La Lotus del 2014 potrebbe tornare a chiamarsi Renault

13 settembre 2013 14:05 Scritto da: Davide Reinato

[Esclusivo] Il team di Enstone sta trattando con la Renault per la fornitura gratuita dei motori V6 Turbo, in cambio del ruolo di Title Sponsor che porterebbe la squadra a chiamarsi nuovamente “Renault”.

eric-boullier-renaultSono settimane di trattative intense fra il Team Lotus e il fornitore di motori Renault in prospettiva 2014. Sul tavolo delle trattative c’è una proposta allettante che siamo in grado di anticiparvi: il Team di Enstone, il prossimo anno, potrebbe tornare a chiamarsi “Renault”.

Il motorista francese si è un po’ stufato di mietere successi in Formula 1 e non avere riscontri positivi sul brand. I successi con la Red Bull ne sono una conferma. Lo scorso marzo, durante il Salone di Ginevra, fu lo stesso CEO di Renault a sottolineare che attualmente i crediti verso il motorista sono al di sotto delle aspettative. In quell’occasione, disse: “Abbiamo vinto tre titoli, ma siamo frustrati dalla mancanza di riconoscimento che abbiamo ottenuto, nonostante siamo riusciti a battere colossi come Ferrari e Mercedes. Dobbiamo creare un business più grande intorno a questi fantastici risultati”.

Ed ecco che, pochi mesi dopo, spunta fuori l’idea. Stringere una collaborazione con il team di Enstone, storicamente legato al motorista francese, per rilanciare il marchio. Ma quali sono i dettagli su cui l’attuale Team Lotus e la Casa della Losanga stanno trattando? L’offerta è chiara: Renault è disposta a fornire la fornitura gratuita di motori V6 Turbo, che equivale ad una cifra di circa 25 milioni di euro, ma vuole che la squadra torni a chiamarsi semplicemente Renault. Questo il nocciolo della questione: nessun altro finanziamento, nessun aiuto nella costruzioni dei telai. Un semplice accordo da Title Sponsor.

Questo accordo, insieme all’arrivo del nuovo gruppo finanziario Infinity Racing, potrebbe dare una bella spinta finanziaria alla squadra inglese, a cui manca attualmente uno sponsor principale. In realtà, fino allo scorso anno, Lotus era – di fatto – uno sponsor a tutti gli effetti. A metà anno, però, la squadra ha dovuto terminare il contratto di sponsorizzazione con Group Lotus, mossa che si era resa necessaria a causa delle difficoltà finanziarie in cui versa il costruttore d’auto, recentemente passato di mano dalla Proton alla DRB-Hicom. Di conseguenza, il contratto e gli obblighi del Group Lotus nei confronti del team di Enstone sono stati rescissi.

Tuttavia, Gerard Lopez – boss di Genii Capital – è riuscito ad avere la facoltà di utilizzare il nome “Lotus F1 Team” fino al 2017, a meno che non si trovi un accordo con Renault per il prossimo anno. Seppur l’idea appaia semplice, la trattativa tra la Casa francese e i vertici del team di Enstone è abbastanza serrata. Lo stesso Boullier, interpellato sulla questione, ha risposto: “Stiamo ancora discutendo con Renault per avere una partnership ancora migliore, in qualunque forma essa sia. Ecco perché il contratto di fornitura del nuovo motore non è ancora stato firmato”. Una conferma, tra le righe, di quello che vi abbiamo appena anticipato.

9 Commenti

  • Però mi dispiace che il marchio lotus per l ennesima volta va a scomparire..

  • Ora che ci penso l’altra volta ho visto la pubblicità della Megane fatta da Kimi (per altro bellissima :) )
    Alla fine esce la scritta: “F1 World Champion” e cio ho messo BEN 15 secondi a capirla…

  • Giusto.
    per la precisione Benetton era Toleman + Spirit : comprarono il team Spirit completo solo per avere il contratto di fornitura gomme Pirelli, visto che il team Toleman era di fatto senza pneumatici per dissidi contrattuali con gli altri fornitori (non ricordo se all’epoca fosse Michelin o Goodyear).
    Don Flavio fece una mossa molto abile e redditizia, anche perché partirono con un certo Rory Byrne come progettista.

  • Quindi andando in ordine:
    Toleman
    Benetton
    Renault
    Renault-Lotus
    Lotus
    Renault

    Tutto giusto?

  • Quante boiate spudoratamente commerciali : il team renault sport ha finito di correre nel 1985.

    Dopo non ha fatto altro che subentrare in realtà già esistenti portando investimenti e adesivi da appicciccare sulle fiancate.

    • Verissimo, pero’ bisogna dire che questa ” lotus ” è piu’ ” renault ” che altro.. Alla fine questo team in realta’ è nato dalle ceneri della ex benetton che era la toleman ecc….. Non so’ se sia piu’ giusto che si chiami lotus o Renault attualmente io la chiamerei Toleman. Comunque questa mossa potrebbe destabilizzare il rapporto esclusivo con la Redbull e potrebbe anche far pensare a Renault di tornare ad investire in una scuderia. Dopo tutto la ” lotus ” sta offrendo alla Renault pubblicita’ gratuita con un investimento minimo cioe’ la fornitura di motori un risparmio del 50% come minimo rispetto all’avventura con Briatore e company prima del ritiro.

  • Certo che vantarsi dei successi dovuti principalmente all’aereodinamica della RedBull è un po pretenzioso.

    • bhe però c’è cmq un legame forte e continuo dal 2006 e l’anno prossimo ci sarà un rapporto ancora piu stretto (come sarà tra mclaren e honda nel 2015) per farsì che il motore turbo renault sia competitivo e risulti efficace contro i motori ferrari e mercedes.
      inoltre sarà importante stabilire cosa sarà piu importante tra potenza del motore e consumi.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!