Allison: “Miglioreremo la F138 per battere Lotus e Mercedes”

23 ottobre 2013 17:27 Scritto da: Giacomo Rauli

Il neo direttore tecnico di Maranello ha confermato che la F138 sarà oggetto di modifiche per permettere al team di mantenere il secondo posto nella classifica costruttori

james allison ferrariJames Allison, da quando ha ripreso servizio alla Gestione Sportiva di Maranello, si è dedicato allo sviluppo della Ferrari per il mondiale del prossimo anno quasi a tempo pieno (sigla del progetto 665), ma la sua esperienza potrebbe essere necessaria anche sulla monoposto attuale.

I recenti risultati di Mercedes e Lotus hanno messo in pericolo la seconda posizione nel mondiale costruttori, attualmente occupata proprio dalla Ferrari e a Maranello saranno costretti a non interrompere lo sviluppo della F138 sino al GP del Brasile che si disputerà a fine novembre.

Nelle ultime due gare disputate in Corea e Giappone, la F138 ha mostrato tutti i suoi limiti e la mancanza di uno sviluppo adeguato, non tanto in termine quantitativo, ma sotto l’aspetto della qualità. Mercedes, nonostante la sfortunata gara di Suzuka, ha mostrato un potenziale superiore a quello delle Rosse affidate ad Alonso e Massa, mentre la Lotus ha cambiato marcia adottando il passo lungo sulla già competitiva E21, che ha permesso a Grosjean di esaltare il suo talento nelle due trasferte asiatiche.

La situazione corrente nel costruttori, vede la Ferrari in vantaggio di soli dieci punti rispetto al team di Brackley e di trentatré rispetto alla Lotus. Per evitare il sorpasso negli ultimi quattro appuntamenti della stagione, James Allison ha affermato che la monoposto italiana sarà oggetto di miglioramenti, perché è l’unico aspetto che impedisce al team ottimi risultati a ogni gara.

I Gran Premi di Corea e Giappone sono stati deludenti per noi“, ha dichiarato Allison in un’intervista rilasciata al sito ufficiale della Ferrari. “E’ sempre una delusione quando non vinciamo, ma a livello di performance su entrambe le piste siamo andati al di sotto delle aspettative. Le operazioni svolte dal team si sono rivelate soddisfacenti, il lavoro e la guida dei piloti altrettanto. Siamo un buon gruppo in pista, sia per quanto riguarda le operazioni sia per quanto riguarda le strategie e non facciamo molti errori. Sono le prestazioni della vettura a non essere altrettanto soddisfacenti ed è per questo che abbiamo bisogno di lavorarci nelle seguenti quattro gare che restano per terminare questo mondiale“.

Il circuito di New Delhi è molto interessante e presenta un’ampia gamma di difficoltà. Ci sono rettilinei, curvoni veloci e lenti. Assomiglia un po’ al tracciato coreano. Se assetti la vettura prediligendo la velocità di punta, soffrirai nei numerosi punti in cui serve carico aerodinamico. Dovremo trovare il giusto bilanciamento per affrontare bene tutte le curve. Avremo bisogno di trovare trazione per utilizzarla una volta usciti dalle curve lente“, ha terminato l’ingegnere britannico ex Lotus.

Stando alle ultime dichiarazioni del direttore tecnico di Maranello, sembra lecito aspettarsi modifiche alla F138 finalizzate al recupero del carico aerodinamico, che le consentano di recuperare il gap dalle due contendenti al secondo posto ed evitare prestazioni deludenti come quelle fornite durante le gare di Corea e Giappone.

9 Commenti

  • Spero che Allison riesca ad !ammorbidire” il posteriore della Ferrari in modo tale da migliorare la trazione nelle uscite di curve lente e veloci, e soprattutto i tecnici speriamo che aumentino il carico in vista della prossima stagione nella zona del fondo perchè è li che la Red Bull ha i suoi segreti!!

  • intanto alcune voci di mercato dicono che Adrian Newey si ritirerà dalla f1 per dedicarsi alla vela…sarà vero?

    • doc.asphalt

      Ci sono degli indizi, la RB rimarrà in F1 solo come sponsor, la scuderia verrà venduta alla Nissan, Vettel sarà (purtroppo) in Ferrari nel 2015, ci sarà una smobilitazione e vari avvicendamenti tra i lattinari, e Adrian non vuole certo mettersi a disegnare barche a 70anni.
      La teoria del complotto che in molti abbiamo sostenuto sembra veritiera, come tutte le ‘rivelazioni’ dell’utente ‘romapiero’.
      Servivano 4 mondiali e 4 mondiali sono arrivati, il fatto che in Toro Rosso arrivi un pilota pagante conferma la diminuzione degli investimenti da parte delle lattine in F1.
      Adesso devono entrare bene in Cina e gli strumenti saranno altri, veicolati da spot, personaggi più o meno famosi, etc. etc. Oramai interessa meno la F1, il senso degli spot sarà: se ci mettiamo a fare una cosa siamo i primi sempre…

  • Finalmente qualcuno che dice che bisogna migliorare la trazione

  • stardrummond

    grande james… finalmente uno in rosso che dice quello che noi tifosi e appasionati vogliamo sentire!
    mai mollare niente fino all’ultimo metro dell’ultimo giro dell’ultima gara, noi siamo la ferrari, cavoli che mollino gli altri che sono comparse!
    forza ferrari!

  • Ovvio che porteranno delle novità, bisogna vedere come gestiranno la fine del campionato gli avversari (Mercedes e Lotus).

    E’ indubbio che le gare di Corea (soprattutto) e Giappone sono state negative, ma il problema principale sono state le partenze a metà gruppo.
    Stare dietro a vetture più lente in circuiti dove il sorpasso è difficile compromette tutta la gara.
    A pista libera la Ferrari è sicuramente meglio della Mercedes e forse alla pari della Lotus!

    Forza Ferrari Go!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!