Mallya: “Il cambio di pneumatici ci ha penalizzati”

8 agosto 2013 15:05 Scritto da: Giacomo Rauli

Il team principal della scuderia anglo-indiana ha individuato nel cambiamento di costruzione degli pneumatici il problema riguardo al calo prestazionale delle VJM06

Vijay Mallya - Force India (275x183)Pirelli, dal GP di Ungheria, ha introdotto le nuove specifiche, rese necessarie dopo l’apparizione del fenomeno chiamato “delaminazione” nella prima parte della stagione. Con l’introduzione delle nuove gomme dall’anima in aramidico (non più a filamenti d’acciaio) nel paddock aleggiava la preoccupazione di alcuni team, i quali sostenevano che le nuove gomme avrebbero mutato in modo sensibile le prestazioni in pista.

Uno di questi era la Force India. Il team anglo-indiano è stato tra le sorprese dell’inizio del mondiale 2013, attraverso una monoposto studiata per sfruttare al meglio gli pneumatici senza però bruciarli in pochi giri, puntando sul passo gara piuttosto che sul giro singolo in qualifica. Dopo numerosi piazzamenti a punti nelle prime sette gare, le VJM06 hanno fatto segnare un sensibile calo di prestazioni, finendo fuori dalla Top Ten sia nel GP di Germania, sia in quello di Ungheria.

Il team principal della Force India, Vijay Mallya, ha voluto esprimere il suo dissenso riguardo l’introduzione delle nuove gomme, ree di aver penalizzato le prestazioni delle monoposto prodotte nella fabbrica adiacente il circuito di Silverstone:Le gomme hanno giocato un ruolo importante sin da inizio stagione. Abbiamo investito ingenti risorse per capire al meglio le gomme e nei primi GP i frutti di questi studi li abbiamo raccolti. Dopo Silverstone però le cose sono cambiate. Ora dobbiamo ripetere il medesimo procedimento e capire le gomme al più presto“.

Nell’ultimo GP (disputato in Ungheria, ndr) Paul Di Resta ha dovuto lottare con gli pneumatici per tutto i fine settimana” ha concluso l’imprenditore indiano, intervenuto ai microfoni dell’inglese Sporting Life. “Di solito, quando sbagliavamo qualcosa nell’assetto, nelle altre gare finivamo comunque a punti, mentre a Silverstone e all’Hungaroring ciò non si  verificato. Nulla ha funzionato, con l’arrivo degli nuovi pneumatici. Speriamo davvero di risolvere la situazione prima del Gran Premio del Belgio e di tornare forti come lo eravamo sino a due GP orsono“.

 

5 Commenti

  • jean_alesi

    Sebbene non centri molto con l’articolo, ho appena visto le prime due puntate della nuova stagione di topGear, programma che apprezzo tantissimo e che mi fa invidiare tantissimo la BBc e in generale la tv estera (pur non priva di difetti, s’intende). Ebbene nella seconda puntata il grande Jeremy, ha fatto una fantastica battuta proprio sulle pirelli. Poi però dialogando coi colleghi la in parte giustificata dicendo che parte della colpa è della federazione. Ma la cosa che più mi ha colpito è che in conclusione ha rimarcato che la Pirelli ha fatto una figura realmente pessima e dunque ecco la mia speranza: che si faccia da parte. Lo sò è difficile, ma in una terra così appassionata e fanatica di auto e motorsport come l’Inghilterra lo spettacolo di Silverstone ha avuto ed avrà quasi certamente gravi ripercussioni sull’immagine della Pirelli. All’inizio gli ho persino difesi, ma adesso sinceramente spero che le cose cambino, magari appunto con una loro uscita, perchè in effetti le loro gomme stanno falsando il campionato in modo…imbarazzante

  • fittipaldi

    Giustissime le analisi fatte da Zio Ture e da Stevens ma
    per spiegare il silenzio della Ferrari basta domandarsi chi e’ il padrone della Pirelli e in che rapporti e’ con il dominus Luca Cordero di Montezemolo……il vecchio proverbio CANE non mangia CANE e’ sempre attuale !!

  • Era logico, come è logico anche per la Ferrari… pero’ almeno quelli della force india come avevano fatto quelli della lotus non ne hanno fatto un mistero… Mentre la Ferrari continua a stare zitta… dobbiamo perdere pure in silenzio. Dopo aver letto della crisi finanziaria della lotus che si sta facendo sempre piu’ pesante, dei problemi della Sauber inizio a pensare che Redbull e Mercedes mettano una quota da dividere fra tutti i top team e la ferrari reciti nel ruolo di comparsa o squadra avversaria di grande prestigio che viene regolarmente battuta dalle lattine sul campo. Anche se da almeno tre stagioni non è cosi’….

  • Queste considerazioni sono condivisibili.
    Un team che ad inizio stagione prepara una vettura lo fa tendo presente tanti fattori. Uno dei più importanti è il comportamento della vettura con gli pneumatici.
    Cambiare mescola a metà stagione ha reso ridicoli Pirelli e organi federali preposti che hanno creato ed approvato un pneumatico insicuro.
    L’altro fattore da considerare è la regolarità del campionato, un cambio così importante (tra l’altro non un passo avanti ma uno indietro) ha fatto riemergere alcune squadre mettendone in difficoltà altre. Forse la federazione dovrebbe in futuro optare per una scelta di mescola certa ad inizio anno, magari meno prestazionale ma sicura e uguale per tutta la stagione.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!