Sauber: “Contenti delle misure FIA sulla riduzione dei costi”

17 settembre 2013 13:11 Scritto da: Giacomo Rauli

Monisha Kaltenborn ha dichiarato ad Autosport di essere molto contenta per le misure adottate dalla Federazione Internazionale riguardo la riduzione dei costi in F1

monisha-kaltenbornDa qualche mese a questa parte, il team Sauber è alle prese con una situazione finanziaria tutt’altro che florida. Nonostante l’annunciato intervento di investitori russi, i quali porteranno le liquidità necessarie alla sopravvivenza della scuderia svizzera, i vertici di Hinwil hanno di recente accolto con estremo favore le ultime mosse della FIA.

La Federazione Internazionale, attraverso il presidente Jean Todt, ha dichiarato che ci saranno misure restrittive per quanto riguarda i costi in F1, seppur il cambio di regolamento – con l’adozione di nuove unità motrici – ha portato a investire ingenti somme proprio in un periodo di grave crisi finanziaria.

Monisha Kaltenborn, team principal della Sauber, ha così commentato le recenti dichiarazioni di Todt:Siamo dell’avviso che certe misure avrebbero dovuto essere adottate già molto tempo fa, ma meglio tardi che mai, a questo punto“.

Abbiamo sempre sostenuto che sarebbe stato meglio avere una Federazione impegnata sul discorso riduzione costi. Anche perché così ne guadagna di credibilità l’intero sistema della Formula Uno. La Federazione deve avere il medesimo ruolo della polizia ed è questo che deve fare all’interno del “Circus” iridato. Credo sia giunto il momento di avere costi sostenibili, così da poter sopravvivere e avere maggiore competizione in F1, con altri team inseriti nella lotta alla vittoria“.

La Kaltenborn ha poi concluso con un pensiero riguardo i team in difficoltà economica:Sarà importante questa supervisione della FIA, così da non vedere più la sparizione di team per causa delle difficoltà finanziarie“.

6 Commenti

  • @ ryudoctor
    intanto scusa se non rispondo al commento in maniera tradizionale, ma sulla versione mobile non c’è piú il “tasto” per farlo…
    Detto questo, era piú riferito a Azonzo che a te ad essere sincero…
    Comunque: OK non ridurli troppo, ok anche il loro errore, ma senza quell’approccio alle competizioni la Williams sarebbe rimasta solo una March privata e morta dopo pochi anni, e la Sauber dopo il ciao ciao della BMW sarebbe morta. Indiscutibile che Williams, Saube e McLaren volevano innovare e si sono rovinati… Ma non accetto che un team con una certa storia muoia per aver provato a migliorarsi, quando servono milioni solo per iscrivere le macchine al campionato…

    • il problema di fondo è che ormai tutti gli sport sono diventati costosi..vuoi che la F1 che è stata da sempre uno dei più costosi nel 2013 diventi uno sport diciamo per poveri?..la questione di base è che molti non rispettano i limiti..abbassare ancor di piu il limite significa rischiare ancor di piu che un team che riesce a farla franca abbia troppo vantaggio rispetto un chesso sempre top team ma che è entro i limiti..a mio parere la f1 è troppo in alto come sport per permettere limiti finanziari troppo marcati e troppo bassi..so che dire addio a team come williams o sauber è troppo esagerato..ma al posto di lagnarsi perchè non cercano sponsor di lusso?perchè non si fondono come nel passato?..allora ferrari mclaren e mercedes sono tre realtà motoristiche ormai ben note..la RB è un colosso mondiale..ma gia se arriviamo alla lotus ci sono i primi problemi..perchè la lotus non accetta una partnership con la renault?io so che ci sono trattative in corso..punto due perchè non si eliminano scuderie inutili come catheram e marussia aumentando cosi la fetta dei diritti televisivi e dei soldi provenienti da sponsor per ogni gara?essendoci meno team ovviamente tutti prendono di piu..perchè non eliminiamo costosi meccanismi come gallerie e simulatori lasciando test liberi?..una pista se la fanno tutti sotto la fabbrica..perchè non eliminiamo piste asiatiche aumentando quelle europee cosi da diminuire i costi dei trasporti?..di team piccoli diciamo sono solo williams sauber lotus toro rosso..io vedrei molto bene una fusione di williams e sauber..con una lotus che si unisce alla renault e una toro rosso che ormai vive di RB

  • @ Azonzo & ryudoctor
    Se non ci si pongono limiti un team con un budget enorme che vince un anno, gli anni dopo non lo riprendi piú. Poi budget illimitati = rarissimi ingressi di nuovi team causa sicura non competitività + morte team di metà classifica = griglia sfoltita a una dozzina di partenti = concessione vetture clienti (e lí ditemi che diritto ha di essere in F1 uno che ha SOLO i soldi per comprare i vecchi telai) = futura trasformazione a simil-monomarca. Se voglio una roba del genere mi guardo la F3, dove vige libertà di fabbricanti di motore e telaio, ma solo in teoria, perchè in pratica sono al 95% delle Lola. A me piace avere Marussia e Caterham, e mi indigno verso chi apre la porta alla Sauber perchè esca dal Circus dopo tutta la sua storia. Non amate il motorsport. Se lo faceste, critichereste i costi e il sistema di una F1 sempre piú snaturata, non chi a causa di questo mondo che va al contrario è in difficoltà e sta stoicamente tentando di venirne fuori. Il prossimo passo è dire, riferito ai piloti, “se non puoi permetterti un sedile, allora la F1 non fa per te”… Non cascateci vi prego, non è colpa della Sauber, ma di chi chiede milioni di questi $$$ per iscriversi al mondiale…

    • rickard io critico la tua abilità nel comprendere l’italiano..quando ho scritto ”dico si riduzione costi” cosa pensavi?alle pecore che pascolano vicino milton keynes? io sono del pensiero che un limite ai costi deve essere..ma che tale limite non deve essere eccessivo come quelli di williams e sauber vogliono..la F1 è club per pochi..e in cui o investi o meglio che te ne vai..io non sono per una f1 che a monza si portano le ali dell’anno prima..io sono per una f1 in cui i costi vanno limitati ma non tanto da sfavorire team come ferrari o mclaren o tutti i top insomma..se la sauber si trova in crisi di risultati è perchè con un progetto vincente ha cercato il di più portando una vettura scarsissima..come la williams..imparassero da lotus e force india che sono rimaste praticamente simili al 2012..perfezionando alcuni settori..e ora sono li a combattere per la 3-4-5 posizione in costruttori..di diritti televisivi e sponsor i team prendono un bel po..poi se vogliono la riduzione dei costi in f1 ma vogliono mantenere i test vietati..il parco chiuso..mantenendo simulatori e gallerie del vento che costano il triplo..sono cavoli loro..ripeto si alla riduzione ma non alla sopravvivenza .. se non l’avessi capito sauber e williams mirano ad una riduzione tale da permettere anche a questi due team la vittoria..

  • se nn puoi permetterti il meglio del meglio non “meriti” di gareggiare tra l’elite dei motori… è F1 nn A1!

  • ma lo sai che questa é f1 mica il calcetto di paese??dico si riduzione costi ma questa rimane la categoria massimadove si dovrebbero vedere soluzioni ultra moderne..ke poi sappiamo come nessuno li rispetta sti limiti..e poi sauber nel 2012 avevi un ottimo progetto..colpa dei costi se hai rivoluzionato la vettura rendendola un camion?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!