’E’
    STORIA
    Sono di un altro livello, dispiace ammetterlo ma è così

  • Non c’è niente da fare questi qui son davvero troppo avanti….. E secondo me la musica cambierà poco anche l’anno prossimo col nuovo regolamento

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!