Quinta fila per la McLaren a Greater Noida

26 ottobre 2013 14:07 Scritto da: Andrea Facchinetti

Obiettivo Q3 raggiunto sia da Perez che da Button: il messicano è 9° davanti all’inglese.

Sergio in actionQualifica in linea alle aspettative quella della McLaren in India: entrambe le vetture hanno raggiunto il Q3 e domani occuperanno la quinta fila in griglia, con il messicano Perez davanti al compagno Button. In McLaren si è deciso di qualificarsi con le gomme più dure, sacrificando solo in parte il risultato della qualifica odierna per puntare ad un risultato migliore in gara.

Nelle prove libere il team di Woking ha sperimentato con Button un assetto completamente differente dal solito per provare anche degli elementi in ottica 2014, scelta che però non ha pagato e che ha costretto l’inglese a fare marcia indietro ed adottare impostazioni tradizionali. Nel Q1 proprio Button sorprende tutti facendo segnare il miglior tempo della prima fase, mentre Perez passa il turno in 13° posizione.

Nel Q2 Button ripete inizialmente l’ottima prestazione con la stessa gomma del Q1, venendo però costretto a montare un ulteriore set di gomme morbide per passare il turno. La stessa strategia è adottata dal compagno Perez, che conclude 8° qualificandosi al Q3, dove la principale difficoltà è quella di decidere con quali gomme fare il tempo.

Considerando la velocità degli avversari sul giro singolo, difficilmente la McLaren avrebbe potuto migliorare le proprie posizioni nel Q3, così al muretto decidono di puntare tutto sulla gara scegliendo gomme White Medium. Perez e Button compiono un solo vero tentativo, con il messicano che precede l’inglese in 9° posizione rifilando 3 decimi al Campione del Mondo 2009.

Button è consapevole che l’aver sacrificato la qualifica per privilegiare la gara può essere un rischio: “E’ quasi sicuramente la strategia migliore, ma fa male sprecare la qualifica perchè nel Q1 ero il più veloce con le gomme morbide. Con le gomme dure ho faticato molto, speriamo che tutti gli altri si fermino nei primi cinque o sei giri della gara in modo da favorirci”.

Più del nono posto non avremmo potuto fare oggi” ha ammesso Perez. “Forse con un altro giro avrei potuto battere il tempo di Alonso, ma è stato meglio preservare le gomme per domani. Siamo chiaramente su un’altra strategia, il nostro passo gara sembra buono, speriamo di raccogliere punti domani” ha commentato il messicano. Infine Checo ha commentato le voci sul suo futuro: “Quello che si legge in giro è differente da quello che pensa la squadra”.

4 Commenti

  • Da questa situazione di incertezza noi abbiamo solo da guadagnare, visto che la nostra macchina è chiaramente inferiore alle altre.
    Infatti in condizioni di degrado “normale” difficilmente si sarebbe partiti più avanti.
    Così almeno c’è la speranza di un errore strategico da parte di chi ci sta davanti.
    Ovviamente è impensabile poter stare davanti a Vettel, anche se Sebastian fosse costretto a rientrare al primo giro, così come la vedo dura stare davanti a Raikkonen, visto che RB e Lotus hanno un passo decisamente migliore del nostro.
    Però un pensierino a mettere il naso davanti alle Mercedes lo si potrebbe fare.
    Certamente essendoci macchine più veloci che hanno adottato la nostra strategia non si può sperare nel colpaccio, a meno di eventi totalmente imprevedibili.
    Ma già un quarto posto non sarebbe da buttare.

    Lo so che è deprimente, ma non ha senso arrabbiarsi con la squadra e con i piloti.
    Quest’anno è andato così e io me ne sono fatto una ragione già da un bel pezzo, e confesso di avere brutte sensazioni anche per il prossimo.
    Dal 2015 però voglio rivedere la mia McLaren al vertice!

  • sopratutto a un certo spagnolo

  • forse per una volta abbiamo azzeccato la strategia giusta. Del resto piu della quinta fila, col biroccio, non potevano fare. Anzi…ringraziamo i “sceni” della lotus che ci hanno dato una mano a entrare in Q3 XD
    Speriamo che non buttino al vento quel poco di buono che si riesce a fare in gara, con errori idioti di strategia, pit o altro…
    Un appunto sulle prove libere…button dice che stravolgendo il set up, la macchina è peggiorata, e che quindi stanno andando nella direzione giusta..a me pare che anche stravolgendo l’assetto biroccio era e biroccio rimane. Io non so come faccia a trovare sempre il bicchiere mezzo pieno, senza realmente “sbottare” mai davanti ai giornalisti. Non sarà il migliore in pista, ma come persona ha da insegnare molto, e a molti..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!