Singapore, Gutierrez si mette “in luce” a Marina Bay

22 settembre 2013 09:00 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Gutierrez è il migliore degli esordienti a Singapore: il pilota della Sauber porta la sua monoposto in decima posizione.

gutierrez-sauber-singaporeLe luci (artificiali) di Marina Bay, le ombre sulla qualifica degli esordienti. Nemmeno a Singapore, che pure sembra una pista giocattolino tanto è spettacolare l’effetto del buio, i rookie riescono a piazzarsi nelle posizioni che contano. Unica eccezione Esteban Gutierrez, che schiererà la sua Sauber in decima posizione, pur non avendo compiuto giri in Q3.

Gli altri partiranno in quest’ordine: Bottas 16esimo, Giedo van der Garde 20esimo, le due Marussia di Bianchi e Chilton a chiudere lo schieramento.

Il messicano della Sauber commenta così il suo buon sabato qui a Singapore: “Una bella sensazione partire decimo, mi mancava. Sapevo di potercela fare e sarebbe stata una gran delusione non raggiungere quest’obiettivo“. Buon risultato, ottenuto con quel pizzico di grinta che evidentemente ha fatto la differenza, come continua Esteban: “Le cose sembravano mettersi male all’inizio delle prove, ma parlandone col team abbiamo deciso che la strategia migliore era quella di puntare sull’aggressività. Siamo riusciti ad esserlo nelle libere e nelle qualifiche, e non posso che ringraziare la squadra per avermi messo nelle condizioni giuste“. Un occhio alla gara: “Di sicuro non sarà una corsa facile, con il degrado delle gomme che ci darà filo da torcere. Abbiamo un buon passo e spero di lottare per i punti“.

Bottas coglie la (magra) soddisfazione di partire due posizioni davanti al compagno di squadra Maldonado, 18esimo. Ecco le sue parole: “Stiamo spingendo al massimo, e sono contento del miglioramento ottenuto in Q2, che mi ha permesso di fare un buon giro. Purtroppo questo è il livello della nostra vettura in termini di passo gara, ma stiamo cercando di trarne il meglio possibile. La gara sarà difficilissima per i piloti e per le monoposto, ma noi ci saremo, pronti a cogliere ogni opportunità“.

Van der Garde ha disputato solo la Q1, accusando anche problemi di traffico e un lieve incidente. Il pilota della Caterham si schiererà 20esimo con il tempo di 1:48:320, e queste sono le sue dichiarazioni: “Le ultime libere non erano andate male, e sebbene avessimo ancora problemi di sottosterzo e bloccaggio all’anteriore, abbiamo riscontrato dei miglioramenti rispetto alle prime prove. Eravamo fiduciosi per la qualifica, ma ho avuto problemi di traffico quando giravo sulle supersoft, e sono anche andato a sbattere contro il muretto al secondo tentativo, mentre spingevo per dare il massimo. Il risultato tutto sommato non è negativo, e quel che conta è il divario dai nostri diretti avversari. Domani dobbiamo evitare problemi e avvantaggiarci di ogni occasione a nostro favore“.

Le Marussia chiuderanno lo schieramento: entrambi i piloti erano esordienti in questa qualifica notturna, e problemi di sottosterzo e bilanciamento hanno sicuramente complicato la situazione.

Ecco le parole di Jules Bianchi, che ha fermato il suo crono sull’1:48:830: “Non è stata una brutta qualifica, ma è stato deludente non poter migliorare tra il primo e il secondo giro, a causa di un sottosterzo su cui indagheremo. Non sono così scontento, perchè è comunque un circuito nuovo per me, e sto ancora prendendo confidenza. Per la gara possiamo fare bene, nelle condizioni giuste“.

Chiude il suo compagno Max Chilton, dietro di lui con 1:48:930: “Sono sorpreso come Jules del peggioramento di bilanciamento vettura nel nostro secondo tentativo. Speravo di migliorarmi dopo il primo giro, ma non sono riuscito. Siamo comunque più vicini alle Caterham, e durante la corsa ci sarà bagarre nel nostro gruppo. Non vedo l’ora di correre la mia prima gara notturna, farò del mio meglio per cogliere tutte le occasioni vantaggiose“.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!