Alonso: “Nessuna tensione. La verità non fa audience”

10 settembre 2013 08:47 Scritto da: Redazione

Alonso punta il dito contro i media, colpevoli di aver ingigantito le tensioni tra lui e la Ferrari.

bisignani-alonsoQuel team radio di sabato pomeriggio, durante le qualifiche del Gran Premio d’Italia, ha riportato in auge un argomento molto delicato: i rapporti tra Fernando Alonso e la squadra. Il pilota spagnolo, però, ha voluto commentare le polemiche puntando il dito contro i media, colpevoli di aver costruito un caso ad hoc per tenere alto l’interesse anche durante la pausa estiva.

In realtà, i malumori di Alonso sono stati piuttosto evidenti nelle ultime settimane, tanto che lo stesso Montezemolo ha un po’ strigliato Alonso… anche a mezzo stampa. Ma Fernando ha voluto ridimensionare la cosa, dicendo: “Credo sia la terza o la quarta volta che alcune persone cercano di mettere un po’ di tensione tra me e la squadra. Poi arriviamo in conferenza stampa e spieghiamo tutto, ma ovviamente ciò che diciamo non fa vendere più giornali”.

Riguardo alle sue speranze di lottare per il titolo, Fernando aggiunge: “Con questi punti di svantaggio, è molto difficile. Ma lo scorso anno era esattamente la stessa cosa a posizione inverse: potevamo perdere il campionato, perché dopo Monza avevamo 41 punti su Sebastian. Sembrava difficile raggiungerci, ma con due ritiri e qualche altro problemino, ci ha battuti. Noi ci proveremo fino alla fine. Ad Interlagos faremo i conti”, ha concluso.

34 Commenti

  • ho letto quasi tutti i commenti, ma non credo di aver letto quello che mi sarei aspettato.
    In pratica, manca un commento determinatnte secondo il mio punto di vista, cioè:
    Ma i team radio da trasmettere non vengo scelti in modalità random? Già perché mi sembra di ricordare che sia così.
    Se le cose stanno come penso io, cedo che Fernando abbia dato dato sfogo ad una frustrazione da tempo sul giro, che in Ferrari manca da troppo tempo, e il caso o “charlie” ha reso pubblica.
    Il caso creato dai giornalai serve per vendere i giornali, le parole di Alonso sono uno sfogo umano di un uomo che nel momento più delicato di un evento, forse ha ricordato la scena delle scie dello scorso anno, quando nel momento cruciale perse l’occasione di partire in prima fila.
    Che al muretto di cavolate ne facciano in quantità industriale, è ormai cosa risaputa, e che qualcuno glielo possa ricordare è cosa buona e giusta.

    • io ho fatto notare questa cosa fin da subito, e non mi spiego come sia potuto accadere che un team-radio del genere sia divenuto pubblico…
      ipotizzo che la regia inglese non sappia l’italiano ed abbia mandato questo team-radio inconsapevole del contenuto, magari c’è un accordo con Ferrari per mandare tutti i team-radio italiani, allora posso maliziosamente pensare che è stata una furbata di alonso per rendere pubblica la sua frustrazione, non so, è tutto molto strano;
      secondo me in regia hanno capito benissimo quello che è successo ed hanno voluto creare il caos, lo dico pensando alla scandalosità con la quale è stata condotta la diretta, il 95% delle riprese erano per hamilton, il restante 5% per vettel

  • @M@gicFra

    Non sbagli. Per il motivo più semplice: perché la tua è un’opinione pacata. E se tutte le opinioni devono essere rispettate, nell’ambito del vivere civile, sia chiaro, quelle pacate devono essere portate in palmo di mano come esempio.
    Fossero tutte così le discussioni in internet, vivaddio! :)

    Aggiungo solo che per me la componente agonistica funge da ammorbidente per frasi o gesti al limite dello spigoloso (senza esagerare).
    Poi ci può stare la critica al “ciao sul podio”, il “freddo walkabout del giovedì” anche se… anche se… c’è sempre questa cosa dei personaggi famosi che vengono costruiti al di fuori delle regole che appartengono a noi terrestri. Se non si comportano in un certo modo, o se non si adattano a quell’atteggiamento tutto sorrisi-costruiti a cui siamo abituati c’è qualcosa che non va o che comunque c’infastidisce, perché? Perché prendono un mucchio di soldi. Sì, è vero. Ma anche no. Cioè, Bar Rafaeli (che le divinità tutte l’abbiano in gloria) non è che non soffre mai di diarrea perché prende un mucchio di soldi.
    Lo so che è un paragone astruso, ma so che hai capito.
    A me i personaggi sportivi interessano per quello che fanno nello sport per lo sport, tutto il resto m’interessa pochissimo. Perché so che nonostante i soldi sono uomini con tutte le debolezze di noialtri: compresa la diarrea. :) E il fatto di essere pagati tanto può fare mediare loro certe affermazioni e alcuni atteggiamenti, ma restano sempre uomini nei loro istinti più naturali.
    Quindi, come dice Beppe68, a me in effetti dà più fastidio la dichiarazione della “macchina di compleanno” piuttosto che “i geni scemi a una manciata di minuti dalla fine delle prove dentro la monoposto”, perché lì Alonso ha usato gli stessi ingranaggi della stampa che oggi ha criticato per mandare un messaggio alla squadra che poteva fare in forma privata. Ma la leva mediatica, in quel caso, gli ha fatto comodo.
    E allora sei “carogna”. :)

    • Ma se ha sputato più e più volte nel piatto dove mangia, dai su…va bene tutto ma ritenere che l’episodio di sabato – tra l’altro neanche fra i più gravi – sia stato un unicum è completamente falso.
      Poi ognuno è libero di pensare quel che vuole per carità, ma i fatti, il principio di realtà e un minimo di obiettività dovrebbe governare il ragionamento, se no parliamo di ogni singolo episodio in sè, mandiamo a quel paese qualsiasi sillogismo e si salvi chi può.

      • @Lazza

        Io ricordo che tutte le volte che succedeva qualche “pasticcio di squadra” e io mi aspettavo una reazione violenta da parte di Alonso, lui mi stupiva incitando la squadra.
        Se però mi porti degli esempi sono pronto a ragionarci su, perché il partito preso non mi appartiene.

    • è così…
      la coerenza dev’essere un valore, non puoi accusare i media quando sei il primo ad usarli per criticare vigliaccamente a distanza la squadra… gli UOMINI risolvono le cose a quattr’occhi nel chiuso dei box.
      poi… se mi tocchi la SQUADRA, non mi interessa niente chi tu sia o come ti chiami, perché io sono tifoso dal primo dei piloti all’ultimo dei meccanici… per me pari sono.
      Mi dispiace solo per Felipe che ha avuto la carriera condizionata dall’incidente, perché lui oltre ad aver dimostrato di essere un vero ferrarista, si è sempre dimostrato un grande UOMO SQUADRA.

    • Si capisco caro F1-ESC…

      Beh infatti ci si lamenta (io compreso) dei piloti con il bavaglio alla bocca poi appena parlano giù critiche…in prospettiva forse potrei dirti, dopo tutte le tensioni scatenate per quella questione del compleanno forse era meglio cercare di stemperare i toni maggiormente a Monza, ma insomma…
      Una seconda chance si concede a tutti no?
      Archiviamo la cosa sperando che non si ripeta mai più…e senza attacchi di diarrea!!! ;-()

  • @ f1 esc
    Amico mio tutto vero, i giornali devono vendere, training autogeno ecc ma…c’è un ma!
    Alonso son tre anni che sprona la squadra e fa miracoli in pista con vetture medio-competitive e in alcuni casi (anzi quasi sempre) azzoppate da regolamenti veramente pessimi, aggiungo che anche io quest’anno faccio fatica a seguire un mondiale 2013 che più falsato non si può.
    Resta il fatto, e qui, stampa o incavolature a me non frega nulla, io e te come tutti o quasi qui nel blog non siamo stipendiati dalla Ferrari giusto? quindi è un nostro diritto incavolarci stile Jonh e sparando a zero su Tombazis o chiunque altro, ma tu Alonso che sei il pilota numero uno della Ferrari puoi farlo, si, ma non in pubblico, anche solo nel rispetto di chi paga per vedere i GP dal vivo, di chi paga sky o il cnaone rai per vedere gp in diretta o in differita, tu Alonso con la crisi economica che pervade e invade Spagna, Italia e altri paesi, tu Alonso che guadagni in un solo minuto quello che io prendo in un mese, ti prego almeno incazzati ma non alla radio, e non a Monza.
    In più nemmeno una parola in italiano sul podio, nemmeno ciao…via…almeno lasciatemi essere indignato per tutto ciò, Schumy ha cambiato la Ferrari dall’interno, non dall’esterno!
    O sbaglio..? Un abbraccio anche a te

    • Infatti mi pare che l’errore di Alonso sia limpido e cristallino. Però, come evidenzia, secondo me correttamente, F1 esc, è sbagliato crearne un caso. Perchè se è sostanzialmente un precedente, la tensione, la pressione a Monza e tutti gli elementi di contorno hanno contribuito ad offrire questo attimo di confusione. Negativo, perchè entrambi i giri di Alonso in Q3 non sono stati affatto positivi.
      A Monza, indubbiamente, il team radio è ancor più fuori luogo, perchè il collante pubblico-pilota-squadra viene meno. E sarebbero state lecite e gradite delle scuse formali e più nette; il caso giornalistico, con titolo e polemica è però eccessivo. Ciò che contano sono i fatti ed in fondo, in un ambiente di collaborazione, può succedere. In altre evenienze, se dovesse ripresentarsi la vicenda, allora avrebbe una sua logica, sarebbe un sintomo più “tangibile”. Per me, resta un evento isolato e da isolare.

      • Infatti non approvo chi vuol farne un caso, però almeno per me, rimane il fatto che quando sei esposto al pubblico come un pilota di f1, specie un pilota della Ferrari che corre nel GP di casa a Monza, certi atteggiamenti si possono evitare, comunque ormai è andata, speriamo di poter vincere il mondiale nel 2014 in modo da spazzare via tutto ciò…!

  • il team radio di sabato mi ha dato fastidio, ma la dichiarazione fatta il giorno del suo compleanno (“Un regalo per il mio compleanno? Vorrei la macchina degli altri”) per me è imperdonabile… se vuole un’altra macchina se la può andare a prendere anche oggi stesso…
    vogliamo aggiungere anche “l’entusiasmo” che ha dimostrato giovedì durante il Walkabout nell’incontrare i tifosi? meglio di no!
    FEMMINUCCIA!

  • Ah beh certo , prendere Raikkonen che dal 2008 non ha più fatto un cazzo in Ferrari dovrebbe essere la soluzione ai problemi.. Se la Ferrari non avesse preso alonso questi 3 anni di sicuro non sarebbe riuscita a giocarsi il mondiale fino alla fine .. Perciò non dite che alonso è “furbetto” ,è solo coglione perché non se ne é andato prima da una squadra completamente da rivedere che aggiungo gli ha fatto perdere il mondiale nel 2010

    • Giusto, anche tu dovresti andartene però, visto il linguaggio scurrile e fuori luogo.
      Comunque tanto che ci siamo riguardati i gp di Cina, Belgio, Monaco e Inghilterra del 2010, poi discutiamo su chi ha fatto perdere il mondiale a chi.

  • Ma scusate ma quando vettel insultò i suoi tecnici a melbourne 2010 per la rottura dell’impianto frenante, urlando in diretta che erano dei coglioni, non ci fu lo stesso clamore., eppure la situazione era analoga se non peggiore…
    Anche se lo sfogo migliore fu quello di Alesì: Jean Todt hai rotto i coglioni!

    • Caspita non sapevo dello sfogo di Alesi verso Jean Todt!
      Beh nel caso di Vettel a Melbourne 2010 si potrebbe attribuire lo sfogo all’adrenalina da 23enne immaturo e impetuoso… nel caso di Alesi credo che i toni siano quelli della goliardata pesante.
      In quanto al 32enne Alonso, è tutto giusto quello che dice Lazza, arrogante, primadonna, zero sacrificio, poca leadership e umanità ma… MI RIFIUTO di credere che in diretta mondiale abbia dato degli scemi ai componenti del muretto.

      • Glielo disse in portogallo nel 1995 dopo l’ennesima richiesta di far passare Berger…

    • Concordo su Alesì, “mi hai rotto i coglioni!!!” infatti poi venne mandato da Briatore…

  • Sì, vabbe’, ormai il mondo scivola sempre di più verso il baratro dell’ipocrisia manifesta.
    Questa cosa secondo la quale tutti sanno come vanno le cose però ci si deve indignare lo stesso.
    Come se tutti i tweet di guadio, gioia, “siete i miei tifosi preferiti”, “è meraviglioso correre a Monza io che sono per sette undicesimi di sangue italiano”, e poi “it’s amazing”, “fantastic job!”, da parte di TUTTI i piloti fossero veri solo perché dicono cose positive.
    Da non crederci.
    Era un brutto momento. Alonso ha reagito così in diretta come sono STRASICURO sia successo in altri momenti privati tra lui e la squadra… tra QUALSIASI pilota e QUALSIASI squadra…
    Solo che non può succedere, o meglio, non si deve sapere perché… perché no.
    Che la Ferrari sia una cassa di risonanza grande come la galassia NGC6872 è fuori di discussione, ma siamo sempre noi quella che la rendiamo tale e fuori dal mondo comune, fatto di incavolature e sentimenti millenari.
    Poi, un conto è arrabbiarsi a 328Km/h dentro la monoposto come Alonso, un altro è dare del cetriolo a Karthikeyan fuori dall’abitacolo come Vettel a gara finita.

    • F1 esc la tua disamina è coerente, quel che dici è giusto, però i momenti di tensione che ovviamente ci sono, vanno gestiti da professionisti, sbagiano tutti perchè tutti sono uomini ci mancherebbe, una seconda chance si concede a tutti, però da Alonso, almeno io che sto scrivendo, mi aspettavo un comportamento diverso, specialmente a Monza, non può lamentarsi dopo 3 anni che sono tutti “Geni/scemi”, vallo a dire fin da subito a chi ha il potere di assumere e licenziare il personale della Ferrari, inutile lamentarsi a 328 Km/h dentro un abitacolo.
      Inveire contro i “cetrioli” è un altro paio di maniche…

      • Da professionisti ben stipendiati poi…!

      • È questo il punto. Probabilmente gliel’ha detto e se lo sono detti diverse volte, o vogliamo credere in quella sorta di training autogeno-sentimentale che vuole che tutti si amino alla follia? E che, “ohmioddio! sono nella squadra più bella del mondo”?
        Il fatto, il vero fatto, è che in tre anni si è lasciato scappare solo questa frase oggettivamente limpida: il senso è quello.
        E per una frase, in tre anni, dopo tutti gli sproni che ha dato (in modo finto o meno per lo stesso ragionamento di cui sopra) a una squadra carente soprattutto sotto l’aspetto della progettazione e dello sviluppo, gli si fa il processo.
        E lo sai perché? Perché Alonso ha ragione. I giornali devono vendere. La F1 è trattata come pezza da piedi per tutto l’anno, poi la stampa si sveglia per queste cose. E lo sai di nuovo perché? Perché con queste cose sa di vendere. Perché ci ha lobotomizzati. Io stesso, che sto seguendo questo campionato superficialmente dopo la schifezza della Mercedes e che aspetto solo il 2014 per azzerare tutto, sto rispondendo a un articolo su questa faccenda.
        Ma perché sono stanco. Stanco del caso in un non caso.
        Se Alonso, seduto in poltrona, truccato, pettinato e profumato, pronto per un’intervista alla BBC avesse esordito così: “La Ferrari è una squadra di palta”, allora ci si possono fare i titoli dei giornali.
        Ma così, no. Dài, così, no. Ci si scherza su due minuti, si può anche ragionare su qualche attrito che sta finalmente venendo fuori dopo anni di “non vittorie”, però non stiamo a montare i casi.
        Un abbraccio, perché poi sembro troppo serio. :)

      • F1 esc
        quando scrivi così non posso non volerti bene, aspetta un pochino appena posso ti risp…scusa la fretta!

  • Ingigantito o meno la questione, rimane il fatto che Alonso ha detto quel che ha detto.
    Si vince e si perde tutti assieme, è capibile che Fernando si sia stancato di dare tutto se stesso per un piazzamento a punti o sul podio, ma anche se ti girano le balle a mille se ti devi incavolare ci sono gli uffici pre posti per farlo, tipo quello di Montezzemolo in via abetone inferiore, non si inveisce contro la squadra in un team radio nel week end di monza, ma piuttosto lo si fa al riparo dai tanto accusati media, lo si fa nelle riunioni e nei breefing prima e dopo la gara, se lo fai in un team radio poi non puoi lamentarti che i media tentano di ingigantire la situazione, se lo fai in un team radio semplicemente te la cerchi e pecchi di furbizia e/o intelligenza.
    In gara poi Alonso potrà anche aver fatto bene, come al solito, ma per me ormai è partito il conto alla rovescia, uno o due anni ancora per vedere chi verrà in Ferrari e se finalmente torneremo ad avere una macchina vincente.
    Infine concludo dicendo che la F138 è un ottima macchina, se avessimo avuto le gomme di inizio stagione avremmo vinto sicuramente questa e altre gare, e il mondiale sarebbe molto più…
    bello…
    avvincente…
    realistico…
    combattuto…
    e soprattutto sarebbe stato un campionato VERO.
    Complimenti a Vettel che come pilota ha dimostrato ancora una volta, semmai ce ne fosse stato ancora bisogno, di essere un Signor Pilota con la P Maiuscola!

    • Hai ragione sono d’accordo.. è clamoroso come Alonso non si renda conto che ha una lente di ingrandimento puntata addosso, è normale che sia così. Non è che i media vogliono creare problemi, è soltanto che lui non sta attento a quello che dice. Ma non capisce che se da “DEI scemi” via radio il polverone lo alza lui? .. i media possono dar fastidio, ma in questo caso hanno riportato frasi dette in mondovisione, non inventate.

      Comunque credo che con il ritorno quasi certo di Kimi lui debba cambiare atteggiamento (tornare quello del 2010), perchè se per caso il finlandese va più forte di lui non so quanto tempo impiegherà la Ferrari ad accompagnarlo alla porta.

      • Eh già…penso poco tempo..inoltre Kimi sul giro singolo per me è anche più veloce di Alonso…quando non beve vodka off course! 😉

  • Diciamo che i Media non sono esenti da colpe… per quanto lui possa non sembrare cristallino agli occhi dei tifosi, i media non risparmiano mai occasione per dargli contro! Ma si sa, spesso è più interessante diffamare e sputare nel proprio piatto… insomma, fare un pò di polemica inutile!

    E comunque, anche qui nel blog… nel nostro “piccolo” facciamo di ogni articolo una bella polemica contro la ferrari e contro i nostir piloti!
    Io tiferò sempre Ferrari nel bene e nel male, e il pilota finchè è un pilota Ferrari sarà il mio punto di riferimento!
    Abbiamo passato tempi molto peggiori…

    • Quanto a umanità, attaccamento/rispetto della squadra, doti umane, spirito di sacrificio, capacità di autocritica, riconoscenza, e, più in generale, doti di leadership, con Alonso abbiamo toccato decisamente il fondo, siamo all’anno zero della Ferrari.

      • eppure non penso che non è attaccato alla squadra,certo non è Alesi,credo che sia più una questione di carattere.

  • Alonso è un pilota tanto forte quanto furbastro. Le sue tensioni con la squadra sono evidenti indipendentemente dal fatto che la stampa ci marci su per vendere. Se parliamo dello stesso pilota che a Singapore 2008 gioiva di una vittoria frutto di un imbroglio di cui non poteva non esserne all’oscuro, allora la dice tutta. La buona stella dello spagnolo è sempre dipesa da quelle doti non solo velocistiche, che hanno sempre nascosto la sua brutta persona. E praticamente è lo stesso motivo per cui dopo quello “scemo” alla radio, non è stato sbattuto fuori. Ma non è escluso che all’arrivo di un pilota altrettanto forte, non venga sbattuto fuori con la stessa convinzione con cui oggi è tenuto stretto dalla Ferrari. Perché l’opportunismo è una pericolosa arma a doppio taglio. E ci tengo a dire che la mia non è una difesa della Ferrari, una squadra altrettanto inefficiente che non vuole risolvere i suoi intoccabili punti deboli.

  • Veramente l’anno scorso dopo Monza hai avuto solo un ritiro e il campionato l’avete perso perché Vettel ha fatto 4 vittorie un secondo un terzo più il sesto posto nella gara in Brasile.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!