HungaroSpring! Sboccia la Lotus, seconda con Kimi

28 luglio 2013 17:52 Scritto da: Diego Mandolfo

“Non avevo dubbi di riuscire a tenermi dietro Vettel!” Sicuro di sé, Raikkonen porta la Lotus sul secondo gradino del podio e ora è secondo in Campionato

Kimi Raikkonen Spain

La Formula 1 va incontro alla pausa estiva, ma la Lotus sembra essere nel pieno della sua primavera: strategie, sforzi e sacrifici danno i frutti sperati. Nonostante le difficoltà economiche battono Red Bull e Ferrari e dimostrano maturità e una forma eccellente. Terza forza in Qualifica, seconda in gara. La Lotus conferma l’ottimo momento e la furbizia tattica, riuscendo a battere la Red Bull di Vettel grazie a una strategia basata sulle due soste per Kimi Raikkonen, che finisce secondo dietro ad Hamilton e davanti appunto a Seb. Sesto Grosjean, dietro a Webber e Alonso. Partito molto bene, dalla terza posizione, Romain ha scontato un drive through per un taglio di chicane, successivo a un contatto con Button. A gara finita è stato poi, ulteriormente penalizzato per la sportellata con il britannico: 20 i secondi di penalità, che però non gli sono costati la sesta posizione. Una doppia punizione forse eccessiva, a detta della Lotus. Romain si è comunque scusato con il collega. Detto questo, se non avesse subito questo penalty, sarebbe certamente finito davanti ad Alonso!

Iceman ha affrontato l’ultima parte di gara con il coltello fra i denti, rintuzzando tutti gli attacchi dell’arrembante tedesco che, a bordo della sua RB9, le ha provate tutte per guadagnare la seconda piazza, non riuscendoci. La notizia di giornata è comunque anche il sorpasso del finlandese su Alonso in Classifica Generale. Adesso è Kimi, anche se solo per tre punti, il diretto inseguitore del Campione del Mondo in carica. Vettel è infatti in testa con 172 punti, Raikkonen lo segue a 136, Alonso è terzo con 133.

Sia Grosjean che Raikkonen, in griglia rispettivamente 3° e 6°, partivano con gomme soft. Il francese inoltre aveva anche dalla sua il fatto di scattare dal lato pulito della pista. Entrambi, nonostante uno start molto convulso, hanno mantenuto le posizioni. Il primo pit stop lo hanno effettuato uno dopo l’altro (al 14° giro), con i meccanici prontissimi a operare un doppio cambio gomme a pochi secondi di distanza l’uno dall’altro. Dopo il primo giro di stop ai box, tutti i piloti di testa sono su gomme medie. Primo è Webber, che si avvantaggia della sua partenza con le stesse coperture prime. Poi la strategia dei due alfieri Lotus si differenzia, con Romain che va in pit molto presto, al 26° giro. Al rientro, il francese è carico e supera Massa e poi Button. Qui però macchia la sua gara: dopo spinto l’inglese della McLaren, decide di tagliare la successiva chicane, mettendo quindi tutte e quattro le ruote fuori dalla pista e rimanendo così davanti a Somerset Boy. La manovra gli costerà un drive through, che penalizzerà la sua gara. A posteriori, come detto, subirà anche un ininfluente +20 secondi sul suo tempo finale.

Tutte le speranze Lotus puntano quindi su Raikkonen, che con le sue solite costanza e sostanza sfrutta al meglio la sua strategia su due soste. Cambia infatti le gomme al 43° giro e punta a finire la gara senza effettuare altre soste. Così sarà! A dieci giri dalla fine, Hamilton è davanti a tutti, lanciato verso la sua prima vittoria con la Mercedes, Raikkonen è secondo con gomme medie ma ormai usurate, Vettel è terzo con gomme più fresche e in rimonta. Rimonta che gli riuscirà, ma che non sarà coronata dall’agognato sorpasso su Iceman. Kimi infatti si difende al meglio e riesce a transitare secondo sotto la bandiera a scacchi. Queste le sue parole sul podio:

Ieri (in Qualifica ndd) ho avuto vita difficile, oggi la strategia con due soste era l’unica che mi avrebbe permesso di stare con gli altri. Nell’ultima parte di gara ho avuto molta pressione da Vettel, ma ce l’ho fatta. Sapevo che sarebbe stata dura, ma mi rendevo conto che gli pneumatici tenevano. Non avevo nessun dubbio sul fatto di riuscire a tenermi dietro Vettel. Alla fine è andata molto bene. Purtroppo invece ieri è andata male: con la Qualifica che ho fatto non era possibile lottare per la vittoria. (domanda: Ora, grazie ai punti che hai conquistato qui in Ungheria, hai superato Alonso in Classifica Generale!)… Meglio che niente!

14 Commenti

  • hanno penalizzato Grosjean per far passare avanti Alonso che usando anche il DRS irregolarmente per tenere dietro Romain l’ha passata liscia

  • Reputo assurde le due penalizzazioni a roman. Ieri secondo me ha fatto una gara eccellente e senza quell’assurdo DT sarebbe arrivato con ogni probabilita’ secondo (salvo ordini di scuderia a favore di Kimi). Peccato. sta’ tornado quello di una volta ma senza piu’ gli eccessi di allora. A me piace molto.
    PS. Se Grosjean ha messo le 4 ruote fuori dalla linea Webber cosa ha fatto nel duello con Hamilton? Eppure li’ niente penalizzazione. Non e’ giusto correre con due pesi e due misure. Se le regole ci sono debbono valere per tutti!!!

  • Grosjean aveva l’opportunità di pareggiare i conti centrando l’unico pilota che finora è sempre riuscito a scamparla.
    Invece ha fatto a ruotate con Button…

    La fortuna di ditino si vede anche da queste cose.

  • LA E21 gareggia con una sospensione anteriore irregolare dall’inizio del campionato. Solita deroga FIA fino al gp del Belgio.

  • Le penalità inflitte a Grosjean sono state ingiuste. Il contatto con Button è stato pericoloso ma non ha avuto conseguenze, quindi l’avrei etichettato come “incidente di gara”. Drive-through abbastanza ridicolo, non mi è sembrato che avesse tutte e 4 le ruote fuori dalla pista, anche Massa lo ha confermato. Per queste penalità ha influito di più il suo passato e la reputazione che si è fatto. Comunque sia ha condotto una bella gara, sempre aggressivo e pimpante, un peccato. Se non ci fosse stato il drive through chissà come sarebbe andata..
    Raikkonen ha condotto una gara regolare, l’unica parte in cui è stato presente sono stati gli ultimi giri, per difendersi strenuamente da Vettel. Se fosse partito 3°, al posto di Grosjean, avrebbe avuto chance di vincere ma partendo 6° su un circuito dove è quasi impossibile superare si è voluto complicare la vita..

  • Per la cronaca, il drive-through che ha preso Grosejean in gara era dovuto al sorpasso all’esterno su Massa in curva 4(secondo i commissari avvenuto fuori dalla pista), in più a fine gara ha preso 20 secondi per il contatto con Button, ma rimane comunque 6°…

  • anche alonso dovrebbe essero sotto investigazione per aver utilizzato il drs in un tratto non consentito

  • RedFerrari96

    Grosjean penalizzato di venti secondi per il contatto con Button. Penalità senza senso secondo me, perché l’avevano già punito con un Drive-through, per aver tagliato la chicane dopo il medesimo duello.

    • sinceramente non ho capito il drive through per cosa era..di fatto è uscito scritto ”per aver preso vantaggio uscendo dalla pista”..e in due occasioni l’ha fatto..sia tagliando..sia superando massa fuori dalla pista..

  • vero Grosjean oggi ha perso un’occasione, ma oggi la Lotus non era la miglior macchina

  • enorme occasione persa per grosjean,sono due gare che per me la lotus è la miglior macchina la domenica.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!