Monza, qualifiche deludenti per i rookie

8 settembre 2013 12:04 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia, deludono i giovani leoni della F1.

marussia-bianchiQualifiche del GP d’Italia deludenti per gli esordienti della stagione 2013: a Monza nessun rookie riesce ad andare oltre la Q1, con la triste conseguenza di avere Gutierrez, Bottas, van der Garde, Bianchi e Chilton (in questo ordine) schierati a fondo gruppo.

Esteban Gutierrez, che partirà 17esimo, si chiede perchè il distacco dal suo compagno Hulkenberg (ottimo terzo) sia così elevato: “Delusi e increduli, non ci aspettavamo una qualifica così dopo delle libere confortanti. Avevamo un buon passo e un buon ritmo fino al sabato mattina, e nonostante il circuito sia impegnativo, avevo fiducia. Sessione di prove complicata, ora bisogna capire dove abbiamo sbagliato e continuare a spingere“.

Anche Valtteri Bottas, 18esimo, si vede costretto a confrontarsi con la prestazione migliore del compagno Maldonado, approdato almeno in Q2. Il finlandese ha sfiorato la qualificazione alla seconda fase, sentendosi ottimista: “Sono riuscito a fare un giro pulito che pensavo bastasse. Dobbiamo analizzare i dati a disposizione per capire perchè il tempo non ha rispecchiato il valore della vettura: il passo gara sembra buono e di sicuro le buone opportunità di sorpasso su questa pista possono dar vita a una bella gara“.

Giedo van der Garde sottolinea il gap tra le sue ultime libere e la prestazione della qualifica: “Eravamo partiti bene tra venerdì e sabato mattina, riuscendo a risolvere anche un problema di sottosterzo. L’unico punto critico rimaneva il riscaldamento della gomma anteriore, che continuava a penalizzarci. In qualifica abbiamo fatto due tentativi su gomme medie, scendendo in pista abbastanza presto rispetto agli altri. Sono comunque soddisfatto del mio tempo – Giedo partirà 19esimo – , perchè sto accumulando esperienza e migliorando il mio feeling con la vettura durante la corsa“.

A chiudere i due piloti Marussia, 21esimo Bianchi con 1:27:085 e 22esimo Chilton con 1:27:480.

Jules Bianchi racconta così il suo sabato a Monza: “Abbiamo perso tempo per trovare il giusto setup sulla vettura, ma questo ci darà qualche vantaggio in termini di un passo gara migliore. Purtroppo dispiace un po’ partire così indietro su un circuito così bello e che considero speciale, ma tutto quello che possiamo fare è dare il massimo in gara e sperare di avere qualche buona occasione“.

In conclusione le dichiarazioni di Max Chilton: “Dopo le libere positive, mi aspettavo un risultato migliore in qualifica, perciò sono un po’ deluso. Ci conforta il fatto che molto è attribuibile al feeling con la vettura, piuttosto che a vere anomalie tecniche. Quello che possiamo fare ora è sperare che il passo gara visto venerdì ci aiuti durante la corsa, e fare del nostro meglio per recuperare terreno pur partendo in fondo“.

1 Commento

  • Io spero che i vertici Caterham la
    smettano di dirsi insoddisfatti di van der Garde. Vale piú di un Glock che comunque su una Toyota ha fatto un qualche podio, nonostante il debutto a 28 anni. Metà stagione serve a tutti, tranne ai fenomeni, per prendere il giusto feeling con una F1, e adesso va piú forte di Pic, alla sua seconda stagione e dopo aver retto il confronto con Glock l’anno scorso. In piú Giedo porta lo sponsor McGregor, Pic non dovrebbe nemmeno portare sponsor in teoria…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!