Il GP del Belgio vacilla: molti debiti e nessun ricavo

Nelle ultime due stagioni, gli organizzatori dell’evento belga hanno chiuso in perdita a causa del minore afflusso di persone all’autodromo di Spa-Francrchamps. Il contratto con a FOM scadrà nel 2016

spa_francorchampsIl Gran Premio di Spa-Francorchamps, uno degli appuntamenti più attesi di ogni mondiale, potrebbe presto sparire dal calendario di Formula Uno.

Il motivo è semplice: meno spettatori al circuito, affluenza in calo così come i ricavi degli organizzatori. Anzi, in questo caso non possiamo parare di ricavi minori, ma di nessun ricavo e molti debiti fatti dalla società organizzatrice dell’evento belga.

I promoter del Gran Premio di Spa, riuniti nella società SPA Grand Prix SA, hanno reso noti i dati degli anni passati, rivelando ingenti perdite di denaro. Nel 2011 le perdite ammontano a una cifra vicina agli otto milioni di dollari, mentre nel 2012 la cifra è aumentata, stabilizzandosi sugli undici milioni di dollari. Nessun dato dell’edizione svolta da poche settimane, perché la società ha deciso di mantenerle segrete, per ora.

Il buco di venti milioni di dollari è stato del tutto ripianato dal governo locale, ma in Belgio inizia a trapelare qualche malumore riguardo i debiti eccessivi dell’evento, che invece dovrebbe portare ricavi e opportunità per il paese.

Il questa stagione, i promotori dell’evento hanno deciso di aumentare il prezzo di ogni biglietto del quindici per cento, sperando di attrarre sì meno pubblico, ma di raggiungere quantomeno il pareggio di bilancio annuale. L’obiettivo però sembra essere sfumato, stando a fonti vicine alla società organizzatrice.

Ricordiamo che Spa ha un contratto valido con la FOM sino al 2016 compreso, ma se la situazione finanziaria dovesse rimanere tale o peggiorare sarà difficile che tale accordo possa essere rinnovato sino al 2020. Ecclestone ha infatti in mano da tempo richieste di paesi emergenti che vorrebbero un Gran Premio tutto loro e sappiamo quanto il vertice della FOM sia sensibile a determinate richieste, soprattutto se ben accompagnate da una quantità ingente di denaro.

13 Commenti

    1. Dai dai diciamo sempre così ma poi noi appassionati non ce la facciamo a non seguire la F1…. è nel nostro DNA!
      La seguiremo lo stesso ma SPA mancherà da morire!!!!!

  1. Ci sono alcuni circuiti che per il loro valore storico e la indiscussa bellezza ed emozione che sanno dare sono superiori a tutti…… Spa forse è il top tra questi circuiti, togliere spa dal calendario sarebbe un delitto.
    Non posso credere che arriveremo ad avere una F1 senza quel circuito!

  2. Il più bel circuito del mondo assieme a MONZA, vacilla per i ricavi più bassi dei costi e la F1 va in Diarrea del Sud, ad Sièunorrore, a Newey Delta, Apu Trappe, fa modificare mitici circuiti come Silverstone e Hockenheim, non caga nemmeno di striscio la francia, minaccia MONZA, DICO MONZA!!! non va in Sud Africa, fa costruire circuiti in Turchia, dove vanno a vedere la gara solo gli organizzatori e poi si chiude per sempre!
    Il Fuhrer Bernie da incarico al suo architetto Tilke di progettare circuiti di mrd, come Hitler dava incarico ad Albert Speer di progettare edifici, per lui fantastici, a Berlino… sappiamo tutti come è andata a finire…
    In tutto questo dove sta la Fota, che doveva indirizzare e che è stata, invece, indirizzata aff…… dal Fuhrer della F1!

  3. Ma sì, andiamo a correre in c*lonia dove l’interesse per la F1 è pari a 0 e le tribune desolatamente vuote. Dove se chiedi ad un tassista di portarti al circuito risponde “Che?”, dove non sanno distinguere tra una Caterham e una Ferrari e alzano la testa solo se vedono un incidente. Bravo Bernie, continua così, come ogni bravo parassita hai distrutto la F1 e adesso stai infierendo su cio che ne resta.

Lascia un commento