Ferrari, parla Fry: “Occorre un progresso significativo”

29 luglio 2013 10:10 Scritto da: Redazione

Il Direttore Tecnico della Ferrari afferma che il team è già proiettato al lavoro da svolgere in vista delle due trasferte di Spa e Monza.

BUDAPEST (UNGHERIA) - 27/07/2013© FOTO STUDIO COLOMBO X FERRARISilverstone, Nurburgring e Hungaroring: doveva essere questo il trittico di gare in cui la Ferrari doveva mettere portare gran parte dello sviluppo programmato per la F138. Così è stato ma, come abbiamo già avuto modo di vedere, non tutto ha funzionato.

La Ferrari ha fatto un passo avanti, ma a poco è servito considerando che gli avversari ne hanno fatti due, se non tre. Così, al giro di boa del Mondiale, team e piloti fanno un bilancio che non può essere di certo considerato positivo.

Tutti in ferie per ricaricare le batterie, ma con la consapevolezza che in poco tempo c’è da tentare di ribaltare una situazione piuttosto complessa. Alonso lascia Budapest con 39 punti di ritardo dal leader della classifica, Sebastian Vettel. La Ferrari, invece, accusa 83 punti di ritardo dalla Red Bull e 14 dalla Mercedes che – clamorosamente – ha allungato sulla Rossa.

Lo sviluppo ha preso una via sbagliata e a Maranello ne sono consapevoli. Il Direttore Tecnico, Pat Fry, ammette: “Il risultato di questa gara è in linea con il nostro potenziale attuale. sapevamo che questo ciclo di gare sarebbe stato difficile e come su questo tracciato la lotta per il podio non fosse alla nostra portata. Le prestazioni della vettura su entrambe le mescole non davano margine per attaccare, neanche con una strategia più aggressiva. Per questo motivo abbiamo preferito difendere le nostre posizioni dalle insidie degli avversari che giungevano dalle retrovie e da quelle offerte dal traffico, scegliendo una linea più conservativa. Entrambi i piloti hanno tirato fuori il massimo, soprattutto Felipe, che dal primo giro ha condotto la gara con l’ala anteriore danneggiata. Anche se siamo riusciti a limitare i danni, ora occorre un progresso significativo se vogliamo lottare per il titolo. Le due gare che seguiranno la pausa estiva saranno su circuiti molto diversi rispetto all’Hungaroring e per questo motivo lavoreremo su fronti diversi nella speranza di vedere al più presto i frutti di tutti i nostri sforzi”.

30 Commenti

  • Nell’attuale F1, purtroppo, lo sviluppo tecnico dipende dal potere politico. Ne abbiamo avuto prova all’inizio del campionato. Le nuove coperture penalizzavano gli assetti estremi della RB, ma invece di agire tecnicamente sulla monoposto, hanno fatto cambiare le coperture. E’ una cosa molto semplice.
    La Lotus per me non fa testo, ha una sospensione anteriore fuori regolamento dall’inizio del campionato.

  • eppure dai tempi del venerdì la ferrari sembrava messa molto bene complice si diceva il grande caldo…

    invece le solite qualifiche da 5° posto (grazie ai problemi di webber altrimenti partiva 6°) e sopratutto una delle più brutte gare da qualche anno a questa parte…

  • Siamo alla seconda tornata di sggiornamenti importanti che tornano in fabbrica perchè inefficienti….
    Cosi non si và da nessuna parte, ne quest’anno ne il prossimo.

  • E’ vero che la Ferrari è andata male, ma è solo una gara.
    Forse quella di ieri è stata una delle poche gare dove Fernando (Massa è un’altra storia) non ha mai avuto il ritmo dei primi.
    Aspetterei ancora qualche gp prima di definire fallimentare la stagione della Ferrari.

    Purtroppo con la struttura dei nuovi pneumatici, che influenzano tantissimo le sospensioni, la scuderia di Maranello è stata ulteriormente penalizzata, a differenza dei diretti concorrenti (Mercedes in primis).

    Il lavoro è duro, il gap sembra ormai incolmabile, sono sempre più arrabbiato ma rimarrò per sempre un tifoso Ferrari, nella gioia e nel dolore nella salute e nella malattia!

    Forza Ferrari Go!

    • beh massa ha avuto l’ala rotta dal primo giro..considerando che si correva in un circuito in cui il carico è massimo è stato penalizzato alla grande eppure all’inizio perdeva pochi decimi al giro da alonso..inoltre nelle gare tipo silverstone o nurb finche non usciva aveva un ritmo sempre maggiore a quello di alonso..cioè non diciamo ogni volta massa è un’altra storia..

  • Come si immaginava Allison da Settembre è ufficiale in Ferrari, prende il posto di Fry che viene “retrocesso” a Direttore dell’Ingegneria. Entrambi risponderanno direttamente a Domenicali, che si spera presto… risponderà a Marchionne… visto che LDM ormai è andato con il cervello 😀 😀

  • una crisi difficilmente risolvibile, non sanno neanche loro quale sia il problema, preoccupante che alonso stia trattando con redbull, ma è una logica conseguenza…
    se dovesse andare in redbull lo capirei ma non lo perdonerei mai;
    E’ due gp che dicono di aver capito il problema….ed allora sveglia, a silverstone bisogna avere una macchina da prima fila, altrimenti basta….dedicarsi all’anno prossimo

  • Comunque fatico a capire: gli ingegneri cge laborano in F1, chi più chi meno, sono cervelloni, è gente strapagata e quindi direi selezionata, posso capire che magari un team abbia un gruppo di lavoro migliore di un altro team, ma rifiuto di credere che in ferrari siano degli imcompenti, quindi proprio non capisco come sia possibile che continuino a sbagliare tutti gli aggiornamenti, un conto è migliorare ma restare allo stesso distacco perche migliorano anche gli altri, un altro conto è portare aggiornamenti che vengono costantemente bocciati

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!