Trofeo Bandini 2013, Ferrari protagonista a Brisighella

1 settembre 2013 01:36 Scritto da: Davide Reinato

La Ferrari anima Brisighella con Felipe Massa e la Ferrari 312 T4 di Gilles Villenuve. Si chiude positivamente la ventesima edizione del Trofeo Bandini.

giacobazzi-ferrariUn caldo sole di fine agosto ha reso ancor più bella Brisighella, antico Borgo medievale in provincia di Ravenna, dove si è svolta la ventesima edizione del Trofeo Lorenzo Bandini. Quest’anno, il trofeo in ceramica è stato consegnato a Piero Ferrari, vicepresidente della Ferrari S.p.A. e unico erede vivente del Commendatore.

Ad aprire la cerimonia di premiazione è stato il Presidente dell’Associazione Trofeo Bandini, il Cavalier Francesco Asirelli, l’anima dell’intera macchina organizzativa che, ogni anno, trasforma questo piccolo borgo in uno stargate verso il blindato mondo della Formula 1. A ritirare il premio assegnato a Piero Ferrari  ci ha pensato il Direttore Sportivo della Ferrari, Massimo Rivola. Tra i premiati di quest’anno anche il Presidente della FIA, Jean Todt, il quale ha delegato Matteo Bonciani – capo ufficio stampa della Federazione – a ritirare la Meglia Presidente Camera dei Deputati. A ritirare la Medaglia Fonderia Morini, invece, è stato un altro uomo Ferrari: Simone Resta, Deputy Chief Designer del progetto F138.

Protagonista sul palco di Piazza Marconi il pilota della Ferrari, Felipe Massa: “Sono contento di essere tornato qui oggi. Ho ricevuto il Trofeo Bandini nel 2013 e devo dire che è bello salire nuovamente su questo palco”.  Il brasiliano è stato omaggiato anche del Premio alla Carriera con una ceramica realizzata ad hoc da artigiani di Brisighella.

L’altra chicca della giornata è stata la Ferrari 312 T4 appartenuta a Gilles Villeneuve. Poco prima dell’inizio della cerimonia, Brisighella si è trasformata in una piccola Montecarlo e Jonathan Giacobazzi – fortunato possessore di questo gioiello – ha percorso le principali vie della cittadina facendo cantare il propulsore V12 della monoposto.

Una giornata di passione, insieme alla Scuderia Ferrari, nel ricordo del tanto amato Lorenzo Bandini che ripercorriamo in questa gallery.

3 Commenti

  • Noo un gioiello del genere nelle mani di saponetta Massa… !

    Sono certo che in caso di un eventuale incidente si giustichera’, una mosca gli è andata sopra il casco squilibrando la macchina, oppure non si accende lo schermo a led sulla monoposto degli anni 70… oppure non conosceva le gomme Michelin e non aveva grip…
    Oppure ha visto la maglietta con su scritto Alonso is faster then you… !

    • String Quartet

      Poi ti lamenti che ti danno dell’idiota… è da settimane che dicono che a guidarla era Giacobazzi! 😀 Ma devi pur sempre sparare a zero su tutto e tutti? Massa non sarà il nuovo Senna, ma non è così scarso… anche se ha fatto il tempo a Maranello

      • Si in effetti lui era li per ritirare un premio !?! ah ah ah
        L’anomalia è premiare Massa… di solito si premiano i buoni risultati non quelli penosi.
        Ritornando su Massa, per te puo’ essere un buon pilota per me e forse per la stragrande maggioranza dei tifosi Ferrari è stra cotto. Poi ti faccio notare che fior fiori di piloti che magari hanno sbagliato una sola stagione sono stati rispediti al mittente. Massa non è che ha avuto una possibilità’ ne ha avute gia’ 3 mentre giovani promesse con un probabile futuro o non hanno mai guidato una f1 oppure sono stati licenziati ben prima di Massa.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!