Ferrari in pista ad Abu Dhabi con qualche novità

1 novembre 2013 11:37 Scritto da: Mario Puca

Ieri ai box della Ferrari sono comparse diverse novità aerodinamiche per la F138. Vediamole nel dettaglio.

Box Ferrari SpagnaCampionato finito? Macché! Se è vero che la Red Bull ha già messo in cassaforte il quarto titolo piloti e costruttori, tutt’altro che scontato è l’esito della battaglia per gli altri gradini del podio, con Mercedes, Ferrari e Lotus racchiuse in appena 28 punti.

Con tre gare a disposizione, quindi, tutto può ancora succedere e le tre contendenti hanno portato interessanti novità tecniche per giocarsi fino alla fine l’importantissimo secondo posto finale costruttori. La più attiva è sicuramente la Ferrari, che ha portato il numero di novità maggiori, le quali riguardano un po’ tutte le aree della monoposto.

All’avantreno c’è una nuova paratia dell’ala anteriore, completamente diversa nella zona bassa, con uno slot di dimensioni ridotte rispetto alla versione precedente (FOTO). Quanto all’ala, i piloti potranno scegliere tra le varie versioni disponibili, anche se nella prima sessione entrambi hanno utilizzato l‘ala dotata di 5 profili, utilizzata per la prima volta a Singapore (FOTO).

Novità piuttosto rilevante quella relativa alla zona centrale della monoposto, con la presenza di deviatori di flusso ai lati delle pance completamente nuovi. Quelli utilizzati fin ora avevano una linea dritta ed erano fissati alle pance solo nella parte alta. Questa versione, invece, presenta una curvatura “a ponte” nella parte superiore, che va a ricoprire esattamente per metà la pancia, congiungendosi con questa in complessivi tre punti (sopra e di lato come in precedenza):

Ovviamente non si tratta di una novità assoluta, visto che tale soluzione è già utilizzata da Red Bull, Sauber ed altri; la stessa Ferrari nel corso del campionato aveva provato una configurazione simile (FOTO), utilizzata unicamente in Canada da Alonso e poi sempre messa da parte in altre occasioni. L’utilità di questo nuovo particolare è ovviamente quella di migliorare lo scorrimento dei flussi lungo le pance, mantenendoli attaccati alla carrozzeria in direzione degli scarichi e, quindi, del diffusore.

Deviatori che sono differenti anche nella parte inferiore. Prima era presente un profilo ad “L” rovesciata fissato direttamente sul fondo; nella nuova versione, invece, il piccolo flap ha una forma diversa ed è fissato direttamente all’elemento verticale (FOTO). A ciò si aggiungono delle lievi differenze nelle pieghe ai lati del fondo (FOTO).

Quanto al posteriore, i piloti hanno a disposizione due tipi di ala posteriore: una prima dotata del classico main plane incurvato centralmente (FOTO), combinato ad una paratia con cinque feritoie e lo slot verticale nella parte anteriore; una seconda, leggermente più scarica, con profilo principale a “W” (FOTO) e paratia apparentemente priva dello slot verticale, già utilizzata a Spa e provata da Alonso nella prima sessione di prove libere ad Abu Dhabi.

13 Commenti

  • La Ferrari è l’ unica scuderia che riesce nell’ impresa di peggiorare l’ auto durante l’anno… tutte le pseudo novità che introduce la fanno andare sempre peggio… io mi chiedo ma che metodo di lavoro utilizzano? che comparazioni fanno? …. si si dimenticavo, è la galleria del vento di Colonia che non da mai ragione agli Ing. Io sinceramente a inizio anno mi ero illuso vedendo la feritoia sotto il muso che avessero tirato fuori qualche genialata e invece…. Ricordo che da quando è arrivato Tombasiz (l’ ideatore del buco sul muso)non è mai stato azzeccato un progetto…tutte le migliori squadre hanno gli scarichi con lo scivolo la Ferrari no!!! qualcuno allora mi sa che non ci ha capito veramente niente con questa storia del soffiaggio!!

  • bunasera, faccio una domanda a tutti e spero che qualche esperto di tecnica possa rispondere in maniera esaustiva. Si parlava tempo fa dei regolamenti per l’anno venturo e si diceva che la soluzione migliore per l’avantreno, stando alle misure imposte dalla fia, sarà senz’altro la pull rod… Ora non per essere sempre inguaribile fedele ottimita col cuore che batte scandendo il nome Ferrari, ma se così fosse, vorrebbe dire che saremo avanti di due anni sulla concorrenza riguardo allo sviluppo di una componente tanto importante. (un solo anno sulla mclaren) Qualcuno mi illumini, che se non ho ragione mi metto già il cuore in pace, perchè vorrebbe dire essere due anni indietro sullo sviluppo di una seppur conosciutissima push rod.

  • Ma voglio pensare che questa Ferrari,questo progetto nato in funzione delle gomme 2013,non abbia oggettivi margini di sviluppo,soprattutto per via delle sospensioni anteriori e della parte anteriore del telaio che come letto sul sito “analisi tecnica”non hanno purtroppo alcun margine di sviluppo proprio per via di un progetto che sarebbe stato da rifare completamente nella parte anteriore della vettura.
    Però vorrei anche far notare che la Lotus ha sviluppato e portato in pista la macchina a passo lungo…!!!
    Non so più che dire,speriamo che con la nuova galleria del vento,con Allison e Rory Byrny(spero di non aver sbagliato a scrivere il cognome)si apra una nuova era poiché gli ultimi tempi sono stati veramente tristi e imbarazzanti,ma non tanto per non aver vinto ma per il modo,in cui si è perso,per la mancanza di reattività e di idee dei tecnici,per un immobilismo cronico,per essere ogni anno sempre davanti agli stessi problemi e non essere mai capaci di porvi rimedio(lenti in qualifica,mancanza di trazione in uscita curva,incapacità di trovare carico aerodinamico).
    Sembra una Ferrari ai tempi dei borboni;Villenueve a Paddok live dopo le prove ai commenti insieme a Sara Winkaus e Marc Genè l’ha definita “penosa”,che dire,niente.
    Comunque quest’anno,tra scandali per prove private scambi gomme si sta per chiudere uno dei campionati più brutti degli ultimi tempi.

  • Ahahahah qualsiasi novità portiamo in pista siamo sempre nella stessa posizione o andiamo peggio

  • Beh dai, non male, siamo dietro anche a McLaren

  • Sembrano tutte novità già provate ma riviste nei dettagli, il che vuol dire che dovrebbero funzionare, ma ora mi sovviene un’altra domanda la galleria del vento a Maranello (o forse bisognerebbe dire del tempo) è funzionante?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!