Spa, la Ferrari ritrova el Matador. 2° Alonso, 7° Massa

25 agosto 2013 18:07 Scritto da: Valentina Costa

Con una partenza da manuale e una serie di sorpassi al limite, l’asturiano, scattato nono dalla griglia, diventa protagonista di una remuntada straordinaria. Buon settimo posto per Felipe Massa. La F138 è apparsa nettamente più competitiva, ma “c’è sempre una Redbull davanti. E questo è il problema più grande”, afferma il brasiliano.

GP BELGIO F1/2013Mai piegato, mai domato, mai appagato. Fernando Alonso sul podio di Spa Francorchamps ci sale come una furia: ha spremuto fino in fondo la sua F138. Ha staccato sorpassi al limite dove altri non avrebbero neanche sognato di provarci. Ma non è stato abbastanza per regalare (e regalarsi) un happy ending in un tracciato dove, complici le pazzie metereologiche, l’improbabile può diventare realtà. Ma non oggi. Sull’asciutto e con le Orange Hard, Sebastian Vettel e la sua Redbull hanno dettato legge a Spa. Ma alla Ferrari, data per spacciata fino a tre giorni fa, oggi tocca qualcosa in più dell’onore delle armi. Perché anche se la Redbull è imprendibile, anche se a Maranello gli animi non sono sereni come dovrebbero, la Scuderia non molla: il risultato è un Gp del Belgio di grande solidità, che fa quasi scordare quei disastrosi ultimi cinque minuti di qualifiche in cui, ieri, è accaduto tutto ciò che non doveva accadere.

Alonso e Massa scattano dalla quinta fila, rispettivamente in nona e decima posizione. L’asturiano non aveva fatto mistero sul fatto che avrebbe tentato l’assalto alla diligenza. Detto fatto. Quando si spengono le luci Nando mette il turbo. Buttandosi all’interno, fagocita le due Lotus, la Force India di Paul Di Resta e la Redbull di Mark Webber. Dopo l’Eau Rouge si ritrova da nono a quinto, appena dietro Jenson Button. E’ solo l’inizio della carica. Al quarto giro supera in scioltezza Button e, guadagnata la quarta piazza, parte nella rincorsa del terzetto di testa composto da Vettel, Hamilton e Rosberg. La pratica con il biondino della Mercedes viene sbrigata dopo due tornate.

Comincia la lotta sul filo dei millesimi di secondo, interrotta dal primo valzer dei pit-stop: al rientro dal primo cambio gomme, al 14esimo giro, Fernando Alonso si ritrova appena dietro Lewis Hamilton, impelagatosi con Romain Grosjean. Superare il francese della Lotus è una formalità. Ed è il 15esimo giro quando l’asturiano, alla Bus Stop, si sbarazza con cattiveria del pilota inglese della Mercedes. Il ritorno di Hamilton è senza storia: Nando ne ha di più e artiglia il secondo posto. Comincia per lui la scalata alla vetta della gara, occupata da Sebastian Vettel. Ma il tedeschino (che a chiamarlo ancora tedeschino ci vuol coraggio) ne ha di più: Sebastian scappa, allungando sul ferrarista decimo dopo decimo. Nel duello a distanza la gara si addormenta.

E’ il 29esimo giro quando Alonso torna ai box per montare gomme dure: con Vettel ancora in pista su gomme medie usurate, lo spagnolo guadagna qualche secondo. Ma è solo un’illusione: dopo il cambio, il tedesco della Redbull comincia a guadagnare in maniera più che sensibile. Alla bandiera scacchi, il ferrarista accusa un ritardo di 16 secondi.

Dovevamo recuperare qualche posizione perché ieri non era andata bene. E lo abbiamo fatto. Con la macchina abbiamo fatto dei bei sorpassi, ma la seconda parte di gara è stata un po’ noiosa, perché Sebastian era troppo veloce e dietro di me non avevo nessuno che spingeva”, afferma l’asturiano. “Anche se fossi partito primo, sarei finito comunque secondo sul traguardo. Vettel era 3-4 decimi più veloce di noi”. Ed è questa, forse, la causa della faccia da funerale che Fernando Alonso sfoggia sul podio: la consapevolezza che la fine della stagione si avvicina e che Sebastian Vettel continua ad allungare in classifica. Alonso, complice il ritiro di Kimi Raikkonen, ha nuovamente ripreso il secondo posto del mondiale piloti. Ma il distacco che lo separa dal tedesco è salito a 46 punti .

Abbiamo fatto un passo avanti, abbiamo ritrovato la competitività”, conclude l’asturiano. “Spa è stato il primo step, Monza sarà il secondo, Singapore il terzo. Passo dopo passo, il nostro obiettivo è vincere qualche gara di fila. E per farlo dobbiamo continuare a lavorare 24 ore al giorno”.

Più anonima la gara di Felipe Massa, penalizzato da una partenza sfortunata, in cui è stato ostacolato da Kimi Raikkonen: il brasiliano si è ritrovato dodicesimo, con l’handicap di un problema tecnico sul volante, su cui per qualche giro si sono oscurate tutte le spie. “Non vedevo niente. Non mi arrivavano i dati della vettura, era difficile parlare alla radio e usare il kers. Fortunatamente il problema è rientrato”.

Dopo un primo stint difficile in mezzo al traffico, Massa comincia passo dopo passo a rosicchiare qualche posizione. Bello il duello con Raikkonen, tenuto dietro con caparbietà per diversi giri, e il sorpasso finale su Grosjean.

Per Felipe Massa arriva un settimo posto che fa morale e porta punti importanti in ottica costruttori. Ma per il brasiliano, dopo una parte centrale di campionato funestata da problemi ed errori, e con le voci di mercato che lo danno con un piede fuori da Maranello, la ricerca della serenità e del feeling con la vettura continua.

Contento, per sua stessa ammissione, Stefano Domenicali.Fernando ha fatto una gara straordinaria. Partire così indietro e arrivare così avanti è segno che siamo ancora lì. Ora dobbiamo migliorare sul long run con le gomme dure”, afferma il Team Principal della Ferrari. “Oggi abbiamo visto di cosa è capace la Redbull. Se vogliamo batterla, dobbiamo lavorare a testa bassa per migliorare la vettura, senza farci distrarre dalle cose che succedono all’esterno. Alla fine del campionato mancano ancora otto gare: tutto è ancora possibile”.

75 Commenti

  • Pur non condividendo alcune dichiarazioni rilasciate da Alonso nei confronti del team, il suo malumore è coprensibilissimo:
    anche se in questi anni la Ferrari è quasi sempre stata la 2° forza in campo, è pur vero che non si vedono evoluzioni costanti, si galleggia “staticamente” dietro le redbull, si continuano da abbu a portare aggiornamenti che puntualmente vengono bocciati…… c’è sicuramente qualcosa che non va, non è possibile che si investano soldi in ricerca e sviluppo e non si riesca mai ad ottenere risultati sperati!
    Alonso comincia ad avvicinarsi a fine carriera ed ha fame di vittoria, vedere che non c’è verso di riuscire ad avere una vettura competitiva dall’inizio alla fine non può certo farlo stare sereno e rilassato. Gli errori di quest’anno secondo me sono proprio la conseguenza di questa mancanza di serenità.

  • Vorrei davvero capire in cosa consistono sti problemi con la galleria: l’anno scorso si diceva che la galleria della Ferrari era obsoleta ed in fatti la stanno rifacendo, ma se adesso hanno gli stessi problemi di correlazione dati anche con quella di Colonia allora c’è qualcosa che non torna…….
    Mi pare poco credibile che siano gli ingegneri a non saper usare la galleria del vento!

  • Una considerazione tecnica sulla Ferrari vista ieri che ho seguito sin dal Venerdi.
    Credo che al di la’ delle solite storie della galleria del vento e della correlazione ecc… mi pare che il vero tema sia un altro. Il grande passo in avanti fatto dalla Ferrari, oltre che dalla pista che potremmo definire favorevole va ricercato nel cambio radicale dell’utilizzo delle gomme. Posso sbagliarmi, ma la mia impressione è che adesso la Ferrari abbia cambiato totalmente filosofia sull’utilizzo delle gomme. Credo che la Ferrari sia adesso molto aggressiva, forse per certi versi anche troppo, nell’utilizzo delle gomme. Il venerdi ho potuto apprezzare come la Ferrari fosse molto veloce a pista umida e a temperature elevante invece piu’ lenta rispetto alla Mercedes e Lotus. A conferma di quello che ho detto FRY ha dichiarato che il potenziale della Ferrari era la prima fila, come a rimarcare che adesso la Ferrari utilizza le gomme come la Merdeces prima serie, quella che era veloce in qualifica ma che usurava tanto le gomme a pista asciutta e temperature elevate. Sulla galleria del vento invece faccio notare che le modifiche sulla Ferrari erano minime, anche se una forse è stata determinante una nuova prese dei freni che dovrebbe mandare in temperature le gomme prima.

    • tatanka2003

      Gli sfoghi d’aria sui freni dovrebbero scaldare il cerchione e di conseguenza aiutare a mandare in temperatura le gomme più velocemente, come tu hai detto, i cambiamenti aerodinamici sono stati minimi vero anche questo, non è forse una questione di regolazione delle sospensioni anteriori? E poi, forse gli aggiornamenti erano in posti non visibili, della conformazione degli scarichi cosa ne pensi? Non ho trovato molte foto in giro, sembravano quelli usati nell’ultimo gp…

      • Conformazione degli scarichi classica, quella corta con cui la Ferrari ha disputato molte gare. Le novita':
        Alettone anteriore
        Alettone posteriore
        Prese dei freni nuove
        Deflettori nuovi, quelle alla base delle pance sotto l’abitacolo del pilota.

        Il fondo era quello vecchio, nemmeno quello evoluto e di quello in stile lotus manco a parlarne. Insomma era una Ferrari ” liscia ” che pero’ è andata dannatamente forte se consideriamo l’ultima prestazione precedente a questa gara. In un sol boccone abbiamo ripreso Lotus e Mercedes e ci siamo anche avvicinati alla Redbull. E’ comunque una magra consolazione, visto che il campionato era partito con altri valori con la F138 macchina da battere e la Redbull che ha fatto un inizio di campionato in cui ha raccolto piu’ del dovuto. Comunque mi pare evidente che oltre alla conformazione di SPA, sono le gomme che hanno fatto la differenza.

      • tatanka2003

        Il guaio è che se anche dovessimo riuscire a sfruttare bene le gomme più dure, la Pirelli comincerebbe a scegliere quelle più morbide per ogni GP, ah ah ah…
        Oppure cambierebbero mescola, magari per un paio di forature, io non mi fido più…
        Mi è stato insegnato molti anni fa se c’è una sola possibilità che l’uomo possa modificare un risultato per vincere, lo farà!

      • La cosa bella è l’ingenuita’ di Alonso che ci crede fino all’ultima gara. Peccato che sia tutto inutile… Comunque è pur vero che Spa e Monza sono piste a se’ e che se dobbiamo considera la prestazione della Ferrari un fuoco di paglia allora anche quello della redbull potrebbe esserlo. In realta’ ci sarebbe tutto il tempo per un eventuale recupero non solo di Alonso ma anche di altri piloti. Il problema è un altro ora mai ci abbiamo fatto il callo.. quando la Ferrari inizia a vincere succede sempre qualcosa di negativo. Siamo condannati a perdere il titolo all’ultima gara dalla f1 farsa del nano malefico.

      • Mah Zio… io non credo che Alonso non abbia capito come andrà a finire, ecco perché era così scuro in volto.
        L’abbiamo capito tutti, ieri ne ho incontrati veramente pochi di ferraristi con il sorriso…

      • tatanka2003

        Se ricordi avevo detto che Alonso avrebbe vinto il mondiale con 8 punti di scarto sul diretto rivale…
        Voglio ancora crederci!!!

  • tatanka2003

    Si apprende che la Ferrari è andata addirittura nella galleria del vento della Sauber a Hinwil per fare una ulteriore comparazione con i dati di Colonia e il risultato sia stato che erano errate le correzioni portate ai dati, quindi altro tempo perso, si è ripresa la bussola dopo le prove a Silverstone in cui si è capito bene l’errore commesso, sempre, comunque, dovuto al cambio delle gomme che sono meno pesanti e hanno un disegno più tondo, inoltre hanno differenti range di temperatura, ad inizio stagione usando le gomme ‘ufficiali’ con la minigonna termica (sempre gli scarichi) che sigillava il diffusore si era trovata la giusta performance, ma poi il cambio ha rivoluzionato tutto.
    Rimane la lentezza di una struttura che dovrebbe essere invece leggera e con alta capacità reattiva…

  • Festeggiamenti o no, il mondiale per Alonso e per la Ferrari è bello che andato. Troppo superiore la RBR di Vettel.
    C’è ben poco da festeggiare…
    Insomma, siamo di fronte all’ennesima annata “alla Domenicali”: tanto lavoro a parole ma ben pochi fatti. La macchina non è a livello di quella messa in pista dal Genio.
    Alonso il coltello tra i denti lo ha messo, ma non mi pare che lo stesso si possa dire dei tecnici.
    Pazienza

  • Ancora con questa storia del muretto?
    Non passa a nessuno per la testa che si è “allontanato” dal muretto per andare sulla parte sporca della pista e raccogliere un po’ di trucioli di gomma, dato che a Spa non c’è il giro di rientro e quella era quindi l’unica zona per farlo???

    • certo, proprio come hanno fatto Vettel e Hamilton.
      vabbè basta, è vero, abbiamo una prima guida contenta come poche in circolazione, è giusto tutto quello che fa e dice, così la finiamo e siamo tutti estremamente contenti per il bellissimo e gioviale clima che si respira ai box Ferrari, ok? :)

      • No, il clima sarà quello che sarà, ma sull’episodio specifico non trovo valida quella motivazione di allontanarsi…

      • beh, di fare l’ha fatto. possiamo stare qui ore ad accapigliarci, l’ha fatto, non l’ha fatto. le immagini parlano chiaro, vettel passa sotto il muretto, alo esce dall’ultima chicane di traverso e si mette a sinistra, arriva hamilton e sfila tranquillo sotto il muretto. se n’è accorto anche genè in diretta, ma va bene così dai, continuiamo a far finta di non vedere…

  • Polemica o no vorrei capire dov’e’ il muretto che lo festeggia….io vedo 2 persone in rosso con 1 in mano la tabella…vorrei capire dove sono i grandi festeggiamenti del muretto che Alonso avrebbe snobbato?

    • Ho riguardato bene e non lo festeggia proprio NESSUNO.

    • beh, ai box era tutto un dare di pacche sulle spalle, domenicali era bello allegro, penso fossero tutti più che soddisfatti del risultato. tutti tranne uno, a quanto pare.
      da che mondo e mondo, se recuperi 7 posizioni in gara e arrivi secondo, fallo un salutino alla squadra che t’ha dato la macchina per farlo, no?
      ma magari mi sbaglio io e viene fuori che non aveva benzina per salutarli…

      • si ma vorrei capire chi doveva salutare? non c’era nessuno al muretto..non si vede un solo pugno agitarsi fuori..poi se si vuole vedere tutto nero ok..il fatto che lui fosse risentito da tutta questa storia non c’e’ dubbio,basta vedere la faccia sul podio..

  • Se Alonso continua ad essere polemico con la Ferrari, credo farebbe bene ad andare altrove.. Grande pilota si, ma non è l unico grande pilota in circolazione! È stato il centro della Ferrari dal primo giorno, tutti si sono messi a disposizione unicamente per lui.. ha iniziato a polemizzare e la Ferrari giustamente non l’ha accettato. Mi fanno ridere le persone che dicono che la Ferrari non merita Alonso e cavolate simili..

    • Pienamente d’accordo, e aggiungo che se è vero tutto quello che si vede (e in alcuni casi quel che si ipotizza), il comportamento è molto lontano da quello di un grande professionista, anzi, per come la vedo io è piu’ simile a quello di un bambinetto. E’ forte, non c’è dubbio, ma se continua con questi atteggiamenti preferisco che se ne vada, anche prima della fine della stagione.

    • Leonida Circo

      Hai ragione. La Ferrari si merita Domenicali e Massa.

      • Probabilmente non vanno bene neanche loro, ma nessuno dei due che hai citato ha sputato nel piatto dove mangia. L’atteggiamento di Alonso è inutile e dannoso. O cambia o smamma, e magari a fine stagione, con il quadro completo delle prestazioni della macchina, potrebbero seguirlo anche gli altri due.
        In ogni caso uno che non sa dire “ho sbagliato” non è gestibile e non lo voglio in squadra, quando non vince fa solo danni.

  • Il “gesto” del muretto significa: io ho fatto il massimo, voi no. E non mi rompete se dico che vorrei la macchina di Vettel.

    Professionalmente sarà anche contestabile, ma umanamente sto con lui al 100%.

    E’ stata più che altro una risposta a Montezemolo, secondo me.

    • ecco, appunto. che lui abbia fatto il massimo e “gli altri” no è una vaccata. Gli uomini ai box sono sempre tra i migliori, cosa c’entrava fare una mossa del genere verso di loro sto ancora aspettando di capirlo.
      Si vince e si perde insieme. Per il campionato che ha fatto lo scorso anno Alonso merita un monumento alla dedizione, ora basta tirarsela però. Tanto in Redbull non ci va, Kimi non si muove dalla Lotus, questi atteggiamenti distruggono tutta la squadra a lungo andare. E forse è proprio quello che ha in mente il “matador”.

    • Ha fatto il massimo? Anche in qualifica? Anche, che so, a Monaco, in Malesia, o in altri mitici Q3?
      Vettel, lui si, è stato perfetto, e mi sa che a macchine invertite il distacco pro Red Bull sarebbe minimo…altroché piagnistei…

    • Leonida Circo

      Sono quattro anni che questo tira la carretta da solo, circondato da incapaci. Quattro anni che a Maranello mettono in pista macchine sempre uguali, con gli stessi difetti. Quattro anni che il Team Principal, dopo ogni gara ripete come un mantra: “Dobbiamo mettere in fila i problemi”. Dopo quattro anni si è stufato. Questo fa il pilota, mica il tifoso. Ed è pure forte. Secondo molti, il migliore. La merita una macchina competitiva o deve continuare ad aspettare che il Commercialista finisca di “mettere in fila i problemi”?

  • Il gesto contro il muretto me lo sono perso…… Cosa ha fatto?

    • ha vistosamente sterzato in direzione opposta al muretto, mentre la squadra lo festeggiava.
      può essere un caso, può essere voluto, a me ha fatto male lo stesso. saremo anche più scarsi tecnicamente rispetto a RedBull, ma un po’ di rispetto che chi nonostante tutto sta cercando di raddrizzare un’altra stagione storta mi sembra il minimo. Perchè se in Ungheria porti una macchina che non va e fai pena, e poi con la stessa identica macchina vai a Spa a recuperare 7 (SETTE!!!) posizioni in griglia significa che il pilota non c’entra un tubo, altro che matador…

    • http : / / www . youtube . com / watch?v=BGO_8pqbwr8

      • Guarda alla fine del video e capirai.

      • mah io ho capito che lui si e’ spostato da un muretto senza nessun festeggiamento..vorrei capire in che secondo del filmato vedi dei festeggiamenti del muretto?

      • No no io non vedo festeggiamenti e non vedo nulla di così assurdo o strano in quello che ha fatto ieri Alonso. Era solo per far vedere a tutti il momento incriminato.
        Sono altri qui che vedono sempre polemiche e cose astruse in ogni momento.

  • E’ anche una questione di fame quando era la redbull a prenderle con le vere gomme 2013 hanno fatto una rivoluzione per costringere fia e pirelli a tornare a gomme tipo 2012, se le prende la ferrari se ne escono con un sorriso alla domenicali, questo atteggiamento da perdenti si era visto anche a silverstone 2011, domenicali non ha colpe sugli errori progettuali fatti da fry-tombazis nel puntare su una sospensione sbagliata ma è sbagliato il suo atteggiamento buonista da padre di famiglia verso dei tecnici che non ne azzeccano una da almeno 3 stagioni nonostante investimenti da capogiro, ma domenicali non è ne briatore ne todt purtroppo

  • mah.
    gran gara, certo. ma non riesco ad essere contento, anzi. e non mi riferisco di certo al fatto di essere arrivati dietro vettel. quel gesto contro il muretto…

  • Questo nuovo capolavoro di Alonso fa capire una volta di piu’ i limiti di Montezemolo, sia come uomo sia sopratutto come manager. Invece di passare l’estate a
    cazziare ed a mettere sullo stesso piano (fare di ogni erba un fascio e’ la grande specialita’ dei “comandanti”
    italiani) personaggi validi con incapaci conclamati, avrebbe potuto iniziare a fare quel poco di pulizia interna che sicuramente servira’ nel 2014. Per vedere il valore “vero” della Ferrari oggi basta vedere la posizione all’arrivo di Felipe Massa………..

  • Giusta la faccia da funerale di Alonso sul podio.
    Giusta la frase di Massa: “…il problema è che davanti c’è sempre una Red Bull…”

    Inconcepibile la faccia sorridente e soddisfatta di Domenicali, ma che ca.. ridi , hai inalato gas esilarante?
    Ma che c’è da stare allegri dopo che la Ferrari ha preso l’ennesima pesante bastonata dopo una gara dove Vettel ha letteralmente passeggiato per 44 giri nei boschi mentre gli altri sudavano per stargli sempre costantemente dietro?

    Altro che reset del 2014 , se continua così, e non vedo perchè non dovrebbe essere, la federazione dovrebbe valutare l’idea di chiedere alla Red Bull di cambiare sport per manifesta superiorità o evidente incapacità degli avversari.

    Seguo da troppi anni la Formula 1 e ormai ritengo di essermi emancipato dal tifo fine a se stesso: io guardo lo spettacolo (se c’è) e le sfide umane e tecniche tra piloti e squadre; onestamente questa macchina schiacciasassi sta diventando come la Ferrari degli anni d’oro di Schumacher o la Williams anni 90 o la McLaren anni 80 di Lauda / Prost / Senna .
    Vedere un pilota che corre da solo e ha come unico stimolo fare il giro più veloce all’ultimo giro , onestamente non mi emoziona.

    Domenicali : ma che hai ancora da ridere ??

    • Se con un pilota come alonso che nel ritmo di gara non ha rivali ti becchi una ventina di secondi con il sorriso sulle labbra o sei un incompetente oppure un perdente nato credo che domenicali sia 50 e 50

    • Ho pensato la stessa identica cosa.
      “Cosa c***o ti ridi? Hai visto chi vi ha dato 20 secondi o finora hai giocato a briscola?”
      Questa è una mentalità perdente, la stessa che ci ha fatto perdere il mondiale scorso.

  • il distacco fra red bull e ferrari è nell’ordine di mezzo secondo su circuiti di lunghezza normale ma sui circuiti lunghi come spa arriva a 8 decimi: vedere l’ultimo stint della gara di ieri: quando vettel è uscito dai box aveva 5.8 secondi di vantaggio su alonso….

    il problema è che la red bull ha trovato anche la velocità di punta grazie a nuove ali studiate da newey e sicuramente sarà molto competitiva anche a monza circuito favorevole alla ferrari…

    • Ferrari e mercedes hanno corso con un carico più elevato anche in previsione della pioggia la redbull ha usato assetti più estremi anche grazie alla maggiore deportanza del corpo vettura, a monza tutti correranno con mini-ali vista l’assenza di curve vere e la redbull anche se sempre favorita dovrebbe avere un vantaggio minore

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!