GP Giappone 2013: vince Vettel ed è doppietta Red Bull

13 ottobre 2013 10:12 Scritto da: Redazione

Vettel conquista il Gran Premio del Giappone davanti a Mark Webber e Romain Grosjean.

vettel-suzuka-2013Sebastian Vettel conquista la sua vittoria numero 35 in carriera, vincendo per la quarta volta in Giappone. Partito dalla seconda posizione, Seb si è lasciato infilare da Grosjean – partito come un razzo – ed ha rischiato molto, sfiorando Hamilton, causandogli anche una foratura. Ma Seb è stato fortunato e non ha subito danni. A quel punto,  ha potuto continuare con tranquillità, dovendo però far ricorso alla strategia elaborata dalla sua squadra per potersi portare al comando nel valzer dei pitstop, per poi mantenere la posizione fino alla fine. Bravissimo, ma oggi meno perfetto del solito.

Mark Webber, nonostante sia partito dalla pole position, ha condotto una gara solida e con un ritmo di gara costante. Ma l’australiano è stato un po’ penalizzato dalla scelta del team di fare 3 soste, anziché 2 come gran parte dei Top Driver. Nonostante ciò, l’australiano ha dato tutto ciò che aveva ed è andato a completare la doppietta Red Bull in terra giapponese.

Sul terzo gradino del podio c’è Romain Grosjean, decisamente galvanizzato dalla rinnovata fiducia della sua squadra. Ha preso in mano il team, sempre più deluso dall’uscente Raikkonen, portandolo a lottare per la vittoria fino a poche giri dal termine. Il francese appare decisamente maturato e più concentrato sulla corsa, anche quando messo sotto pressione dagli avversari. La conquista del podio è l’ennesima prova della sua velocità.

Anche in questa occasione, la Ferrari non ha avuto il passo per giocarsi le prime posizioni. Alonso ha chiuso in quarta posizione, a 45 secondi dalla Red Bull di Vettel. Più sfortunato Massa che si è fatto beffare da Button nel corso degli ultimi chilometri di gara, perdendo la nona posizione nei confronti dell’alfiere della McLaren. Felipe ha anche scontato anche un Drive Through Penalty che gli ha precluso la possibilità di lottare a fianco del compagno di squadra: la sua colpa è aver superato il limite di velocità in corsia box.

Ottima gara per la Sauber che festeggia, per la prima volta in stagione, il doppio arrivo a punti. Nico Hulkenberg e Esteban Gutierrez tagliano il traguardo in sesta e settima posizione, conquistando punti importanti per la classifica costruttori.

Rosberg porta l’unica Mercedes superstite in ottava posizione, anche lui penalizzato con un Drive Through per unsafe release, dopo aver rischiato l’incidente con Perez in corsia box. L’altra Mercedes –  quelal di Lewis Hamilton – si è ritirata dopo nove giri di gara per un problema al fondo dell’auto, causato dalla foratura avuta in partenza dopo il contatto con Vettel. Ritirati anche van der Garde e Bianchi per un contatto alla prima curva.

GP GIAPPONE 2013 – RISULTATI DELLA GARA

 
POS  PILOTA             TEAM                    TEMPO DI GARA 
 1.  Sebatian Vettel    Red Bull-Renault        1h37.410s           
 2.  Mark Webber        Red Bull-Renault            +7.1s           
 3.  Romain Grosjean    Lotus-Renault               +9.9s           
 4.  Fernando Alonso    Ferrari                    +45.6s           
 5.  Kimi Raikkonen     Lotus-Renault              +47.3s           
 6.  Nico Hulkenberg    Sauber-Ferrari             +51.6s           
 7.  Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari           +1m11.6s           
 8.  Nico Rosberg       Mercedes                 +1m12.0s           
 9.  Jenson Button      McLaren-Mercedes         +1m20.8s           
10.  Felipe Massa       Ferrari                  +1m29.2s           
11.  Paul di Resta      Force India-Mercedes     +1m38.5s           
12.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Ferrari         +1 lap           
13.  Daniel Ricciardo   Toro Rosso-Ferrari         +1 lap           
14.  Adrian Sutil       Force India-Mercedes       +1 lap           
15.  Sergio Perez       McLaren-Mercedes           +1 lap           
16.  Pastor Maldonado   Williams-Renault           +1 lap           
17.  Valtteri Bottas    Williams-Renault           +1 lap           
18.  Charlies Pic       Caterham-Renault           +1 lap           
19.  Max Chilton        Marussia-Cosworth          +1 lap           

GIRO PIU' VELOCE: Mark Webber, 1m34.587s            

NON CLASSIFICATI / RITIRATI

PILOTA               TEAM                            AL GIRO    
Lewis Hamilton       Mercedes                          9               
Giedo van der Garde  Caterham-Renault                  0               
Jules Bianchi        Marussia-Cosworth                 0               

CLASSIFICHE MONDIALI DOPO IL ROUND 15:

PILOTI:                       COSTRUTTORI
 1.  Vettel        297        1.  Red Bull-Renault          445 
 2.  Alonso        207        2.  Ferrari                   297 
 3.  Raikkonen     177        3.  Mercedes                  277 
 4.  Hamilton      161        4.  Lotus-Renault             264 
 5.  Webber        148        5.  McLaren-Mercedes           83 
 6.  Rosberg       126        6.  Force India-Mercedes       62 
 7.  Massa          90        7.  Sauber-Ferrari             55 
 8.  Grosjean       87        8.  Toro Rosso-Ferrari         31 
 9.  Button         60        9.  Williams-Renault            1 
10.  Hulkenberg     49                                          
11.  Di Resta       36                                          
12.  Sutil          26                                          
13.  Perez          23                                          
14.  Ricciardo      18                                          
15.  Vergne         13                                          
16.  Gutierrez       6                                          
17.  Maldonado       1

 

90 Commenti

  • @sebastiano
    Non capisco una cosa: se il KERS redbull accumula in accellerazione significa che lavora in controfase? Perchè se la risposta è si, lasciami dire che siamo nel regno delle fantasie più sfrenate. Primo, perchè la centralina unica dovrebbe segnalarlo ai controlli, secondo perchè le forze in gioco sull’albero di trasmissione sarebbero ingestibili con le attuali tecnologie.
    Altra cosa, la centralina crakkata: spero siamo tutti d’accordo sul fatto che le centraline e i relativi software sono controllati sia dal costruttore che dalla FIA. Così come la fantomatica batteria ausiliaria, sarebbe assolutamente fuori regolamento.
    Vi invito a cercare le ultime dichiarazioni di Wolff sui motori Renault: è chiaro che fanno ancora qualcosa agli scarichi, ma nessuno riesce a capire cosa e soprattutto il come, visto che si parla di parti delle vetture soggette a regolamento molto stringente. È lì il probabile segreto? Boh, ma vista la crescita delle Lotus (motori Renault e scarichi coanda) a me il sospetto viene eccome

  • E’ molto incessante quello che dicono alla BBC sulla Ferrari: “Non so cosa stia succedendo [alla Ferrari]. Sabato mattina Alonso era seduto nel suo garage per i primi 25 minuti delle prove mentre tutti i suoi rivali erano in pista a girare e fare i compiti. La direzione del vento era cambiata di 180 gradi durante la notte, e tutti i piloti han detto che questo aveva completamente cambiato le vetture. Secondo Hamilton Suzuka sembrava “una diversa pista”. La Ferrari avrebbe potuto imparare tante cose. OK, si potrebbe argomentare che così avevano risparmiato le gomme. Ma è artificiale perché ti confronti con le macchine che girano con gomme vecchie e che hanno fatto i tempi di riferimento prima nella sessione. In F1 è fondamentale confrontarsi con le vetture che fanno le stesso cose che fai tu, allo stesso tempo. Se gestissi la Ferrari e pagassi Alonso milioni di euro all’anno, l’ultima cosa sarebbe tenerlo seduto nel garage per metà dell’ultima sessione prima delle qualifiche quando so che manca velocità. La Ferrari lo fa ogni weekend gara. Si dovrebbe mettere in discussione la loro gestione strutturale. Questo è il problema più grande di Alonso. Quando lui non vede alcuna gestione strutturale, comincia a fare il manager, ed è la peggior cosa quando un pilota fa il team principal. Parlo con tante persone, ho sentito delle cose sulla Ferrari e il modo in cui funziona il team, un team di questo standing, è assurdo. Devono cambiare qualcosa molto presto.”

  • @Myriam F2013

    Facciamo un riassunto della stagione 2010 e vediamo se davvero la F10 fosse un cesso oppure una gran macchina:

    -GP del Baharain
    Alonso e Massa si qualificano 3° e 2° e fanno doppietta in gara (con ritiro della RB di Vettel per guasto ad uno scarico).

    -GP di Australia
    Alonso si qualifica terzo a due decimi dalla Pole, in gara arriva quarto (dietro a Massa) dopo essere andato in testacoda alla prima curva (con ritiro della RB di Vettel per guasto ai freni).

    -GP della Cina
    Alonso si qualifica terzo, ma anticipa la partenza e prende un drive Trough, mentre le RedBull annaspano nella pioggia.

    -GP di Spagna
    Alonso si qualifica quarto e arriva secondo (dietro a Webber) con Vettel terzo ma costretto ad una sosta in più per problemi ai freni.

    -GP di Monaco
    Alonso deve partire dai box perchè nelle libere del sabato finisce a muro compromettendo la sua gara, la Ferrari comunque c’è con Massa quarto.

    -GP del Canada
    Alonso parte terzo e arriva terzo, mettendosi alle spalle le RB con gravissimi problemi di usura.

    -GP di Valencia
    Alonso parte quarto e arriva ottavo, dopo il caos safety-car.

    -GP di Silverstone
    Alonso parte terzo, ma si becca un drive trough per il sorpasso a Kubica e finisce fuori dalla zona punti senza sfruttare l’ennesimo inconveniente di Vettel(foratura al primo giro).

    -Gp di Germania
    Domino Rosso: Alonso parte secondo(per 2 millesimi) e Massa terzo. In gara è doppietta Ferrari con il famossissimo ordine di scuderia.

    -Gp di Ungheria
    Alonso e Massa partono 3° e 4°. In gara Alonso finisce secondo dietro a Webber, con Vettel penalizzato per aver lasciato troppo spazio tra sè e Webber in regime di SC.

    -GP d’Italia
    Pole e vittoria di Alonso, con Massa terzo e RB in evidente difficoltà sul passo.

    -GP di Singapore
    Grand Chelem di Alonso.

    -Gp del Giappone
    Alonso parte quinto e arriva terzo a due secondi dal primo (Vettel).

    -Gp di Corea
    Alonso parte terzo e vince, con Massa terzo e Vettel ritirato per guasto al motore.

    -Gp del Brasile
    Alonso parte quinto (pole di Hulkenberg) e arriva terzo a sei secondi da Vettel (primo).

    -Gp di Abu Dhabi
    Alonso parte terzo e arriva settimo, il perchè lo ricordiamo tutti.

    Riassumendo il tutto:
    Su 19 gare totali in 17 occasioni Alonso ha avuto una macchina in grado di lottare per il podio.
    In due occasioni fu doppietta Ferrari e in diverse altre gare anche Massa è riuscito ad andare a podio.
    In una sola circostanza (Gp della Malesia) è stato costretto al ritiro a causa di un guasto al motore (ma si trovava ai margini della zona punti), mentre in un’altra occasione (Gp del Belgio) è stato coinvolto in un incidente.

    Alla luce di tutto ciò, credo che sia ingiusto continuare a dire che la F10 non fosse una gran macchina e che fosse comunque peggiore della RedBull (considerando non solo la velocità, ma anche l’affidabilità).
    Se proprio non ti ho convinta, spero almeno che apprezzerai lo sforzo che ho fatto per sostenere la mia tesi.

    Un saluto:)

    • grazie con la tua analisi hai risposto a grisu che secondo un punto di vista nel 2010 si può pure affermare che il mondiale lo ha perso alonso è non lo sciagurato ultimo gp.

    • Myriam F2013

      @Iron Mac apprezzo senz’altro la tua ricostruzione del campionato 2010, ma non intendevo dire che la F10 fosse uno schifo di auto, tutt’altro. Quell’anno la RB era più “umana” perchè con gravi problemi di affidabilità, poi le gerarchie fra Vettel e Webber non erano ancora prestabilite. Alonso si è giocato il titolo fino all’ultima gara anche e soprattutto per le magagne delle lattine.
      Il 2012 è partito con un progetto di auto cannato in partenza, un recupero miracoloso fino a metà stagione e poi il pacchetto Evo di Singapore drammaticamente cannato. In conclusione, la Ferrari non vince i mondiali in primis perchè il reparto tecnico è carente, vedi l’incapacità di risolvere i problemi di trazione e aerodinamica della vettura, in secondo luogo perchè Alonso non brilla in qualifica.

      • A:Myriam,Zico,Michelle e Iron.
        Come bene ha ricordato nella sua ricapitolazione dei risultati iron,il 2010 è stato un anno alquanto altalenante.
        Se,mentre da una parte la Red Bull ancora si rompeva e Vettel e Webber si buttavano fuori a vicenda(vedi gran premio di Turchia)la Ferrari con Aldo Costa parte il campionato con una macchina non esaltante.
        Merito però della Ferrari in quell’anno è di aver recuperato il gap nel finale di campionato.
        sono arrivati a giocarsela all’ultima gara con La Ferrari con il coltello dalla parte del manico(solo che poi ha fatto harakiri)
        All’ultima gara la Ferrari con gli errori al muretto ha perso il campionato,parte terzo e arriva settimo rimanendo tutta la gara dietro a Petrof.
        cordiali saluti

  • @sebastiano: interssante la tua “relazione” sull’utilizzo del kers da parte della RedBull, se le cose stanno davvero così è una enorme porcheria.

    Ma su quali basi affermi tutto ciò? Cioè intendo hai letto qualcosa di credibile da qualche parte? O sono solo tue supposizioni, che peraltro non avrei difficoltà a credere che corrispondano alla realtà, ormai al giorno d’oggi viene crakkata qualsiasi cosa, vien facile pensare che centraline e quant’altro possano essere crakkate da fior di ingegneri elettronici…..

    • Sopratutto sarebbe una vera porcheria che gli altri top team non piantino un casino…..

    • TroyBayliss

      @Sebastiano
      Da quello che scrivi sembri un tecnico!
      Mi sorge però spontanea una domanda…Sei realmente un tecnico o sei un tifoso che, in conformità al classico atteggiamento calcistico e italiano “Se gli altri fanno meglio di me allora rubano”, spara sentenze inventando brogli altrui?
      Guarda questo video http://www.youtube.com/watch?v=wLB5Vi6XGLY e illuminami sul perchè Webber lascia per terra due righe nere durante l’acelerazione!
      TC che non funzina? TC che on esiste? Prova lampante di un imbroglio?
      Gurda anche l’incredibile e mirabolante partenza delle Ferrari, è merito dei piloti o di aiutini elettronici durante la partenza?
      Illuminami…Visto che sei un tecnico

  • Non concordo pienamente:
    Vettel è indubbiamente fortissimo, ma se ha vinto tanto è lampante che sia molto anche merito del team, negare l’evidenza è impossibile.

    Credo anche io che in questa fase a parità di vettura la spunterebbe sugli altri 2, ma non perchè sia in senso assoluto più forte, semplicemente il vincere tanto da una serenità mentale ed una sicurezza che ti fa essere pù forte “di testa” più che di piede.
    Viceversa la lunga assenza di vittorie (quando comunque sai di avere le potenzialità per vincere) ti fa venire “la smania” di dover vincere a tutti i costi facendoti perdere lucidità, e ti fa perdere un po’ di sicurezza in te stesso.

    Quindi credo che l’attuale Vettel sia più forte degli altri 2 al livello mentale.

    Però è abbastanza ovvio che se in questi 4 anni alla Redbull ci fossero stati Alonso o Hamilton lo stesso discorso si applicherebbe ad uno di loro.
    Non si può davvero pensare che Vettel abbia vinto tanto solo per meriti suoi, come d’altra parte è ormai evidente che sia un fenomeno anche se sta vincendo con una vettura stratosferica!

    • @Fabio

      Quello che dici tu è totalmente condivisibile, ma secondo me nella tua attenta e lucida analisi manca un elemento non trascurabile, ossia il fatto che Vettel ha ottenuto questi risultati in pista e non sulla carta.

      Mi spiego meglio:
      Magari, come dici tu, Alonso e Hamilton avrebbero vinto quanto Vettel con questa RedBull, però non abbiamo la riprova.
      Noi sappiamo che Vettel ha vinto 4 mondiali, ma non abbiamo la certezza che, ad esempio, a macchine invertite nel 2010 e nel 2012 Alonso l’avrebbe spuntata su Vettel, visto che comunque la Ferrari era una gran macchina in quei due anni.

      Possiamo affermare con una certa sicurezza che sia Alonso che Hamilton, con una RedBull, avrebbero vinto nel 2011 e nel 2013(sempre correndo in squadre diverse da Vettel) anche se la stagione 2011 di Lewis fu drammatica visto che prese una sonora bastosta da Button.
      Però nelle stagioni in cui si è arrivati in volata, tenendo conto dell’intero campionato, tra le macchine non c’era una differenza apprezzabile, eppure Vettel è riuscito sempre a spuntarla.

      Secondo me questo è molto importante, perchè Sebastian ha dimostrato di saper vincere, contro avversari di grande spessore, anche combattendo ad armi pari e non solo con una macchina nettamente superiore.

      In più bisogna considerare il grande processo di maturazione compiuto da Vettel a soli 26 anni.
      Hamilton questo processo lo ha appena iniziato, mentre Alonso lo ha completato dopo i 30 anni.
      La precocità di Vettel è disarmante, non solo per i record, ma perchè è arrivato ad avere la maturità tipica dei campioni ad un’età in cui gli altri viaggiavano ancora tra alti e bassi.
      Se mantiene questo trend, accompagnato da una macchina certamente competitiva (ma non necessariamente migliore delle altre), Sebastian può davvero aspirare ad essere il più grande perchè, ripeto, ha solo 26 anni e quindi ha davanti a sè almeno altri 10 anni su ottimi livelli.

      • Myriam F2013

        Che spasso… mi piacerebbe sapere per quante settimane o giorni, nel 2010 e 2012, la Ferrari sia stata una gran macchina

  • Vedendo la gara di ieri mi è sembrato palese che ci sia una superiorità imbarazzante del binomio Vettel-RedBull.
    Sia la macchina che il pilota sono di un’altra categoria rispetto agli avversari, quindi per l’anno prossimo l’auspicio è che lo stravolgimento regolamentare possa rimescolare le carte, ridimensionando il valore della RedBull, così che Vettel possa trovarsi a combattere con una macchina inferiore (visto che a parità di mezzo, vincerebbe ancora lui).

    Detto ciò, mi stupisco ancora una volta nel leggere commenti denigratori verso Vettel.
    Questo ragazzo ha dimostrato di essere un fuoriclasse assoluto e negli ultimi anni il suo approccio alle corse è migliorato in maniera esponenziale, a differenza di un’altro potenziale fuoriclasse che invece ha mantenuto inalterati pregi(moltissimi) e difetti(pochi ma sempre decisivi) del suo modo di correre (mi riferisco a Lewis Hamilton).
    Il confronto con gli altri piloti è diventato imbarazzante, proprio come avveniva durante l’epoca d’oro di Schumacher, tanto sembra facile per Vettel vincere le gare e i mondiali, nonostante ci siano diversi grandissimi piloti come avversari.

    Giudicare la gara di ieri è quindi quasi inutile, visto che abbiamo assistito ad una riedizione del GP di Corea, con l’unica differenza che a Suzuka Webber è stato perso di vista dalla sfiga che lo perseguitò a Yeongam.
    Per il resto solo la Lotus ha dimostrato di poter reggere (con grandi difficoltà) il passo della RedBull, e Grosejan sta finalmente sfruttando il suo buon talento naturale, senza commettere i soliti errori, mentre Kimi stavolta ha pagato le sue solite qualifiche sottotono.
    La gara degli altri è stata incolore senza nessuna eccezione degna di nota, se non l’ottima gara della Sauber (anche se bisogna ricordare che l’anno scorso Koba andò a podio, quindi anche loro hanno fatto un gran passo indietro).

  • Ferrarista Sfegatato

    Ragazzi, ma la ferrari non potrebbe fare un’operazione “calcistica” per accaparrarsi hulkenberg ?? Tipo metterlo sotto contratto,magari nella FDA, e lasciarlo correre con la lotus o con la force india per il prossimo anno ?? Dando per scontato che non voglia restare con la sauber … PERCHE’ DOMENICALI NON PENSA A QUESTE IDEE ALTERNATIVE ??

  • Ferrarista Sfegatato

    Ormai non c’è neanche rabbia nel vedere la ferrari a quasi un minuto dalla testa della corsa, solo rassegnazione … sperando(anche se ci credo poco) che l’anno prossimo le cose migliorino ! La cosa più bella di oggi è stata il sorpasso di kimi su hulkenberg all’esterno della chicane ! FORZA FERRARI, SEMPRE AL TUO FIANCO !

  • cari signori vettel somiglirà a schumacher il giorno che vincerà almeno 1 un gara con una macchina inferiore alla concorrenza, è con questo chiudiamo il discorso vettel senza aggiungere altro. Riguardo alla REDBULL che ogni anno ne inventa una,dopo scarichi con mappature illegali musetti flessibili altezze che variavano tra qualifiche e gara questanno potevano risparmiarsela ????? no certamente! in effatti anche questanno il trucco cè,è a dire il vero già cera da molto ma ora funziona perfettamente! di cosa sto parlando?ovviamente dell’unico elemento che sarà presente anche l’anno prossimo su tutte le formula1,è per questo motivo di interesse di ADRIAN NEWEY nello sviluppare fino a fine stagione tale elemento leggi “KERS” è SI PROPRIO LUI L’ARMA SEGRETA DELLA REDBULL ,vi starete domandando ma il kers cè lanno tutti! si ma quello REDBULL è speciale,infatti mentere sulle altre vetture tale soluzione permette di recuperare l’energia dispersa dalla vettura in fase di freanata per poi rilasciarla dopo i 100 km/h(come è fissato per regolamento) in REDBULL fanno questo è pure “altro”, senza andare troppo sul tecnico altrimenti molti appassionati nn comprenderebbero perfettamente vi spiego il funzionamento:alla fine del rettilineo quando Vettel è in 7 marcia ed incomincia a frenare per l’approssimarsi di una curva entra in funzione il kers nella fase di recupero energia (cio carica le batterie con l’energia del motore dissipata nella frenata) è fin qui tutto regolare,a questo punto il kers con un sistema simile a quello di un “inverter” si tiene pronto per la fase attiva (quella di sprigionare la potenza accumulata) che il pilota può richiamare in accellerazione in qualsiasi punto del circuito purche si siano già superati i100 km/h è fin qui siamo sempre in regola , ma è proprio in quella piccola fascia che va dai 0 ai 100km/h che il kers Redbull fa il suo miracolo! con una modifica irrilevante è un softwer dedicato è ben nascosto il kers riesce ad “accumolare”(è nn recuperare come dice il regolamento) energia anche in fase di accellerazione controllando di fatto l’accellerazione del motore con la sua forza di assorbimento riproducendo una sorta di tracion control,è nn finisce qui! questa energia viene accumulata su un altra batteria ausiliaria, come poi venga utilizzata questa energia nello specifico nn sò ancora mspiegarlo ma in qualche modo viene utilizzata magari quando cè effettivo bisogno di aumentare le prestazioni! riuscendo ad illudere i controlli magari perche lavaora con una polarità invertita, di fatto che venga fatto accumulo di altra energia in fase di accellerazione è contro al regolamento anche se questa energia nn venga usata ……………..mistero svelato ora bisogna chiarire altrimenti l’anno prossimo anche con un regolamento diverso la storia nn cambia!!!!!!!

  • Secondo me se Alonso se si fermava prima di hulk alla prima sosta secondo me finiva a 20 secondi e a parte la penalizzazione Rosberg non aveva il passo di Fernando.

  • LOTUS E FERRARI RINGRAZIANO LA FIA E LA PIRELLI PER AVER CAMBIATO GLI PNEUMATICI CHE POCO SI ADATTAVANO ALLA REDBULL.

    SENTITI RINGRAZIAMENTI.

    • Ferrarista Sfegatato

      Io me la prenderei più con i nostri ingegneri che come al solito dimostrano di essere molto ma molto indietro rispetto ai colleghi dei top team … alla fine il cambiamento c’è stato per tutti ed era inevitabile perchè c’era in gioco la sicurezza …

  • Mancano 4 vittorie di vettel alla fine del campionato.

  • Dal sito suggerito da michelle sembra chiaro che la Ferrari come passo gara è a + di 1 sec dalla RB, e con lo stesso passo della Maclaren di Button, mamma mia

  • Avete le patate sugli occhi! Ma è palese che con la strategia la rb hanno voluto avvantaggiare vettel. Siate obiettivi e nn solo tifosi!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!