Pirelli: “La gente decidesse, ogni cosa che facciamo è errata”

Il costruttore italiano di pneumatici sbotta dopo le interminabili polemiche in un anno difficile: “Il pubblico deve capire cosa vuole, qui sembra che ogni nostra scelta è sbagliata”.

paul-hembery

Paul Hembery, direttore di Pirelli Motorsport, ha rilasciato alcune dichiarazioni nell’imminenza del Gp del Giappone. Il manager inglese è tornato, inevitabilmente, sulle recenti polemiche coreane che hanno visto protagonista la casa della P lunga.

Quello di Hembery (sparito anche da Twitter a causa dell’insurrezione “popolare” successiva alla querelle con Fernando Alonso) sembra un vero e proprio sfogo:

“Credo che in Corea abbiamo fatto le scelte giuste. La gara, senza il problema di Perez, era molto interessante. Molto più simili alle gare divertenti di inizio stagione. A Monza, dove i piloti hanno effettuato una sola sosta, tutti si lamentavano per la noia e nessuno sapeva cosa scrivere su quella gara. Qui pare che qualsiasi decisione noi prendiamo, alla fine risulti sempre sbagliata”.

Un gioco al massacro, spesso ingiustificato: “Vorrei che gli spettatori, le squadre, gli addetti ai lavori ci dicessero cosa realmente vogliono. Ad esempio a Yeongam avevamo proposto la mescola media e la morbida ma “No”! E’ una scelta troppo conservativa – ci hanno detto – che avrebbe favorito alcune squadre. E allora abbiamo rischiato di più, con le mescole più morbide, e comunque siamo stati criticati”.

“Le nostre scelte sono nel senso di dare una possibilità a tutti, perchè così ci è stato chiesto”. ha concluso un Paul Hembery meno sorridente del solito.

38 Commenti

  1. La cosa bella è che i bibitari appoggiano la Pirelli.ahahahah cioè loro??? LORO che fino a barcellona si lagnavano peggio di Montoya e Alonso messi insieme ahahahah

  2. Mmm….. vediamo un po’.
    -Avete sbagliato a seguire alla lettera le indicazioni del nano malefico per creare spettacolo artificiale? Si, avete sbagliato.
    -Avete sbagliato a fare un test “privato” con una scuderia? Si, avete sbagliato.
    -Avete sbagliato ad apportare modifiche “a scatola chiusa” alla prima versione delle gomme 2013 senza pretendere un test collettivo in pista per testarle? Si, avete sbagliato.
    -Avete sbagliato a tornare alle gomme 2012 su specifica richiesta di alcune scuderie di fatto avvantaggiandole enormemente senza neanche provare a cercare un compromesso e senza pretendere dei test collettivi COMPLETAMENTE LIBERI per permettere a tutti le modifiche necessarie e magari cercare proprio quel compromesso di cui sopra? Si, avete sbagliato.
    Mi sa che hai ragione Paulie, non ne avete centrata una quest’anno.

    1. intanto le ha fatte su misura per voi l’anno scorso, come faceva la bridgestone per noi….ma pirelli si è superata,ha fatto di piu’….è riuscita a cambiarle con un mondiale in corso sempre su vostra specifica richiesta……altro che collaborazione Bridgestone/Ferrari….questo è un matrimonio vero e proprio……chissa’ dove montera’ le gomme su macchine di serie adesso la pirelli….sicuro su Mercedes, ma forse anche sotto i Fiorini che trasportano le lattine di quella schifosissima bibita che a te piace tanto!!!

      1. Beh non dimenticarti che c’e’ un marchio come Renault-Infiniti-Nissan in aiuto ai bibitari…sabato scorso si vantavano che Renault avesse pareggiato le pole Ferrari…

  3. Povero Polemberi, ho il cuore a pezzi.
    Adesso stai piangendo come un bambino smarrito , ma fino a tre mesi fa cazzeggiavi dentro il paddock (e nelle televisioni) blaterando che voi pirelliani eravate il vero e unico rimedio alle noiose gare di formnula 1.
    E ora tu ,e qualche beota che si beve la tua lagna, ci venite a dire che non siamo mai contenti…..Ma vaffan…..

  4. Prima gomme morbide poi dure ….io pirelli nn metto mai piu per fortuna il caro paul nn e italiano.altro punto interogativo perche pirelli non da il carico a un italiano???

  5. Per iniziare dovevate chiedere ed ottenere di fare test a sufficienza per pianificare le gomme per la stagione successiva ed una volta deliberate assoluto blocco per tutta la stagione, e se ritenuti necessari altri test per permettere la migliore comprensione del pneumatico fare 1000 km ma con tutti i team.
    Su via non era difficile.

  6. La Pirelli ha commesso troppi errori.
    Ha progettato una gomma per il 2013 che si è rivelata non sicura.
    Ha concesso alla Mercedes una prova proibita dal regolamento.
    Ha reintrodotto le gomme 2012 sapendo che avrebbero favorito soprattutto un team.
    Dopo di che non si può pensare che la gente sia contenta, ora come ora qualsiasi strada prendano vi sarà sempre qualcuno scontento.
    Almeno per il 2014 si progettino degli pneumatici che siano uguali da inizio a fine anno. Chi avrà la macchina che sa usare la mescola meglio avrà dei vantaggi senza che però questi gli vengano “regalati” da chi fornisce le gomme.

    1. Credi davvero che se il prossimo anno il campionato andrà verso una direzione non pianificata dalle alte sfere non cambino gomme di nuovo?
      Il giochetto gli è riuscito quest’anno senza troppi danni, oramai è collaudato e potranno usufruirne di nuovo, in più potranno avere la scusa che le auto sono diverse e in nome della sicurezza fare ciò che vogliono…

  7. Caro Paul,
    mi sembri nato ieri… all’inizio sono sempre tutte rose e fiori, ora che è finito l’effetto novità non sai che la gente non si accontenterà mai di quello che farete?
    Ti racconterò una storia:
    Lungo un viale di un piccolo paesino un vecchietto camminava con il figlio giovane e un asinello. Il vecchietto percorreva la strada a piedi, mentre il figlio era sulla groppa dell’asinello. Un gruppo di persone passanti rimasero sbalorditi della scena: “E’ assurdo! Il vecchietto che ha difficoltà a camminare va a piedi, mentre il bambino, che potrebbe correre, è in groppa al mulo!”.

    Il vecchietto, dopo aver sentito le chiacchiere dei passanti, per evitare altri pettegolezzi, disse al figlio di scendere per farlo andare a piedi e montò lui in groppa all’asino.

    I tre proseguirono il loro cammino e per la strada incontrarono un altro gruppo di persone. Anche loro commentarono la scena: “E’ assurdo! Un bambino con le sue piccole e tenere gambe va a piedi, mentre il vecchio, che può benissimo camminare , è comodamente seduto in groppa.”

    L’anziano signore, decise di far salire anche il bambino in groppa all’asino. E giusto il tempo di percorrere altri pochi metri di strada per sentirsi un commento da un altro gruppo di persone: “Ma che gente insensibile, tutti e due su quella povera bestia. Finiranno per ucciderla!”

    Il vecchietto, sentiti i commenti, pensò di andare a piedi sia lui che il figliolo. E cosi facendo, suscitarono il riso di tutti: “Guardate quei due! Quel vecchio col bambino, potrebbero andare comodamente in groppa e invece vanno a piedi!!”

    L’anziano signore, ormai esausto, disse a suo figlio: “Se continuiamo a dar retta alla gente, arriveremo al punto di portare l’asino sulle nostre spalle”.

    A buon intenditore.. poche parole!

  8. Paul Hembery chi è che si è opposto alle mescole che avevate proposto per la Corea?
    Dovete fare attenzione visto che il vostro è un lavoro di responsabilità, se esplode una gomma e qualche pezzo va a finire sulla testa di un pilota la responsabilità sarà vostra, state tutti giocando a fare gli Dei della F1, sulle spalle degli altri…

  9. Senza il problema di Perez… peccato che tutto un battistrada in un punto dove le vetture lo percorrono a 300 km/h non sembra averli impressionati. Che doveva succedere per fargli capire che è un problema serio?

    Il problema della Pirelli è che non è stata in grado di portare a termine la stagione con gli pneumatici di costruzione 2013 e il dietro-front con quelli con carcassa 2012 ha penalizzato troppe scuderie a beneficio della Red Bull.

    Se poi i piloti “big” (giustamente) si lamentano degli pneumatici, è naturale che anche i loro tifosi rimangono delusi.

  10. 1) qui si sta perdendo il senso della competizione.. la gara non è bella perchè ci sono molti pit stop.. diciamocelo, le vere strategie c’erano ai tempi del rifornimento in gara, quello che ecclestone ha voluto con le gomme di cartone è soltanto un surrogato del vecchio spettacolo che c’era. surrogato che ovviamente non c’entra niente con l’originale, un pò come le cinesate..
    2) “E’ una scelta troppo conservativa – ci hanno detto – che avrebbe favorito alcune squadre”.. cambiare pneumatici ritornando a quelli 2012 non è stata forse “una scelta troppo conservativa, che ha favorito alcune squadre”?

    1. Se vai in archivio troverai tutte le dichiarazioni Pirelli in cui si affermava che quest’anno ci sarebbero stati tanti cambi gomme, con mescole più aggressive…
      Tutto rimangiato perchè qualcuno era sì competitivo con quelle coperture, ma non abbastanza da staccare tutti in campionato…
      La vera porcata l’anno fatta a Silverstone portando gomme ibride (dovevano essere quelle con anima in acciaio e super-collante), sono stranamente tutte esplose in uno spettacolo senza precedenti, cosicché si è potuto gridare alla sicurezza e tornare alle vecchie.
      Due team hanno trovato tracce di kevlar sulla pista, e di acciaio nelle esplosioni non v’era traccia.

  11. Hembery per far contenti noi basta che non seguite Ecclestone..basta fare l’opposto che vi dice e vedete come ci fate contenti..portate 3 mescole ..qualify hard e soft..e basta..uguali per tutto il campionato

Lascia un commento