Maldonado: “Non mi importa del giudizio della gente”

1 settembre 2013 15:16 Scritto da: Antonino Rendina

Il pilota della Williams difende il suo modo di correre, noncurante del pensiero di pubblico e addetti ai lavori.

pastor-maldonadoSeppellire l’ascia di guerra? Giammai. Nella pausa tra le due grandi classiche Spa e Monza, il driver della Williams Pastor Maldonado è tornato a parlare della penalità che in Belgio i giudici di gara gli hanno comminato per lo sprovveduto tamponamento a di Resta.

Il temperamento è caliente anche senza casco: “A me non importa di quello che la gente pensa di me”.

Il pilota, il lavoro, è una cosa. L’uomo un’altra. Almeno questo è il senso delle parole battagliere di un piccato Maldonado:

La mia reputazione fuori dalla pista è un’altra cosa. Queste sono corse, e io corro così. Continuerò a guidare come so fare, lascio la gente libera di pensare di me ciò che vuole”.

Per Pastor a volte la F1 somiglia al calcio, o agli altri sport. Difficile, insomma, giudicare certe condotte di gara dall’esterno:

E’ come nel calcio. E’ sempre difficile giudicare da fuori ed è anche difficile spiegare certe cose quando ci si trova dentro. Penso che quello che è successo a Spa sia chiaro a tutti. Onestamente reputo ingiusta la penalità subita”.

2 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!