Ferrari all-in, Alonso frena: “Vettel ha la Red Bull”

25 luglio 2013 15:42 Scritto da: Antonino Rendina

Il pilota spagnolo non mostra grande ottimismo e preferisce non parlare degli aggiornamenti che la Ferrari presenterà in Ungheria: “Meglio tacere, spesso le novità non funzionano”.

MANAMA (BAHRAIN)  20/04/2013  © FOTO STUDIO COLOMBO X FERRARIFernando Alonso correrà il Gp di Ungheria con il lutto a braccio, in memoria delle vittime del disastro ferroviario di Santiago di Compostela.

L’asturiano proverà a regalare una gioia alla sua Spagna colpita dalla suddetta tragedia, ma le premesse non sono di quelle che fanno esaltare i tifosi:

“Non parlo dei pezzi nuovi, spesso annunciamo novità che poi si rivelano essere fallimentari, onestamente preferisco non dire niente e lavorare a testa bassa, giorno e notte, per recuperare qualcosa”.

Quello che Alonso non dice, proviamo a riportarlo noi: la Ferrari proverà ad adattere i flussi al retrotreno e il sistema degli scarichi alle specifiche dei nuovi pneumatici Pirelli.

Le nuove mescole, che riprendono il disegno di quelle del 2012, influenzeranno leggermente l’aerodinamica ed in questo senso si è svolto il lavoro della squadra nei recenti test di Silverstone. Non a caso, prima di partire alla volta della terra Magyar, Felipe Massa ha lavorato sodo al simulatore provando più soluzioni in vista del prossimo Gp.

Novità però che non sembrano restituire l’ormai smarrito sorriso a Fernando, il quale preferisce mantenere toni bassi, se non mesti, non lesinando la solita (e ormai stucchevole) stoccata a Vettel:

“Dobbiamo finire davanti a Sebastian Vettel perchè il distacco in classifica è preoccupante. La rimonta mondiale è già difficile. Sebastian è un pilota bravo ma fortunato. Qualsiasi pilota che sale sulla Red Bull è in testa. Chiunque guidi quella vettura riesce ad andare subito forte. Lo abbiamo visto anche agli Yung Driver Test di Silverstone. E’ una cosa oggettiva, la Red Bull è migliore delle altre monoposto”.

La Ferrari in Ungheria si gioca, su una pista tortuosa e ostica, una gran fetta del suo mondiale. Sempre meno quelli che credono alla rimonta sulla Red Bull, ai tifosi non resta che la cabala e quel nome “Speranzosa”, affibbiato dal presidente Montezemolo alla F138. I latini dicevano “Nomen omen” e dopotutto la speranza, si sa, è l’ultima a morire.

62 Commenti

  • Basta Alonso, non se ne puo piu dei tuoi lamenti. Se non ti piace piu’ perfavore cambia team…….te lo dice uno che ferrarista da quasi mezzo secolo….sempre ste lagne.

  • Ok, si alza bandiera bianca, quarto titolo consecutivo.

    CHE DUE PALLE , NON SE NE PU0′ PIU’.

  • @Mauro: probabilmente potremmo discutere all’infinto su quali siano stati i reali motivi dei dissapori tra Alonso e la Mclaren nel 2007 senza giungere ad una conclusione, la verità la sanno solo loro.
    Quello che io invece cerco da tempo di far capire, quando si fanno stupidi paragoni tra Hamilton Alonso e Vettel, è che impossibile stabilire davvero chi sia il migliore, ci son troppe variabili in gioco: prima fra tutti la serenità mentale, sicuramente Alonso (al di la di quali siano stati i motivi degli attriti) nel 2007 non aveva la serenità che gli permettesse di dare il meglio di se. Come d’altronde nel 2011 Hamilton per problemi suoi non era lucido e sereno ed ha fatto una stagione sottotono prendendole da Button, ora volete dirmi che Hamilton è inferiore a Button?????????????? Nel 2011 lo era, ma in senso assoluto non credo no?

    Insomma per concludere mi piacerebbe che la gente ogni tanto sapesse giudicare astraendosi dal tifo. Quei 3 li attualmente sono i migliori di tutti, impossibile dire chi sia il migliore: sicuramente quest’anno quello più in forma sembrerebbe Vettel che quindi probabilmente quest’anno è meglio degli altri, ma in senso assoluto sono 3 fenomeni allo stesso livello….

  • Cavallino76

    Interpreto le ultime su Fernando come segnali ben precisi; sono passati troppi anni dal suo ultimo titolo…

    Fossi in lui farei le stesse cose, se volessi ancora vincere un mondiale ed avessi queste consapevolezze:

    1: Ferrari è FERRARI, ok, le persone lavorano SODO 365 gg l’anno ma alla squadra manca quel “guizzo” e quella costanza di risultati (in tutti i sensi) che possano permettergli l’assalto al titolo, e all’orizzonte non si intravedono buoni segnali.

    2: RedBull ormai e’ una corazzata, in tutti i sensi, come lo era la Ferrari all’era Schumi-Todt-brawn. Siamo nel suo ciclo vincente, se qualche pedina importante non lascerà il team, sarà durissima batterli.

    3: Mercedes è l’unica che sta mettendo su un vero e proprio dream team, investendo tra l’altro cifre spropositate, e mi sembrano gli unici capaci di mettere in discussione l’onnipotenza RB, in tutti i modi (tralasciamo la sporca storia del test segreto, ormai come stanno le cose lo sappiamo tutti).

    4: chiede di assumere “suoi” tecnici di fiducia, e la squadra gli risponde picche; e ci mancherebbe altro, SE fossero vere le indiscrezioni su Symonds.

    Fernando è umano, sbaglia anche lui, ma gli riconosco comunque le doti di campione, non di buon pilota. Penso sia lecito che volendo vincere ancora cominci a “guardarsi attorno”. Non ci vedo tradimenti alla squadra, piuttosto un semplicissimo ma eloquente “morte tua, vita mia”.

    Spero, ovviamente, di sbagliarmi, e che non sia troppo tardi per vedere di nuovo un ciclo vincente ROSSO. Al momento però la mia unica speranza è il cambio di regolamento dal prox anno…chissà.

  • @IronMcCome finì nel 2007? Semplice, la McLaren si mangiò un mondiale certo grazie ad una gestione assurda dei piloti, iniziò la stagione puntando su Alonso, il quale aveva contriuito parecchio anche nello sviluppo vettura (allora c’erano ancora i test se non ricordo male), poi una volta che si son resi conto che avevano un debuttante di lusso inglese hanno pensato “potremmo vincere il titolo con un pilota inglese!!!” ed hanno cominciato a favorirlo creando scontri tra i 2 piloti che alla fine hanno concluso, se ricordo bene, a pari punti regalando un titolo inaspettato ad un ottimo Raikkonen che ha saputo sfruttare la situazione a proprio vantaggio…….
    Proprio Hamilton più di una volta ha elogiato Alonso arrivando a dire che quando ti arriva dietro ti sembra di essere seguito da un toro inferocito…..
    Per quanto riguarda la strategia di AbuDhabi 2010 credo che un pilota non sia in grado, durante la gara, di valutare la posizione e i distacchi di tutti gli avversari e quindi non sia in grado di decidere una strategia durante la gara, al massimo può dire la sua quando si discute la strategia prima della gara.

    Per il resto concordo con te

    • Guarda che nel 2007, lewis nn fu mai favorito rispetto a fernando, almeno fino a che alonso e dennis nn litigarono….il che avvenne quando a dennis iniziò a balenare l’idea di un lewis campione, e smise di trattare hamilton da seconda guida (e cioè, smise di favorire alonso). Inoltre stai parlando di alonso come se avesse lavorato in mclaren per anni, invece il suo contributo è durato un inverno per lo sviluppo…Pensi che alonso sia stato trattato a pesci in faccia dal primo all’ultimo giorno?? beh,secondo me non è stato cosi ;-). Anzi, voci all’interno del team dissero che era lui a non essersi integrato per niente, in quanto se ne stava sempre per i fatti suoi, e socializzava solo con de la rosa…
      Il carattere di alonso si vede quando perde, e mi sembra che sia sempre lo stesso da quando correva in renault…ma ormai è ferrarista, gli si concede tutto e anche il passato diventa roseo.
      per quanto riguarda la strategia…mba, io sento sempre dire che quando fa la “cosa giusta” o ha “l’intuizione” diventa il dio della F1, e i meriti diventano suoi. Quando invece si fanno cappellate, i demeriti sono sempre della squadra. C’è qualcosa che nn torna

  • Alonso guarda sempre le macchine che guidano gli altri, però dimentica che lui da 4 anni guida una Ferrari.
    Alla fine se con la Ferrari arrivi solo ad una manciata di punti dal mondiale senza mai vincerlo non è che ti puoi lamentare di chissà cosa.
    E’ facile mantenere il profilo basso dicendo: “Eh ma Vettel ha la RedBull”.

    Ma che significa?
    Quando Schumacher dominava con la Ferrari gli altri che dovevano dire?
    Forse che la McLaren di Hakkinen nel 2000, la Williams di Montoya e la McLaren di Raikkonen nel 2003 erano delle macchinette da quattro soldi?

    Certamente senza una macchina competitiva non si va da nessuna parte, però non è vero che la Ferrari in questi 4 anni sia stata sempre un cesso.
    Nel 2010 il mondiale lo ha buttato alle ortiche anche lui fidandosi di una strategia demenziale.
    Nel 2012 a 7 gare dal termine aveva 39 punti di vantaggio su Vettel (e fino a quel momento la RedBull aveva fatto veramente pietà).

    Il problema di fondo è che alla Ferrari manca la controprova, ossia un altro pilota con un briciolo di competitività.
    Infatti adesso va di moda (soprattutto tra Ferraristi ed HamilTONTIani) la storia secondo cui con Raikkonen in RedBull Vettel non avrebbe vita facile.
    Però non si parla mai di cosa potrebbe accadere con un Raikkonen, un Rosberg, un Button vestiti di rosso.
    Sicuramente la Ferrari potrebbe lottare anche per il mondiale costruttori, ma non mi stupirei di vedere uno di questi piloti davanti a sua maestà Alonso, il quale in vita sua ha avuto un solo compagno di box veramente tosto (per giunta esordiente) e sappiamo tutti come andò a finire.

    Quindi visto che Alonso non perde mai l’occasione di far notare come la Ferrari sia inferiore alla RedBull, io penso che sarebbe il caso di cominciare a chiedersi se davvero non ci siano altri piloti che con questa Ferrari potrebbero fare di meglio rispetto a Fernando.

  • Alonso guarda sempre le macchine che guidano gli altri, però dimentica che lui da 4 anni guida una Ferrari.
    Alla fine se con la Ferrari arrivi solo ad una manciata di punti dal mondiale senza mai vincerlo non è che ti puoi lamentare di chissà cosa.
    E’ facile mantenere il profilo basso dicendo: “Eh ma Vettel ha la RedBull”.

    Ma che significa?
    Quando Schumacher dominava con la Ferrari gli altri che dovevano dire?
    Forse che la McLaren di Hakkinen nel 2000, la Williams di Montoya e la McLaren di Raikkonen nel 2003 erano delle macchinette da quattro soldi?

    Certamente senza una macchina competitiva non si va da nessuna parte, però non è vero che la Ferrari in questi 4 anni sia stata sempre un cesso.
    Nel 2010 il mondiale lo ha buttato alle ortiche anche lui fidandosi di una strategia demenziale.
    Nel 2012 a 7 gare dal termine aveva 39 punti di vantaggio su Vettel (e fino a quel momento la RedBull aveva fatto veramente pietà).

    Il problema di fondo è che alla Ferrari manca la controprova, ossia un altro pilota con un briciolo di competitività.
    Infatti adesso va di moda (soprattutto tra Ferraristi ed HamilTONTIani) la storia secondo cui con Raikkonen in RedBull Vettel non avrebbe vita facile.
    Però non si parla mai di cosa potrebbe accadere con un Raikkonen, un Rosberg, un Button vestiti di rosso.
    Sicuramente la Ferrari potrebbe lottare anche per il mondiale costruttori, ma non mi stupirei di vedere uno di questi piloti davanti a sua maestà Alonso, il quale in vita sua ha avuto un solo compagno di box veramente tosto (per giunta esordiente) e sappiamo tutti come andò a finire.

    Quindi visto che Alonso non perde mai l’occasione di far notare come la Ferrari sia inferiore alla RedBull, io penso che sarebbe il caso di cominciare a chiedersi se davvero non ci siano altri piloti che con questa Ferrari potrebbero fare di meglio rispetto a Fernando.

  • Ok,pur non essendo un alonsista resto un ferrarista,ma deluso.
    E’ vero, il vitello é la redbull, Alonso potrebbe essere la Ferrari…che non sviluppa.

  • Alonso x te.

    I meccanici lavorano 365 giorni l’anno….è anche i tecnici ( io li brucerei ….ma in privato …una cosa privata)
    Tu ok rischi la pelle ,come tutti i piloti e molti altri…..ma non parlare troppo….è resta vicino alla squadra….io per esempio….sarei stato nei box a Silverstone vicino ai miei meccanici…..è anche a Maranello ……quando le cose non vanno la famigli si riunisce ……..quando si vince anche.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!