GP Belgio 2013: Red Bull dominatrice nelle Prove Libere 2

Red Bull dominatrice a Spa Francorchamps: Vettel e Webber sono i più veloci. Inseguono Lotus e Mercedes, mentre la Ferrari sembra ancora lontana dal trovare il giusto set-up.

seb-vettel-spa-2013-redbull

La seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Belgio porta la firma di Sebastian Vettel. Il tedesco della Red Bull ha ottenuto il giro più veloce della sessione fermando il cronometro sull’1:49.331. Alle sue spalle, il compagno di squadra Mark Webber, staccato solamente di 59 millesimi di secondo. L’unico problemino di Sebastian è stato aver forzato troppo su un set di gomme che ha portato ad una imprevista foratura alla posteriore destra che, a 12 minuti dalla fine, ha costretto il pilota a fermarsi ai box.

Dietro la Red Bull, il vuoto. Romain Grosjean, con la Lotus, è stato il pilota che è riuscito ad avvicinarsi di più. E’ terzo, ma con un distacco di ben 8 decimi di secondo. Lo segue a ruota anche il ferrarista Felipe Massa. Il brasiliano, nonostante il quarto tempo in classifica, non è apparso per niente soddisfatto del bilanciamento della sua F138 e il volto scuro al termine delle prove, ne è stata la conferma.

Ottimo quinto tempo per Jean Eric Vergne della Scuderia Toro Rosso. Il francese ha preceduto la Lotus di Kimi Raikkonen. Il finlandese, però, non è stato in grado di poter competere nella parte finale delle prove per un problema tecnico individuato dalla squadra tramite la telemetria. Kimi è stato dunque fermato ai box per evitare ulteriori problemi.

Settima posizione per Fernando Alonso che ha avuto una sessione piuttosto travagliata e senza exploit, a differenza del miglior tempo ottenuto durante la mattinata belga. Fernando ha provato diverse configurazioni aerodinamiche, come emerge in questa analisi tecnicaMercedes nascosta durante le prestazioni sul giro singolo: Rosberg è nono, Hamilton dodicesimo. Ma i tempi mostrati nella simulazione di gara, sul finale della sessione, erano davvero ottimi e in grado di poter contrastare il dominio della Red Bull Racing. Proprio con grandi carichi di carburante, la Red Bull sembra non avere ancora rivali, seppur Lotus e Mercedes hanno mostrato di poter comunque provare a non lasciare scappare i Tori di Milton Keynes. Abbastanza difficile, invece, decifrare il passo gara della Ferrari che ha mostrato solo tempi piuttosto alti.

Sessione da dimenticare, invece, per Giedo Van der Garde. L’olandese ha perso il controllo della sua vettura, finendo contro le barriere alla Stavelot. Ulteriore pressione su di lui, dopo le voci di un possibile ritorno di Kovalainen in Caterham nel 2014.

GP BELGIO 2013 – RISULTATI LIBERE 2

POS  PILOTA               TEAM                  TEMPO      GAP     GIRI
 1.  Sebastian Vettel     Red Bull-Renault      1m49.331s           22
 2.  Mark Webber          Red Bull-Renault      1m49.390s  +0.059s  34
 3.  Romain Grosjean      Lotus-Renault         1m50.149s  +0.818s  34
 4.  Felipe Massa         Ferrari               1m50.164s  +0.833s  27
 5.  Jean-Eric Vergne     Toro Rosso-Ferrari    1m50.253s  +0.922s  28
 6.  Kimi Raikkonen       Lotus-Renault         1m50.318s  +0.987s  33
 7.  Fernando Alonso      Ferrari               1m50.510s  +1.179s  21
 8.  Sergio Perez         McLaren-Mercedes      1m50.536s  +1.205s  27
 9.  Nico Rosberg         Mercedes              1m50.601s  +1.270s  33
10.  Paul di Resta        Force India-Mercedes  1m50.611s  +1.280s  27
11.  Adrian Sutil         Force India-Mercedes  1m50.629s  +1.298s  30
12.  Lewis Hamilton       Mercedes              1m50.751s  +1.420s  27
13.  Nico Hulkenberg      Sauber-Ferrari        1m50.972s  +1.641s  33
14.  Pastor Maldonado     Williams-Renault      1m50.991s  +1.660s  28
15.  Jenson Button        McLaren-Mercedes      1m51.195s  +1.864s  28
16.  Daniel Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari    1m51.447s  +2.116s  26
17.  Valtteri Bottas      Williams-Renault      1m51.568s  +2.237s  28
18.  Esteban Gutierrez    Sauber-Ferrari        1m51.644s  +2.313s  26
19.  Giedo van der Garde  Caterham-Renault      1m53.157s  +3.826s  21
20.  Charles Pic          Caterham-Renault      1m53.251s  +3.920s  29
21.  Jules Bianchi        Marussia-Cosworth     1m53.482s  +4.151s  28
22.  Max Chilton          Marussia-Cosworth     1m54.418s  +5.087s  12

 

23 Commenti

  1. Capitolo gomme forate… sono stati 3 i casi Redbull Ferrari e Catheram. Ma nessuno ne parla..?
    I paladini della sicurezza Mercedes e Redbull, una volta ottenute le gomme adatte stanno zitti. Solo Alonso ha detto qualcosa. Ogni volta che parlo del test segreto sono redarguito dai tifosi Mercedes.. Adesso pero’ come la mettiamo ?
    Poi spiegatemi perche’ invece di provare una nuova gomma, si è tornati ad una carcassa 2012 come voleva sua maesta’ Redbull. Che ne dite se il test segreto adesso lo fara’ la Ferrari magari con delle gommme totalmente nuove? poi vediamo se sono noioso per i tifosi di mercedes e redbull

    1. non bastano 3 forature nelle libere di un gp per cambiare la carcassa di nuovo. Nelle precedenti gomme tra filamazioni e scoppi continui sia nelle libere che nel week-end c’e’ voluto mezzo campionato prima di decidersi. Quindi diguriamoci se qualcuno parla di cambiare gomme solo per 3 forature in un giorno di libere, specie quando gli scorsi 2 gp non e’ accaduto nulla. Se la cosa diventera’ insistente allora se ne parlera’.

      NB che c’entra ora il test segreto in cui la mercedes ha testato la nuova sospensione e pirelli le gomme del 2014 con le gomme che si forano o le richieste di cambiare carcassa? Per forza tutti ti vanno contro, mettete il test in mezzo per qualsiasi cosa.

Lascia un commento