GP d’India 2013: anteprima, meteo e orari del weekend

23 ottobre 2013 08:40 Scritto da: Redazione

GP India 2013: scopriamo il circuito di Greater Noida, gli aggiornamenti del meteo e prendiamo nota per seguire gli orari del weekend di gara in TV e sul web.

india-buddh-internationalIl Circus si appresta a montare i tendoni sul circuito di Greater Noida, una cinquantina di chilometri da New Delhi, dove questo weekend si disputerà la terza edizione (e, probabilmente, anche l’ultima) del Gran Premio d’India. Caratterizzato da dislivelli importanti e da una grande varietà di curve, il Buddh International è un circuito davvero impegnativo, soprattutto per quanto riguarda gli pneumatici, alla luce delle alte temperature ambientali.

La zona più particolare della pista è senza dubbio il tratto della curva 10-11, che Hermann Tilke progettò ispirandosi alla famosa curva 8 dell’Istanbul Park. Sono due curve, ma percorrendole nella traiettoria ideale ne formano praticamente una sola. In questo punto, gli pneumatici devono soportare elevati carichi laterali per sette secondi, ossia il tempo di percorrere entrambi i curvoni. A lavorare maggiormente è lo pneumatico anteriore sinistro che deve resistere ad una forza di accelerazione di 4G all’uscita di curva, dove è necessario avere il massimo grip per mantenere la traiettoria. Per questo motivo, Pirelli ha deciso di portare gli pneumatici PZero White Medium e PZero Yellow Soft.

Il Buddh International è un circuito di media difficoltà per quanto riguarda il sistema frenante, ad eccezione delle curve 1 e 3, entrambe caratterizzate da decelerazioni superiori ai 5G. L’autodromo, ad oggi, è scarsamente utilizzato e questo porta a tempi lunghi per gommare la pista, con le conseguenti variazioni sulle modalità d’impiego dell’impianto frenante nei tre giorni del weekend. Con l’aumento dell’aderenza, il tempo speso sul freno si riduce mentre aumenta la potenza smaltita in frenata. Ne consegue che un cambiamento nella gestione delle temperature dlel’impianto che deve essere tenuto in debita considerazione nella definizione delle prese d’aria.

Secondo i dati forniti da Brembo, la curva 3 è la più impegnativa del tracciato. Si arriva a 315 km/h per decelerare fino a 110 km/h in poco più di 100 metri. Il carico sul pedale è di 151 chilogrammi e il tempo di frenata è di 1,97 secondi.

Due le zone DRS per questa gara. Il primo Detection Point è situato proprio all’ingresso della terza curva, mentre la DRS Zone è spostata sul lungo rettilineo che porta alla curva 4. Il secondo Detection Point è piazzato, invece, all’uscita della curva 15, mentre è possibile attivare per la seconda volta l’ala nel rettilineo di partenza.

IL METEO A GREATER NOIDA – Sole, temperature alte e parecchia umidità. Un weekend di Formula 1 in cui non sembra esserci alcun rischio di pioggia.

IL GRAN PREMIO D’INDIA SU SKY – Il weekend indiano sarà trasmesso in diretta esclusiva da Sky Sport F1 HD, mentre le reti RAI lo trasmetteranno in differita. Questi gli orari per seguire l’evento.

Venerdì 25 ottobre 
Prove Libere 1 | 06:30 - 08:00 (Diretta Sky F1 e BlogF1.it)
Prove Libere 2 | 10:30 - 12:00 (Diretta Sky F1 e BlogF1.it)
Sintesi Libere | 22:35 (Rai Sport 1) 

Sabato 26 ottobre
Prove Libere 3 | 07:30 - 08:30 (Diretta Sky F1 e BlogF1.it)
Qualifiche     | 10:30 - 11:30 (Diretta Sky F1 e BlogF1.it)
               | 15:00 (Differita qualifiche su RAI 2)

Domenica 27 ottobre
Gara, GP India | 10:30 (Diretta Sky F1 e BlogF1.it)
               | 15:30 (Differita gara su RAI 1)

 

5 Commenti

  • Domenica mattina probabilmente sarò fuori casa ma non credo che guarderò nemmeno la differita RAI perchè ormai ho perso tutto l’interesse, sono proiettato già al 2014!
    Mi basterebbe la lotta per la vittoria anche non della Ferrari per farmi venire voglia, ma così non mi stimola per nulla purtroppo……….

    • Myriam F2013

      Io guarderò la gara evitando accuratamente la cerimonia del podio e le successive amenità.
      Riguardo al 2014, le mie proiezioni prevedono una ulteriore mortificazione dello sport Formula 1…

      • Io invece per il 2014 sono abbastanza fiducioso, non tanto di vedere la Ferrari vincere, ma di vedere un campionato incerto fino alla fine; al di la dei mastruzzi che sicuramente continueranno ad esserci, il cambio dei motori con i problemi di affidabilità che ne deriveranno potrebbe renderli inutili (i mastruzzi intendo).

    • Io invece sarò davanti alla TV coma al solito sperando in un buon risultato di Hamilton, non vedo l’ora sia Venerdì mattina.

  • Il circuito in sè non è male anzi.
    Io naturalmente spero in un buon risultato da parte di Hamilton dopo le ultime gare sfortunate, lottare per un posto sul podio sarebbe già un’ottimo risultato.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!