Ali, muso e diffusore nuovissimi per la Red Bull a Spa

23 agosto 2013 12:50 Scritto da: Mario Puca

Anche Newey ha sfornato tantissime novità per il Gp del Belgio. Vettel e Webber avranno a disposizione un nuovo diffusore, una nuova ala posteriore ed un nuovissimo musetto.

vettel-red-bull-canadaDavvero tantissime le novità tecniche che la Red Bull ha portato per il Gp del Belgio. Sappiamo bene che la Rb9 (ed in genere tutte le vetture progettate da Newey) privilegiano il comportamento in curva più che le velocità di punta. Pertanto, su un circuito come quello di Spa, non si poteva rinunciare ad un pacchetto aerodinamico specifico per consentire ai due piloti di essere sufficientemente veloci anche sui lunghi tratti veloci delle Ardenne.

Partiamo dal posteriore, che reca un’alettone da basso carico caratterizzato da una corda decisamente corta (FOTO). Completamente assenti gli slot nella parte alta della paratia, mentre il flap del DRS è lineare (senza “V” centrale) e dotato di nolder sul bordo di uscita. Da notare che quando il DRS è aperto, questo flap è assolutamente orizzontale, tanto da far sembrale l’ala (vista frontalmente) davvero “minima”, in stile Indy car. Segno che il carico generato dal diffusore è tale da poter utilizzare un’ala estremamente scarica.

La novità ancor più interessante è nella parte bassa della vettura, dove fa la sua comparsa l’ennesimo diffusore (FOTO), questa volta molto simile a quello della Mercedes (FOTO) più che a quello Lotus visto al Gp di Ungheria (FOTO). Il nuovo disegno è caratterizzato da un angolo laterale estremamente aggressivo, volto a massimizzare l’interazione con i gas caldi provenienti dagli scarichi, con un nolder che lo abbraccia quasi per tutta la sua lunghezza. Per ora il particolare è stato provato solo da Vettel, mentre Webber ne ha utilizzato un altro, evidentemente per prove comparative.

Quanto all’anteriore, la Rb9 è dotata di un nuovissimo musetto, piuttosto schiacciato, privo di bulbo inferiore e leggermente più alto del vecchio, con le dummy cameras posizionate lateralmente (FOTO). Anche questa soluzione serve a guadagnare qualcosina sulle velocità di punta. Quanto all’ala anteriore, questa è dotata di un nuovo flap di dimensioni minori nella parte terminale.

Confermate, infine, le nuove pinne ai lati dell’abitacolo, già utilizzate all’Hungaroring (FOTO).

7 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!