Webber: “Io e Vettel? Siamo come Berger e Senna”

1 novembre 2013 18:30 Scritto da: Davide Reinato

L’australiano della Red Bull Racing si lancia in un paragone per definire la situazione tra lui e Vettel in Red Bull.

alonso-webberLa scorsa estate, la carriera di Mark Webber è arrivata ad un bivio: restare in Formula 1 o migrare verso altri lidi? Il pilota australiano, in una intervista a Speed Week, è tornato a parlare di quella difficile decisione confermando – anche stavolta – che era stato effettivamente ad un passo dalla firma con la Ferrari.

Si parlava tanto di un possibile approdo a Maranello e Webber ha confermato: “Sono stato vicino all’accordo, tanto da dover anche informare Mateschitz. Ma, alla fine, non siamo riusciti a trovare un accordo con la Ferrari, altrimenti mi sarei seduto proprio sulla macchina di Felipe e avrei continuato anche nel 2014. A quel punto ho deciso di optare per un altro anno con la Red Bull”.

Alla fine del 2012, Mark ha accettato l’offerta di Porsche per tentare l’impresa di tornare a vincere a Le Mans, nel World Endurance Championship . Una scelta ufficializzata solamente a luglio, poco prima del Gran Premio di Silverstone, senza neanche avvertire la propria squadra, infastidito dal trattamento poco amichevole che gli era stato riservato nei mesi precedenti.

Pronto a mettere la parola fine sulla sua carriera in Formula 1, Webber ha anche tirato un oggettivo bilancio sulla sua carriera: “Non doveva esserlo, ma è stata una carriera onesta ed orgogliosa. Personalmente, mi vedo alla pari con chi ha vinto il titolo una volta”. Inevitabile il paragone con Vettel, che lui stesso definisce impietoso: “Sono un potenziale pluricampione? La risposta è no. Seb è eccezionale, non ho alcun problema ad ammetterlo. In un certo senso, mi sento come Berger con Senna. Gerhard era un gran pilota, ma non lo è stato abbastanza per vincere un titolo”, ha concluso.

20 Commenti

  • C’è una differenza sostanziale…

    Vettel ha solo 26 anni e può ancora crescere e migliorare nonostante i 4 titoli mondiali vinti…

    Per esempio Pros che è stato un grandissimo a 26 anni non aveva vinto ancora un gran premio e il primo titolo mondiale lo vinse a 30 anni suonati…

    • A quei tempi non si esordiva in formula 1 a 19/20 anni perchè c’era un percorso di gavetta
      definito e guidare era una attività che richiedeva grande sforzo fisico. Non c’e’ alcun merito
      nel fatto che i piloti moderni vanno in F1 dopo 10 gare in formule minori, a 19 anni.
      C’e’ l’altro lato della medaglia però, che trascuri. In epoca moderna si è visto come la
      costruzione di un predominio tecnico grande e/o pluriennale sia cosa abbastanza comune.
      Tale predominio viene ormai interrotto “politicamente” con grandi discontinuità regolamentari (2005, 2009, 2014)
      in corrispondenza delle quali chi ha vinto con continuità in precedenza generalmente smette di vincere.
      I predomini tecnici attuali non hanno più il pilota al centro, si veda Alonso che pur essendo fra i migliori non vince
      dal 2006 (7 stagioni). Per cui è vero che a 26 anni ne ha vinti 4 ed ha tanti anni davanti, ma
      il suo status attuale è legato, molto, a newey ed alla stabilità dei regolamenti. Al di là di questo comunque
      un titolo vinto avendo Senna come compagno di squadra o Prost come compagno di squadra ha un valore diverso rispetto a titoli
      su una macchina dominante ( e forse non del tutto regolare) con Webber come compagno di squadra.

  • Ad inizio 2012 Marko dichiarò che vettel aveva difficoltà ad adattarsi ad una monoposto non perfetta per lui a differenza di webber che soffriva meno, e quella era una redbull leggermente inferiore alle mclaren e nettamente superiore alla ferrari, senna e schumacher si esaltavano a guidare macchine azzoppate, vettel è come valentino grande solo se guida una grande macchina a differenza di alonso e hamilton che ci mettono del loro con macchine mediocri, ma loro non hanno newey a protegerli

  • Vettel come Senna?
    Ma non diciamo puttanate persino hill e villeneuve quando guidavano le williams di newey sembravano fenomeni, questi sono ottimi piloti ma lasciamo stare Senna che ha costruito la sua leggenda guidando 8 anni su 10 una macchina inferiore ai suoi diretti rivali

  • non credo che webber sputerà veleno su vettel così come non lo ha fatto barrichello su schumacher…

    in fondo in tutti questi anni webber ha guadagnato una valanga di soldi buoni che probabilmente nessuno gli avrebbe dato…

    è solo stato un pò sfigato nel trovarsi davanti un fenomeno come vettel come appunto berger è stato sfigato nel trovarsi al fianco di un fenomeno come senna…

    • Quello con Berger è un buon paragone, non solo perchè sono stati piloti veloci a tratti ma anche perchè incapaci di vincere un titolo pur avendo guidato le migliori macchine. Webber non è stato sfigato a trovarsi Vettel a fianco, non avrebbe vinto, chiunque avesse avuto a fianco, così come Berger. La summa di questo tipo di piloti, per chi se lo ricorda, fu Reutemann.

      • Berger/Webber può starci,ma Senna/Vettel non ci siamo.Ayrton ha vinto 41 GP lottando con Prost,Mansell,Piquet,Rosberg,Schumacher

      • Seb IVettel

        E vettel ha vinto lottando contro Alonso Hamilton Raikkonen Schumacher Rosberg Button

      • O anche Regazzoni…

      • Berger è comunque stato un signor pilota, ricordo nel 1997 vinse ad Hockenheim con pole e giro veloce, con una Benetton non certo all’altezza delle rivali, in un circuito che ha sempre adorato. Pilota incostante, comunque, ha sempre sofferto i compagni di squadra ingombranti, identico ad Alesi

      • Beh, ovviamente Senna Vettel è un paragone improponibile, così some Vettel Prost.

      • Berger ha sempre avuto problemi di costanza e personalità, soffriva molto i piloti più veloci (Senna, Mansell) o con maggiore personalità (Alboreto). Talvolta anche Senna era stupito del fatto che in singoli punti dei circuiti Berger, pur essendo più lento di lui sul giro, fosse più veloce.

  • Queste sono solo dichiarazioni da copertina, la realtà di quello che ha detto in tutti questi anni è ben altra…vedrete che l’anno prossimo sbotterà altre cattiverie nei confronti di Vettel e della rb…

  • Alonso impara dal tuo amico cosa significa umiltà.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!