La Ferrari tira fuori le unghie, ma poco può contro “l’alieno”

8 settembre 2013 18:43 Scritto da: Valentina Costa

Gara maiuscola per entrambi i piloti del Cavallino Rampante dopo una partenza fulminante. La vittoria non arriva: secondo Alonso, quarto Massa. Ma la festa del podio è tutta Rossa e la Ferrari recupera in classifica costruttori. “Quando un pilota domina venerdì, sabato e domenica, noi non possiamo che fargli i complimenti, accettare che è stato più forte di noi e riprovarci la volta successiva”, afferma l’asturiano.

130061ita(1) (275x183)Più che lottare come leoni, non si può. E noi, questo weekend, lo abbiamo fatto”. Si racchiude tutto nel team radio finale di Andrea Stella il Gran Premio d’Italia 2013 della Ferrari. Un team radio che consegna Fernando Alonso, secondo sul traguardo dopo una gara bella e caparbia, al boato della marea rossa in attesa sotto il podio, tra fumogeni tricolori e il tradizionale enorme stemma del Cavallino Rampante.

Il Gran Premio di Monza parte con lo scatto felino di entrambi i ferraristi, rispettivamente in quarta e quinta posizione in griglia. L’assalto alla prima fila è massiccio, tanto da impensierire persino Sebastian Vettel, che arriva alla prima variante spiattellando la gomma anteriore destra. Massa si inserisce subito dietro al tedesco, mentre Alonso, liquidato Nico Hulkenberg, parte alla carica di Mark Webber. L’australiano non ha scampo: alla quarta tornata lo spagnolo lo aggancia all’esterno, stacca all’ultimissimo momento all’entrata della Variante della Roggia, e agguanta il terzo posto.

Lo spagnolo supera il compagno di squadra all’ottavo giro e comincia la rincorsa alla vetta della gara, occupata da Sebastian Vettel. Sembra di rivedere il film di Spa Francorchamps: il tedesco non strafà, ma come una formichina guadagna tre-quattro decimi al giro. Su gomme medie la Ferrari è comunque performante: Alonso riesce a non andare oltre i cinque secondi di distacco quando comincia il valzer dei pit-stop, intorno al 21esimo giro. Webber e Vettel si fermano a montare gomme dure. Le due Ferrari rimangono in pista qualche giro in più, forse per arrivare al traguardo con gomme più fresche, o forse consapevoli delle difficoltà del passo gara sulle Orange-Hard.

La scelta non paga: Felipe Massa rientra in pista dietro Mark Webber, mentre Fernando Alonso vede raddoppiare il proprio svantaggio da Vettel, con l’aggravante di trovarsi braccato dall’altro pilota Redbull. Ma Nando difende la posizione contro Mark Webber come se non ci fosse un domani. Negli ultimi giri sembra addirittura guadagnare qualche secondo su Sebastian Vettel. Ma è così che si arriva sul traguardo: il tedesco in volata a prendersi il suo sesto successo stagionale, lo spagnolo secondo, come in Belgio.

il tweet di fernando alonso (275x206)La festa, però, è solo per lui. Fernando Alonso, l’asturiano dal sangue caldo che pizzica i giornalisti e giura amore eterno alla Ferrari e ai suoi tifosi. Lui è il re del circuito brianzolo, e dal podio si fotografa con la folla osannante, anche se sul gradino più alto c’è Sebastian l’alieno. Un alieno sempre più solo dall’alto dei suoi 222 punti in classifica.

Abbiamo fatto un bel weekend: un venerdì molto valido, in cui abbiamo sperimentato diverse soluzioni tecniche; una qualifica molto buona, dato che due macchine in top 5 non le portavamo dalla Malesia; in gara abbiamo lottato per il podio con entrambe le vetture. E’ stato tutto quasi perfetto: perché alla fine è stato il nostro rivale a vincere e ad allungare in campionato. Ma quando uno domina venerdì, sabato e poi vince la domenica, noi non possiamo che fargli i complimenti, accettare che è stato più forte di noi e riprovarci la volta successiva”.

E’ l’asturiano a parlare: la sonata è molto cambiata rispetto alle sfuriate piccate dello scorso, terribile luglio. La Red Bull è inarrivabile, è vero. Ma la F138 sembra risorta. Non solo: la corsa al mondiale, fino a un mese fa apertissima, può considerarsi ormai una faccenda a due.  “La macchina era a posto, abbiamo superato Nico (Hulkenberg) e poi Mark (Webber), ma non siamo stati in gradi di ridurre il margine. Il secondo posto è buono per godersi questa cerimonia sul podio più spettacolare dell’anno. Speriamo di essere sul gradino più alto il prossimo anno”, dice Fernando a Jean Alesi, che lo intervista. E sul bel sorpasso al limite a Webber afferma: “a questo punto non abbiamo nulla da perdere, dobbiamo prenderci qualche rischio. L’abbiamo fatto e ci è andata bene”.

Quarto posto per Felipe Massa, autore di una gara generosa, forse anche più delle qualifiche di ieri. “E’ stato tutto perfetto, tranne che per la posizione persa (nei confronti di Webber, ndr) con il pit stop. E’ stato un peccato, perché mi ha impedito di lottare davanti ed essere lì sul podio davanti ai tifosi italiani”.

Il brasiliano, osservato speciale del mercato piloti, mercoledì è convocato a Maranello per sapere cosa sarà di lui nella prossima stagione. “La Ferrari sa di cosa sono capace, conosce il mio talento. Non c’è nulla da dire. Bisogna solo continuare a lavorare per la squadra fino alla fine”.

Certo è che, con il risultato di oggi che porta Vettel a +53 su Fernando Alonso, il campionato prenderà una piega definitiva nella prossima gara di Singapore, peraltro storicamente favorevole alla Red Bull.

Abbiamo dato il massimo”, afferma Stefano Domenicali. “Però sono andati più forte di noi. Abbiamo perso dei punti sul leader del campionato piloti, tuttavia ne abbiamo recuperati molti in classifica costruttori e ora siamo di nuovo secondi. Il mese di luglio ci ha tagliato un po’ le gambe per la corsa al campionato”, continua il team principal Ferrari, “ma non è ancora finita. Abbiamo l’obbligo di continuare a lavorare e a spingere. Lo dobbiamo a tutta questa bellissima gente che è venuta qui, numerosissima, a fare il tifo per noi”.

52 Commenti

  • leggo dei commenti sul confronto Massa e Kimi secondo alcuni, Kimi sarebbe inferiore…
    Vi invito ad andare su wikipedia e a vedere il ruolino dei punti fatti da Kimi e confrontarlo con quello di Massa.

    Massa negli ultimi anni non solo ha dimostrato di essere un pilota lento con qualche sporadico risultati appena sufficiente ma ha commesso parecchi errori e preso zero punti in un buon numero di occasioni. Anche un pessimo Kimi, nel suo anno peggiore avrebbe fatto meglio.

    Voglio dire che ipotizzando un annata no di kimi la ferrari ne guadagnerebbe comunque nel campionato costruttori per continuita’ di risultati. L’ipotesi di kimi veloce spronerebbe Alonso a fare meglio e gli toglierebbe anche l’opportunita’ di sparare a zero sulla Ferrari. Non vedo una lotta fratricida interna, perche’ Kimi non è come Massa, un sano duello in pista si ma niente piagnistei o scenate simile a quella del 2010 ” alonso is faster then you ” e niente richieste azzardate di Alonso It’s Ridiculus… perche’ ci sarebbe un secondo pilota su cui puntare se Alonso la fara’ fuori dal vaso.

  • E’ sempre interessante girare per l’archivio del blog…

    ht tp:/ /ww w.bl ogf1.it/2013/01/24/ hembery-nel-2013-garantiremo-prestazioni-ed-incertezza/

    Tanto per non dimenticare, ma non doveva essere un campionato con maggiore incertezza, con più cambi gomme?
    Non solo avete PALESEMENTE disatteso le richieste che vi sono state fatte, state scegliendo sempre gomme dure, e le super-soft che fine hanno fatto?
    ‘COLLUSI’ è la parola giusta in questo caso…
    Vi pubblico anche il significato dal dizionario:La collusione è un accordo fraudolento stipulato tra varie parti, al fine di ottenere reciproci vantaggi.

  • E intanto autosprint e mezzo mondo da l’ ufficialità e conferma di Kimi in ferrari.
    domani probabilmente l’annuncio.

    Dalla settimana di ferragosto che Kimi aveva firmato per la ferrari.
    A me l’ha detto Balzan(pilota ufficiale ferrari GT) che corre in amerca nell’ALMS con il team del genero di Piero ferrari.
    A questo punto un semigrazie a Massa per la dedizione e in bocca al lupo per il tuo futuro.

    • aggiungo che secondo me Kimi non fu mandato via per lasciare il posto a Alonso ma per non cacciare via Massa.
      Ora e’ proprio Massa a levarsi per far posto a Kimi…questa e’ la squadra che doveva esserci gia’ dal 2010.

      • be diciamo ke massa é andato meglio di kimi nel 2008 e nella meta ke ha fatto nel 2009..quindi a conti fatti massa>kimi nel 2010..poi conta che massa lavorava e sviluppava .. Kimi solo ora é diventato piu completo diciamo

    • Ha senso…. anche perche’ il titolo è praticamente sfumato a Monza, quindi con o senza l’aiuto di Massa nelle altre gare la frittata è fatta.
      Sono felice per il 2014, è la coppia migliore che supera anche quella formata fra Rosberg e Hamilton. Inoltre come ho sempre detto, sono due piloti che oltre a dare piu’ performance, possono lavorare senza sterili ed inutili polemiche che Massa ha alimentato da 3 anni, fino a poco tempo fa e non so se alla partenza Massa ha continuato ad ostacolare Alonso come è invece accaduto qualche volta nelle prime gare, quando ancora Massa si illudeva di poter vincere il titolo e di battere Alonso.
      Non mi affatto che Massa non sia stato riconfermato, ha avuto tante occasioni ben piu’ di piloti giovani o altri che non hanno il privilegio di guidare per un top team e per la Ferrari.
      Massa a casa e portati con te tutta la famgliola che allietava i box… madre padre fratelli sorelle cugini di primo e secondo grado, maggiordomo ecc…

      • Probabilmente anche l’arrivo di Allison ha contribuito alla scelta.

        Cmq…finchè non ufficializzano il dubbio che possano cambiare idea e tenere Massa ce l’ho sempre. 😀

      • Anche io massa è come una zecca in bezzo agli zebedei… spero che sia la volta buona. Al di la’ delle prestazioni scadenti degli ultimi anni, cio’ che rende antipatico Massa è questo suo continuo obbiettivo di battere Alonso e ti piangere sempre quando ha sacrificato una sua prestazione ( per la verità quasi mai.) Massa doveva rendersi conto che era in una fase calante ed invece a sognare e puntare al titolo come ha sempre dichiarato ogni inizio di campionato, doveva mettersi a disposizione della squadra e cercare il risultato di squadra.

      • io non sarei totalmente convinto che raikkonen possa fare meglio di massa… raikkonen ha sicuramente più talento del brasiliano.. ma è vero che negli anni in ferrari è successo che più di una volta si addormentava in gara e poi era nelle retrovie… sopratutto nel 2008… poi c’è da dire che raikkonen a differenza di massa nello sviluppo non fosse cosi efficace speriamo che le cose siano davvero cambiate

    • Lo vado ripetendo da quando sono iniziate queste voci, ci vuole per il prossimo anno un pilota dal piede ‘aggraziato’ (e Kimi lo ha) visto che la coppia dei motori sarà ‘mostruosa’, almeno così li descrivono questi propulsori, poi potrebbe anche non venire in Ferrari, ma rimane il fatto che Massa non solo è indifendibile, non credo neppure abbia il piede giusto per guidare le nuove vetture…

    • L’utente ‘romapiero’ ha detto che il contratto è stato firmato il 16, o giù di lì, sembra abbia una buona fonte, inoltre lo ha scritto subito dopo, prima della esplosione del caso ‘giornalistico’…

  • Bravi tutti ieri. Vettel un robot che non sbaglia niente, ha fatto un we sempre davanti, da applausi. Per la Rossa un buon fine settimana davvero, macchina e piloti in forma. Se si guarda l insieme del GP, bisognera lottare forte per il secondo posto. Hamilton e Kimi vanno forte… Non capisco proprio la Pirelli, gli chiedono di dare spettacolo e vengono a Monza per fare un solo pit. Poi se non c era l obbligo di cambiare mescola, forse non lo facevano nemmeno…dove sono finite le red e le yellow??? Fine produzione???

  • Schumybestintheworld

    Bella gara della Ferrari ma credo che faccio meglio da adesso in poi a concentrarsi sull’anno 2014, visto che matematicamente il mondiale 2013 si può dire già assegnato: 7 GP ancora da fare, anche se Alonso dovesse vincerli tutti (impossibile!!!!!!), Vettel potrebbe arrivare comodamente 2° e vincere il titolo con 4 punti di scarto. Di doppiette Ferrari non se ne parla proprio, perché Massa oramai è finito, quindi pensiamo a sviluppare bene per il 2014 e giocarcela l’anno prossimo…. anche se fà male è la verità.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!