Lotus a mille: i sospetti di Wolff sui motori Renault

L’amministratore delegato della Mercedes lancia alcuni sospetti sulla regolarità dei propulsori Renault (che equipaggiano ben quattro squadre).

toto-wolff-mercedesToto Wolff come Giancarlo Minardi. Dopo le polemiche sul presunto traction control di Sebastian Vettel a Singapore, ecco altri sospetti sulla meccanica della Red Bull e – questa volta – soprattutto della Lotus.

Il direttore esecutivo della Mercedes mette velatamente sotto accusa il V8 Renault che spinge le monoposto di Vettel, Webber, Raikkonen e Grosjean.

“I fatti dicono che dal Gp di Singapore la Red Bull ha fatto un passo in avanti decisamente grande e che dal Gp di Corea la Lotus è sembrata un’altra squadra, capace di migliorare fino a quattro decimi”.

Proprio il miglioramento della più diretta rivale Lotus sembra aver colpito Wolff:

“Dobbiamo chiederci se queste due squadre non abbiano lavorato in modo diverso sulle mappature dei motori. Ci siamo forse persi qualcosa? Magari qualcosa di simili agli scarichi soffianti? Noi della Mercedes nelle ultime gare siamo in ritardo. La sensazione è che non abbiamo capito come funzionano delle cose…”

21 Commenti

  1. Regolari o non, non cambierà nulla.

    Piuttosto, pensate alla deprimente figura che fanno i tecnici del cavallino, mai capaci di tirare fuori qualcosa di interessante. Ma è un reparto tecnico o villa arzilla?

  2. Parlare adesso che tra qualche gp verranno messi in pensione i v8 lo trovo ridicolo.. Tra qualche mese non si ricordeta’ niente e Rb avra’ il quarto titolo in tasca

  3. Ormai qui è una guerra tutti contro tutti, chi accusa uno per i test, chi l’altro per le mappature, e adesso, sembra essere entrata nel pentolone degli scorretti, anche la mosca bianca Lotus.
    Non a caso ieri sul podio (in cui c’erano 3 macchine motorizzate Renault),a ritirare la coppa per la squadra vincitrice, hanno mandato un tecnico della casa francese, al quale, prima di salire sul podio, hanno fatto togliere la camicia giallo-bianca Renault per indossare quella color melanzana della RedBull…

  4. Metterei anche un link, ma il post attendera moderazione finche l’articolo viene chiuso.
    Ho detto tante volte che il discorso coi link e un’assurdo in un forum (blog) cosi.

  5. Evidentemente non si trata soltanto di taglio del’accensione fino a 4 cilindri, che tra l’altro e consentito a quanto mi pare soltanto in rilascio.
    Io all’inizio ero un po scettico, ma mi pare che si sia logica nella versione dell’uso di KERS in uscita di curva.
    Nel senso recupero energia, che poi gradualmente muta in rilascio.
    Si sparla pero che le batterie normali non sarebbero capaci di tali cicli veloci.
    RB pero usano dei condenzatori (super capacitors) al quale fatto secondo alcuni si devono i ricorrenti problemi di KERS.
    Nel proseguio dell’articolo, Wolff dice che hanno capito come fanno i bulls, ma esitano di fare tante spese per la manciata di GR che rimangono alla fine della staggione.
    Dall’altra parte pero i milioni per il posto in classifica costruttori sono parecchio importanti per qualsiasi squadra.

    E alla fine c’e il fatto che tutti i banchi prova nel Brixford sono attualmente occupati con il V6 turbo…

  6. Mah, visivamente la Mercedes è l’ unica che riesce a replicare abbastanza fedelmente l’ assetto rake e le analisi post gp che si possono consultare in rete mostrano che per efficienza aerodinamica sono seconde solo alle Red Bull. L’ unico modo per avere una grande efficienza e viaggiare col didietro così alto da terra è avere un soffiaggio dei gas molto efficace, possibilmente anche in rilascio. Stranamente se si ascoltano le staccate della Mercedes in campo aperto si sente sempre un rumore strozzato… Wolff, da che pulpito vien la predica…

    1. Lasciami dire che nessuna squadra ha l’efficienza aerodinamica della redbull.
      Basta guardare con quanta ala posteriore girano, hanno degli angoli di attacco ridicoli in confronto a tutti. C’è una bellissima comparativa delle ali posteriori dei top team su f1technical, e i bibitari in pratica girano quasi senza.
      Questo, oltre ad evidenti vantaggi in termini di drag ed efficienza, da l’idea di quanto carico sviluppa il loro diffusore, ed il punto è tutto lì, altro che traction control!

  7. E Montezemolo non espone la sua teoria ? Montezemolo dov’è ? Ah si dimenticavo siamo italiani , siamo abituati alle non scelte, all’improvvisazione o meglio alla sottomissione ( basta leggere la prima pagina di qualsiasi quotidiano … “Accoglienza e Porte aperte” ai me’ quanto ci manchi, quanto serviresti alle nuove e vecchie generazioni ….)

  8. Ma parlate chiaro c@zz@rola, i motori renault sono irregolari perchè guidati da elettronica che non è regolamentare, lo dicono i test marelli, lo dice minardi, lo dice wolff, chi lo deve dire ancora, deve scendere qualche Santo a riferirci che ci sono dei team legittimati ad imbrogliare, RB, mercedes (scusa wolff, ma è così)e forse qualche altro, senza per questo dimenticare che la Ferrari adesso è dietro anche alla Sauber!!!

    1. prove? Le persone menzionate sono di parte e comunque si basano solo sul fatto che gli avversari riescono a migliorarsi meglio di loro. Poi l’elettronica e’ da escludersi dato che c’e’ la centralina unica.

Lascia un commento