Horner critica la penalità a Webber. Hamilton invece…

23 settembre 2013 13:04 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Per il Team Principal Red Bull la reprimenda è eccessiva. Il pilota Mercedes: “Bisogna agire in sicurezza”.

alonso-webber-passaggio-singaporeCome noto, il passaggio con cui Mark Webber si è fatto scortare ai box da Fernando Alonso al termine del GP di Singapore, sebbene abbia potuto suscitare l’ilarità del pubblico, è valso a entrambi i piloti una reprimenda da parte degli stewards: a Webber per essere entrato in pista a piedi prima che tutte le vetture fossero rientrate nel parco chiuso, e ad Alonso per aver creato una situazione giudicata pericolosa. Per l’australiano, essendo la terza ammonizione della stagione (dopo quelle rimediate per un contatto con Rosberg in Bahrain e per aver ignorato le bandiere gialle in Canada), si traduce in una penalità di 10 posizioni in griglia in Corea.

Il Team Principal Red Bull Chris Horner ha commentato la vicenda ad AUTOSPORT: Avrebbero dovuto dargli una multa o uno schiaffetto sulla mano, nient’altro. È un peccato che gli abbiano dato una reprimenda, con le conseguenti 10 posizioni di penalità in griglia, essendo la terza della stagione. Sfortunatamente queste ammonizioni sono l’unica arma in mano ai commissari. Forse, in queste circostante, sarebbe stato sufficiente parlare al pilota, o dargli una multa”. Non si può però evitare di notare che la reprimenda, di per sé, somigli proprio a quello “schiaffetto sulla mano” evocato da Horner. Il fatto che Webber ne avesse già accumulate due e che pertanto sia scattata la penalità in griglia non dipende dall’evento in sé, e se la reprimenda fosse stata la seconda anche per l’australiano è improbabile che Horner, o chiunque altro, avrebbe trovato qualcosa da ridire.

Horner si appella allo spirito di “cameratismo” tra piloti ed alla simpatia che un’immagine come quella offerta da Alonso e Webber nel GP di ieri possa suscitare nel pubblico: “Una delle immagini più simboliche che ricordi è quella del passaggio di Nigel Mansell ad Ayrton Senna. In tutta onestà non ho visto le immagini di Mark e Fernando, li ho soltanto visti rientrare, ma alla fine è stata una cosa positiva per lo spettacolo ed è un peccato se i piloti non possono dimostrare le loro emozioni o essere se stessi.

Dimostrare le proprie emozioni non impedisce però di effettuare manovre in tutta sicurezza. Ed è proprio questa l’opinione di Lewis Hamilton su quanto accaduto ieri: “Ero nel giro di rientro, ho effettuato la curva e mi sono trovato davanti Fernando, sono rimasto scioccato. L’ho superato sulla destra, ma se Mark fosse passato in quel momento l’avrei investito. Fortunatamente non è stato il caso. È una cosa bella da vedere per i tifosi, probabilmente dovrebbe essere permessa in futuro, a patto che si faccia in maniera sicura: non ci si può fermare in mezzo alla traiettoria.

14 Commenti

  • Si effettivamente è stata una situazione di pericolo… però anche Fernando si è visto Webber all’improvviso andargli incontro e si è fermato per prenderlo su. L’istinto lo ha fatto fermare senza valutare i pericoli del caso. E’ stato un attimo!
    Diciamo che dei due è più Webber che non doveva chiedere il passaggio. Almeno io la penso così, ma comunque ci può stare l’ammonizione. Ma non quella quando ha raccolto la bandiera spagnola.

  • senza vedere il video in questione si potrebbe istintivamente sparare sulla federazione per l’eccessiva reprimenda… pero’ effettivamente cosi’ sono stati un po troppo leggeri … sei su un circuito cittadino … con curve cieche la la strada e’ anche larga, o accosti all’interno oppure bastava fermarsi poco piu avanti fuori dal cordolo … e nessuno ci avrebbe fatto caso … cosi’ in piena traiettoria … hanno un po’ esagerato … webber stesso a correre in mezzo alla pista come se andasse a prendere il taxi … un po’ troppa leggerezza in questo caso

  • Dopo aver visto il video, devo dire che sono d’accordo con Lewis !
    La prima monoposto poteva anche prendere Mark e fargli tanto male !
    Lewis ha dovuto buttarsi fuori pista e se li avesse presi Mark ne avrebbe pagato care conseguenze !

  • io non mi ero proprio espresso sull’argomento, adesso che ho visto il video, non posso non farlo……per me con una semplice reprimenda, sono stati anche troppo “gentili”……poteva succedere davvero un incidente…..sono stati due incoscienti, soprattutto Alonso!!

  • La punizione e’ criticabile ma guardando il video…azz in piena curva,gli sfrecciano a destra e sinistra a pochi cm..diciamo che davanti a queste immagini era difficile far finta di niente..

  • Beh, anch’io ho difeso a spada tratta l’operato di Alonso e Webber, ok, dietro ad una curva è pericoloso, non avevo visto il video prima (ero indaffarato) e ho continuato a difendere Alonso e Webber, comunque sia, anche se lo potevano fare in altro modo, per me, rimane un idiozia che si debba addirittura mettere nero su bianco sul regolamento che è vietato dare ad un pilota un passaggio ai box da un collega, è una cosa assurda!!!
    Come è assurdo che Alonso o chi per lui, vincendo il GP di Casa non possa raccogliere una bandiera per esultare e che se lo fa venga multato!!!
    Poi dico la mia:
    Non sarebbe stato meglio scrivere sul regolamento che, si può dare un passaggio ai piloti fermandosi fuori traiettoria, e che soprattutto a gara finita le F1 DEBBANO RIENTRARE NON SUPERANDO GLI 80 KM/H in pista come accade nella pit lane??? Cosa anche facile perchè basta inserire il limitatore!!!
    Mi sembra che attualmente la velocità di rientro sia libera, e che ci sia qualcuno che a fine GP superi agevolmente i 150 Km/h…per me è più pericoloso un pilota che supera un trenino di piloti che va piano, in fase di rientro, con i commissari a bordo pista, piuttosto che un pilota che si ferma a raccoglierne un altro!!
    Poi son opinioni…

    • E poi suvvia…chi non gradirebbe uno “strappo” a bordo di una Ferrari??? ;-()

    • Non credo che il rientro con il limitatore sia possibile..i piloti impiegherebbero troppo x compiere il giro di rientro..causerebbe ritardi della diretta dei programmi successivi alla formula uno..sarebbe sufficiente evitare situazioni del genere..avrebbero dovuto multarli entrambi

      • Si rivedendo il video ok, la manovra non è stata fatta in sicurezza, ma limitatore o no, rimane il fatto che c’è addirittura una regola scritta, i piloti non possono avere passaggi a bordo di altre vetture, si può discutere di tutto, ma questa regola per me rimane insensata, poi ripeto, vedendo il video diventano indifendibili tutti e due…

  • Eppure leggendo i commenti di alcuni blogger sembrava una manovra completamente sicura…
    Per non parlare di quelli che ipotizzano sia una sanzione ad hoc per tenere lontano Webber da Vettel…

  • Caribbean Black

    Hamilton ha ragione, è stato il piu lucido nelle dichiarazioni, il fatto avvenuto è bello da vedersi, e sarebbe anche giusto permetterlo in futuro…a patto che si faccia in tutta sicurezza e non come hanno fatto questi 2 cretini di webber e nando.

  • stavolta ha ragione luigino, Alo si è fermato in un punto pericoloso

  • hamilton rimane scioccato quando é stato il primo a fare la cavolata del secolo scendendo dalla vettura lol

  • ha ragione hamilton, ho rivisto le immagini ed alonso era in piena traiettoria, rosberg che andava piano lo ha passato senza problemi, lewis s’è dovuto buttare a destra e andare oltre il cordolo per non fare quello che sarebbe diventato l’incidente più stupido della storia della F1.
    Certo che la penalità di 10 posizioni è pesante per webber, ma le regole sono regole ed i piloti le conoscono bene, quindi di che si lamenta?
    E anche Alonso farebbe bene a stare attento a queste stupidaggini, è alla seconda ammonizione.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!