Vettel a Milton Keynes: “Non cambio Team, voglio il meglio”

7 novembre 2013 08:59 Scritto da: Redazione

Continuano i festeggiamenti in casa Red Bull Racing. Ieri, Sebastian Vettel ha incontrato i dipendenti del team per una festa privata, ma si è prima intrattenuto con i media per rispondere ad alcune domande.

vettel-redbull-vittoriaIl quattro volte Campione del Mondo di Formula 1, Sebastian Vettel, è tornato ieri nella factory di Milton Keynes per continuare i festeggiamenti insieme a tutta la squadra che, con grandi investimenti e un lavoro certosino, gli ha permesso di entrare di diritto nella storia della categoria.

Prima di incontrare i dipendenti del team per una festa privata, Sebastian si è intrattenuto con i media ed ha risposto a diverse domande, spalleggiato dal Team Principal, Christian Horner, e dal Direttore Tecnico, Adrian Newey. Anche in questa occasione, Sebastian non ha perso l’occasione di sottolineare quanto sia stato fondamentale l’impegno di tutta la squadra nel garantire il filotto di quattro titoli mondiali piloti e costruttori.

“E’ davvero bello tornare qui in factory per celebrare il successo con tutta la squadra”, ha detto il tedesco. “Ovviamente, in pista abbiamo un numero limitato di persone, ma ce ne sono moltissime altre che stanno dietro le quinte che sono altrettanto appassionate e pienamente devote al loro lavoro. Per me è un piacere essere qui oggi per dire grazie ad ognuno di loro”.

Vettel ha rispedito al mittente l’invito a cambiare squadra per consacrarsi definitivamente, come molti sostengono ultimamente. “Sono felice dei miei successi, ma ogni stagione è una nuova sfida. Qui non mi mancano certo le motivazioni. Il mio obiettivo è sempre quello di essere con il team migliore. E non è una novità: i piloti migliori hanno sempre vinto assieme alle squadre più forti. E io, sono felice dove sono adesso”.

Chris Horner gli ha fatto eco, aggiungendo: “Basta fare un giro qui in fabbrica per toccare con mano la determinazione e la voglia di far bene che ogni membro del team possiede. Abbiamo ottenuto dei bei risultati in poco tempo e c’è un enorme orgoglio in tutto quello che abbiamo raggiunto insieme. E’ estremamente gratificante poter celebrare questi ultimi titoli qui con Sebastian, che penso abbia fatto un lavoro eccezionale, ancora una volta. E’ importante per il team godere di questo momento e prendere atto di quanto è stato ottenuto. Abbiamo una struttura piuttosto modesta in confronto ad alcuni dei nostri avversari, ma ciò che ci contraddistingue è la grande passione delle persone che ha permesso di raggiungere il massimo dei risultati in questi anni”.

Dopo l’incontro con i media, Sebastian – unitamente a Horner e Newey – è tornato al lavoro. L’obiettivo? “La prossima gara, semplice”, risponde il quattro volte iridato. “Andremo ad Austin la settimana prossima e non vedo l’ora di poter correre”.

10 Commenti

  • E chi farebbe il contrario?

  • Non mi sembra abbia detto nulla di strano o trascendentale, i piloti forti vogliono sempre i mezzi migliori (o quelli che possono diventarlo con il giusto impiego di risorse visto che i mezzi li hanno, vedi Schumacher/Ferrari)
    Lo stesso Michelone nazionale negli anni in rosso non ci pensava proprio a cambiare squadra, persino Senna dall’alto del suo talento per 2 anni ha fatto pressioni su pressioni per avere la superWilliams con cui Mansell e Prost vincevano a occhi chiusi

  • Voglio vedervi tutti,tra due anni!e comunque si sa..red bull in futuro scomparira’ dal circus come costruttore lasciando spazio all’infiniti o nissan,partecipando solo come title sponsor

  • a 26 anni oltre che un grande campione è già diventato uomo squadra e grande motivatore di tutti gli uomini che lavorano al progetto vincente,

    sta sempre di più assomigliando al maestro schumacher

    • a 26 anni ha già mangiato la foglia che in un team normale, senza deroghe soffianti, senza un compagno di squadra al quale se non funziona il kers in partenza prende fuoco la monoposto od esplode l’alternatore sarebbe solo un buon pilota

    • vettel è bravo si, ma voglio vedere in un’altra scuderia quanto lo è, troppo facile restare in red bull, speriamo che nel 2014 le cose cambino e che la red bull diventi una squadretta qualsiasi, allora vettel se ne vorrà andare (se è un vero campione e vuole vincere, altrimenti resterà in red bull ad aspettare altri trucchi di papà newey, e perderà la faccia e la dignità)
      io non sono contro vettel (ma dovrebbe cambiare alcuni atteggiamenti cmq, anche se sono in parte giustificati dalla giovane età e dal fatto che quell’astronave che guida gli da alla testa) ma contro la red bull
      se vettel cambiasse scuderia e vincesse sarei io il primo ad osannarlo

  • Myriam F2013

    Non potete neanche immaginare quanto io non sopporti questa squadra, da Mateschitz fino all’ultimo dei magazzinieri….spero che il loro dominio termini a Interlagos il 24/11/2013

  • questi credono che la gente è stupida si sa la loro tranquillità viene dalle vittorie vedremo quando non saranno i primi della classe.

  • non posso dimenticarmi quando in spagna vettel era solo leggermente piu veloce di bianchi e non riusciva a staccarsi dalla marussia, ciò la dice lunga sul 4 volte campione del mondo, che vince solo grazie alla macchina

  • speriamo che lo resterete x poco ancora.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!