Magnussen tratta con Force India e Marussia per il 2014

1 ottobre 2013 18:35 Scritto da: Giacomo Rauli

Kevin Magnussen, prodotto del programma giovani della McLaren, potrebbe debuttare in F1 nel 2014. Force India e Marussia le principali interessate al danese

kevin-magnussen

Kevin Magnussen, pilota di punta del programma giovani della McLaren, potrebbe debuttare in Formula Uno già dalla prossima stagione. Il giovane danese è attualmente impegnato nella Formula Renault 3.5 Series e occupa la prima posizione provvisoria in campionato.

Il ventenne nativo di Roskilde, attraverso le ultime prestazioni, avrebbe attirato più di uno sguardo e sarebbe conteso da due scuderie, che vorrebbero farlo debuttare in F1 il prossimo anno. Stiamo parlando della Marussia e della Force India.

Come abbiamo spiegato nell’articolo in cui abbiamo fatto il punto sul mercato piloti 2013, la Marussia ha già un pilota confermato per il prossimo anni, Jules Bianchi, autore di una buona annata e forte dell’imminente fornitura di motori da parte della Ferrari al team russo. Max Chilton invece, nonostante il padre sia azionista della scuderia, potrebbe lasciare la F1 dopo solo una stagione, perché ritenuto immaturo per la massima serie a ruote scoperte. In Marussia sarebbero ben felici di affidare la seconda monoposto a un talento cristallino come Magnussen, ma dovranno guardarsi dalla concorrenza della Force India.

Il team di Vijay Mallya infatti, ha da poco mostrato interesse verso il giovane danese e potrebbe sacrificare uno dei due piloti titolari per fargli spazio. Adrian Sutil sembra aver convinto il team e sarebbe a un passo dalla riconferma per il 2014. Paul Di Resta invece è in piena involuzione di risultati. Da ben cinque Gran Premi non coglie punti, anche attraverso errori strategici o di pilotaggio riconducibili allo scozzese stesso. Mallya dunque starebbe pensando di affidargli una vettura, ma Magnussen dovrà guardarsi dalla concorrenza di James Calado, terzo pilota Force India in piena rampa di lancio.

I due potrebbero ritrovarsi entrambi titolari nel 2015, quando Sutil potrebbe abbandonare la F1 per approdare in altri campionati (DTM?) e Di Resta potrebbe finalmente trovare quel sedile in un top team che da tempo tanto brama.

La soluzione a oggi più credibile appare però quella che porta alla Marussia. Il team  tra i più piccoli dell’intero “Circus”, ma potrebbe rappresentare quell’occasione di crescita che costituirebbe un ottimo bagaglio per formarsi come pilota e fare un’esperienza importante, prima di approdare – eventualmente – in un team da titolo.

2 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!