Alonso voleva Symonds, la Ferrari ha detto no

23 luglio 2013 12:21 Scritto da: Antonino Rendina

Secondo il quotidiano italiano “Il Corriere della Sera”, Alonso avrebbe chiesto alla Ferrari di ingaggiare il direttore tecnico con cui ha vinto i mondiali in Renault.

alonso-delarosa“Non se ne parla”. Sarebbe stata questa la categorica risposta di Stefano Domenicali a Fernando Alonso, che avrebbe chiesto al Cavallino di ingaggiare l’ex direttore tecnico della Renault Pat Symonds oltre a James Allison.

Con Symonds alla direzione tecnica Alonso ha vinto i suoi due titoli mondiali con la scuderia Renault guidata da Flavio Briatore.  Il rapporto tra il tecnico inglese e il pilota spagnolo è quindi sufficientemente stretto da far pensare che l’indiscrezione lanciata dal Corriere della Sera possa essere quantomeno fondata.

Symonds, lo ricordiamo, è un tecnico alquanto “scomodo”, considerato che è stato una delle menti del famigerato “crashgate” di Singapore 2008. L’ingegnere britannico è stato poi riabilitato dalla FIA. Ma l’incidente forzato di Nelson Piquet jr. resta una macchia indelebile nella carriera di Pat.

Una macchia troppo estesa per essere cancellata con un colpo di spugna; e, per rispetto di Felipe Massa e questioni etiche, Maranello non avrebbe mai assunto uno dei responsabili di quella farsa asiatica che molto probabilmente costò il mondiale a Felipe.

Symonds, come sapete, ha comunque firmato per la Williams, di cui sarà direttore tecnico dal 2014 al posto di Mike Coughlan. A quanto pare la Ferrari, stavolta, non si è lasciata influenzare dalle richieste del suo condottiero.

Spifferi parlano di un Nando con un po’ di “mal di pancia” per il netto rifiuto di Domenicali.  Ma queste sono solo voci; l’unica cosa certa è che la Ferrari ripartirà dalla triade di tecnici Fry-Tombazis-Allison, con buona pace di Alonso che dovrà fare a meno del suo d.t. preferito.

58 Commenti

  • @maxalf: certo concordo che sarebbe meglio l’onestà, vincere correttamente, nessun intrallazzo, ma nella F1 odierna è pura utopia: lasciamo perdere un momento il tifo e cerchiamo di ragionare da esterni, in questi ultimi anni di porcherie se ne son viste parecchie, quasi sempre a favore della RedBull, ultimamente anche Mercedes.
    Mi pare ovvio che in F1 l’onestà stia pagando davvero poco, quindi bisogna scegliere, o adeguarsi o rassegnarsi a non vincere.
    Poi noi non sappiamo che inciuci e intrallazzi ci siano dietro davvero, magari ci facciamo un sacco di seghe mentali poi sti bast….. (tutti) si accordano prima con mazzette e quant’altro, sto dubbio a me sta venendo sempre più…..

    • Figlioli, lasciando perdere la gaffe fatta dalla Mercedes palesemente in barba al regolamento , tanata subito, qui dobbiamo distinguere tra la continua ricerca della Red Bull di soluzioni border line con il regolamento tecnico, ed intrallazzi da corsa ippica praticati da S’ymmonds, i primi sono sottoposti quotidianamente al giudizio degli ispettori FIA, regolari o no vengono approvati o bocciati. I secondi sono truffe conclamate delle quali voglio sperare la Ferrari si tenga lontana. Se poi vi piace vincere ad ogni costo e’ un altro discorso…

  • Caro Fernando, devi sapere che nelle maggiori industrie e
    aziende italiane (quelle rimaste)vedi Ferrari,Fiat,Pirelli,
    per occupare un posto di responsabilita’si deve sostenere la prova del “pirlometro”, che e’ grosso modo una grossa dima nella quale il candidato viene fatto passare (un po’ tipo scanner o metal detector). Se il pirlometro ,attraverso sofisticate microonde rileva nel candidato qualita’ come passione, creativita’, genialita’, umilta’, spirito di sacrificio, scarso servilismo ,emette all’istante un forte segnale acustico che pone fine alle speranze del suddetto. Per contro se il soggetto esaminato presenta una forte tendenza al carrierismo ,una altrettanto robusta incapacita’ mascherata pero’ da arroganza e sicumera e per finire un’immancabile senso tattico (capire dove bisogna stare senza capire un caxxo del resto), be’ allora il pirlometro emettera’ una marcia trionfale che sancira’ la sicura assunzione .Prima dell’introduzione del pirlometro eravamo la quarta o la quinta potenza industriale nel mondo adesso vedi un po’ tu ………..In bocca al lupo per il mondiale anche se ti vedo male.

    • Fittipaldi, tutta questa filastrocca per dire che cosa, che la Ferrari avrebbe dovuto assumere una mente senza scrupoli pur di vincere?? Intanto parliamo di una persona neanche lontanamente paragonabile ad un genio come Newey o come Byrne , e poi come mai il tuo “caro” fernando ha bisogno di un intrallazzatore per vincere?? Ma non era un fenomeno ??

      • mooooolto umile, con un immenso spirito di sacrificio, dal servilismo incommensurabile, intatto da carrierismo e giammai arrogante…:)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!